Asia Argento e la figlia Anna Lou protagoniste di un corto sulla Haute Couture

Spettacolo

Asia Argento dirige un corto ispirato al mito di Elettra e dirige la figlia Anna Lou, per presentare la collezione Haute Couture di Antonio Grimaldi

Il connubio tra moda e cinema è sempre più forte. Ultimo in ordine di tempo, Antonio Grimaldi. Che, per il suo fashion movie (un corto dalle tinte noir), ha scelto l’amica e fan del brand Asia Argento.

L’attrice e regista, figlia di Dario Argento, firmerà la regia di “Aelektra”. Mentre, davanti alla cinepresa, ci sarà Anna Lou.

Asia Argento e Anna Lou insieme per Antonio Grimaldi

approfondimento

Christian Dior, il film di Matteo Garrone presenta la collezione

Antonio Grimaldi ha deciso di presentare la sua collezione Haute Couture 2020/2021 attraverso un cortometraggio ispirato al mito di Elettra. Mito che viene, ovviamente, rivisto in chiave couture.

Tra le scene più feroci della mitologia greca, il mito di Elettra racconta un terribile matricidio. Ora, quel matricidio rivive nelle atmosfere noir create da Asia Argento e rese ancor più spettacolari dalle creazioni dello stilista. Il dualismo madre-figlia viene esaltato dagli scenografici abiti in chiffon e organza, impreziositi con piume laserate. Ampie gonne, spacchi e strascichi per una femminilità solenne e importante. Perché è proprio la scelta degli abiti ad esasperare il contrasto tra madre e figlia: il bianco e il nero, la luce e le tenebre, il bene e il male. Abiti (ventidue) resi ancor più dark da piccole borchie e ricami grigio antracite, jais e cristalli.

«Sono entusiasta del rapporto professionale instaurato con Asia, donna di profonde passioni, fonte d’ispirazione e indiscussa protagonista del cinema italiano e internazionale. Non appena ricevuto l’invito a prendere parte con un video alla settimana della Haute Couture di Parigi, ho subito pensato a lei: l’unica in grado di raccontare al meglio, attraverso il suo carattere anticonformista e la sua elegante anima dark e rock, lo spirito della mia nuova collezione e, con la presenza di Anna-Lou, anche una freschezza disincantata» ha raccontato Antonio Grimaldi.

Il rapporto tra Asia Argento e Anna Lou

«Quando Antonio mi ha raccontato la collezione, ho subito immaginato di ricreare il mito di Elettra. I suoi abiti scultorei, di grande impatto visivo, mi hanno ispirato un ritorno alla cultura classica e alla esaltazione della bellezza più assoluta. È stata un’occasione unica che mi ha consentito anche di scavare nel mio rapporto con Anna Lou» ha dichiarato Asia Argento.

«Volevo lavorare con mia figlia. Non solo per questioni di oggettivo piacere: siamo state insieme in quarantena desideravo esplorare gli effetti su noi due. Ci sono stati dei contrasti, delle sue piccole ribellioni, dei piccoli bronci, poi degli abbracci: qualcosa di potente, ma prevedibile; tra me e lei scoppiano liti, ma durano cinque minuti poi ci chiediamo scusa» diceva qualche tempo fa. Ora il suo desiderio si è finalmente realizzato.

Spettacolo: Per te