#Hashtagart, bimbo nigeriano danza nel fango: dal video virale al sogno che si avvera

Spettacolo

Chiara Ribichini

Il filmato, postato su Instagram, in cui si esibiva scalzo sotto la pioggia, aveva intenerito il web e raccolto quasi 300 mila like. Ma il talento di Anthony Mmesoma Madu, 11 anni, non è sfuggito agli occhi esperti di un’ex ballerina, oggi imprenditrice, che ha deciso di finanziare i suoi studi per l’intera formazione

Scalzo, con i piedi nel fango, sotto la pioggia. Il video del piccolo danzatore nigeriano aveva intenerito e commosso il web raccogliendo apprezzamenti anche da star come Viola Davis. Ora, per Anthony Mmesoma Madu è arrivata una grande opportunità: un’ex ballerina oggi imprenditrice, colpita dal suo talento, si è offerta di finanziare i suoi studi. Come nei film.
"Come ex ballerina sono invidiosa delle sue belle linee, delle sue punte dei piedi e della sua grazia senza sforzo. Voglio pagare per la sua intera istruzione in qualsiasi parte del mondo, fino alla laurea", ha scritto su Twitter Fadé Ogunro. E non sarà il solo. In un altro tweet Ogunro ha fatto infatti sapere di aver ricevuto subito una video chiamata da Anthony e da un suo compagno a cui offrirà la stessa possibilità.

IL VIDEO DA QUASI 300 MILA LIKE

approfondimento

#Hashtagart, dal flashmob in lockdown ai concerti in cortile. VIDEO

 

Tutto è iniziato da un post su Instagram della Leap of Dance Academy, una scuola che aiuta i giovani con poche possibilità economiche, del 18 giugno. “Con pochissime risorse o con nessuna i nostri allievi si stanno allenando per essere il meglio che possono. Chi non ne sarebbe orgoglioso? Quale insegnante non pregherebbe per avere degli studenti che mostrino così tanta voglia di imparare? Bambini che sono pronti a ballare in qualunque condizione. Immaginate cosa potremmo ottenere se avessimo di più”.
Nel video, che ha ricevuto ad oggi quasi 300 mila like, il piccolo Anthony, 11 anni, esegue alcuni dei virtuosismi più difficili della danza classica maschile. Tour a la second, pirouette e giri di vario tipo, cabriole e salti complessi. La tecnica è quella di un bambino di appena 11 anni che ha molto da imparare e che prova a imitare i passi più complessi e più noti delle variazioni maschili. Ma le sue linee, la sua dinamica, la sua leggerezza non sono sfuggite agli occhi esperti di un’ex danzatrice. Un talento capace di esprimersi anche nel fango, sotto la pioggia per arrivare lontano.

IL BILLY ELLIOT NIGERIANO

approfondimento

#Hashtagart, morte George Floyd: danza al ritmo di “I can’t breathe”

 

“Dove vivo non ci sono ballerini come me. Quando la gente vede un balletto pensa che sia solo per ragazze” ha raccontato il piccolo Anthony alla Bbc. Una storia, la sua, che ricorda quella raccontata nel film Billy Elliot. Pregiudizi che fanno parte ancora di tante realtà e società, non solo in Nigeria.
Ciò che colpisce è certamente la condizione in cui si allenano gli allievi della Leap of Dance Academy, una scuola fondata nel 2017 da un’idea di Daniel Ajala Owoseni per dare l’opportunità di studiare danza gratuitamente ai bambini che abitano in una zona del Lagos dove molti di loro non può certo permettersi di pagare una lezione.

Spettacolo: Per te