Salone del libro di Torino: orari, biglietti, come arrivare

Spettacolo

Torna la manifestazione incentrata sul mondo dell'editoria: ecco tutto ciò che c'è da sapere per accedere al più grande spettacolo dedicato ai libri. IL PROGRAMMA

Dal 9 al 13 maggio Torino torna ad essere la città dell'editoria. Torna infatti il Salone Internazionale del Libro di Torino. Nonostante le polemiche nate a causa della presenza di una casa editrice vicina a CasaPound e le conseguenti diserzioni, la trentaduesima edizione della manifestazione si prepara ad accogliere gli appassionati di libri e fumetti. Con un fitto programma di incontri, appuntamenti riservati ad addetti ai lavori ed eventi dedicati a semplici appassionati, ecco come accedere al Salone del Libro, diretto da Nicola Lagioia.

La mappa del Salone del Libro

Anche quest'anno il Salone Internazionale del libro occuperà i padiglioni 1, 2, 3, e Oval del Lingotto Fiere. L'area espositiva è di 63.000 metri quadrati, formata da 40 sale per incontri, aree di sosta, stand espositivi, ma anche panchine e spazi liberi. Il Bookstock Village si sposta nel padiglione 2 e offrirà nuovi spazi per le famiglie. Qui ci saranno servizi dedicati ai più piccoli, con spazio relax e merenda, baby parking gratuito gestito da educatrici professioniste. Ci sarà anche il passeggino parking, il noleggio di passeggini di cortesia e il prestito fasce per il trasporto dei bambini. Ci sarà anche un'area dedicata ai piccoli da 0 a 3 anni, con una stanza per il cambio pannollino, per allattare e scaldare il biberon. Questo progetto è stato possibile grazie alla collaborazione con l'Associazione il Bambino Naturale e Luna di Latte.

Gli ingressi del Salone del Libro

Tra le novità di quest'anno, una riguarda gli ingressi della fiera. Si potrà entrare da via Nizza 294, lo storico accesso della manifestazione, ma anche da via Mattè Trucco 70, corrispondente al padiglione Oval. A questi, si aggiunge l'apertura del passaggio dalla Stazione Lingotto per accedere direttamente al Salone tramite la passerella che porta alla banchina del binario 9. Quindi chiunque decida di arrivare in treno, potrà accedere alla fiera in pochissimi passi.

Mobilità al Salone del Libro

Chi sceglierà di raggiungere il Salone del Libro con autobus o metropolitana, potrà acquistare il biglietto anche all'uscita del padiglione 1, evitando così code alle biglietterie sotterranee. Inoltre, chi sceglierà il servizio TObike, avrà uno sconto sul biglietto d'ingresso di due euro, pagando otto euro invece di dieci. I bus privati delle scuole potranno prenotare un parcheggio interno al Lingotto, vicino alle reception e biglietterie dell'Oval. Tutte queste iniziative nascono da "Il prossimo passo", un programma creato dal Board di Sostenibilità multi-stakeholder che mira a creare un Salone del Libro sostenibile.

Come arrivare al Salone del Libro

Per arrivare al Salone del Libro il modo più semplice è quello di utilizzare la Linea 1 della metropolitana direzione Lingotto. Gli autobus che permettono di raggiungere la manifestazione sono l'1, il 18 e il 35. Dall'aeroporto è disponibile un servizio navetta, che mette in collegamento le Stazioni ferroviarie di Porta Nuova e Porta Susa con il terminal autobus di Corso Vittorio Emanuele II.

Gli orari e i biglietti del Salone del Libro

Il Salone del Libro rimarrà aperto giovedì, domenica e lunedì dalle 10 alle 20, mentre venerdì e sabato l'orario si estenderà dalle 10 alle 21. I prezzi dei biglietti resta invariato rispetto agli scorsi anni: dieci euro per il biglietto intero, otto per quello ridotto. Potranno accedere alle riduzioni anche i giovani dai 7 ai 26 anni e i bambini dai 3 ai 6 anni. Docenti e studenti potranno acquistare un pass valido per i cinque giorni di fiera, pagando dodici euro invece di 24 euro. Se questi sceglieranno il biglietto giornaliero, gli costerà 15 euro. Gli alunni delle scuole primarie potranno acquistare il biglietto a 2,50 euro, quelli delle scuole secondarie a sei euro. I docenti accompagnatori entreranno gratis.

Le polemiche

Il Salone del Libro di Torino si apre tra le polemiche. Infatti molti autori, tra cui ZeroCalcare e il collettivo di scrittori Wu Ming, hanno annunciato che diserteranno la manifestazione. Tutto nasce dalla presenza della casa editrice vicina a CasaPound Altaforte, guidata da Francesco Polacchi.

Spettacolo: Per te