Elisa, ambasciatrice di Save the Children, canta l'inedito "Prometti"

Spettacolo
Kikapress_Elisa_Concerto_2010

La cantante appare nel filmato di lancio della campagna "Fino all'ultimo bambino", per il quale ha realizzato un nuovo singolo. Il brano, dedicato al suo secondo figlio, farà parte del nuovo album ed è stato concesso dall'artista in anteprima all'Organizzazione

Elisa è da oggi un' ambasciatrice di Save the Children. Ad annunciare il nuovo impegno della cantautrice triestina, è un video realizzato per la campagna "Fino all’ultimo bambino": l’artista non è solo protagonista del filmato, ma ha firmato anche il brano che ne fa colonna sonora, l’inedito "Promettimi".

"Fino all'ultimo bambino"

La campagna "Fino all’ultimo bambino" è nata per salvare i minori che soffrono di malnutrizione, una piaga che, secondo i dati dell’organizzazione, ogni giorno uccide circa 7mila bambini sotto i cinque anni nel mondo. Nel filmato che lancia il progetto, realizzato dal regista Riccardo Milani, Elisa interagisce e gioca con un gruppo di bambini. Insieme mettono in scena, attraverso la lettura, i disegni e il teatro, una fiaba scritta dallo stesso regista, riuscendo nell’intento di portarne magicamente in vita i personaggi e lasciandosi con una promessa: quella di difendere il futuro dei più piccoli nel mondo. Il brano che fa da colonna sonora allo spot, "Promettimi", dedicato da Elisa al suo secondo figlio, farà parte del nuovo album prossimamente in uscita ed è stato concesso dall’artista in anteprima all’organizzazione.

L'ingresso di Elisa

"Siamo estremamente felici e orgogliosi che Elisa abbia sposato pienamente la nostra missione e che da oggi sia entrata a far parte della nostra famiglia. Il video del regista Riccardo Milani e le meravigliose parole del brano di cui Elisa ci ha fatto dono sono per noi il modo migliore per proseguire con i nostri impegni e le nostre promesse, e continuare a fare di tutto per proteggere i bambini dalle tante minacce che ne mettono gravemente a rischio il futuro", ha affermato Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children. "Pensare che ogni minuto cinque bambini perdono la vita perché non riescono ad avere accesso a cibo sano, acqua potabile e cure sanitarie, è qualcosa che non possiamo e non vogliamo accettare", ha proseguito Neri.

La campagna e le donazioni

Nel 2017, grazie alla campagna "Fino all’ultimo bambino", Save the Children ha raggiunto 33 milioni di bambini con i suoi programmi di salute e nutrizione. I progetti, oltre a prevedere azioni specifiche per trattare i casi di malnutrizione, si estendono anche ai settori dell’istruzione, dell’igiene, della salute e della resilienza ai disastri climatici con l’obiettivo di contribuire anche in maniera indiretta ad aumentare il livello di nutrizione di madri e bambini. Anche quest’anno sarà possibile sostenere la campagna attraverso il numero solidale 45533, attivo dal 15 ottobre al 14 novembre: si possono donare 2 euro inviando un Sms dal proprio cellulare oppure 5 o 10 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa con Tim, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali. Sempre da rete fissa è possibile donare 5 euro chiamando con Twt, Convergenze e PostMobile.

Spettacolo: Per te