Auguri Sean Penn, l'attore due volte premio Oscar compie 58 anni

Spettacolo
03penn_cannes

Il 17 agosto compie gli anni l'attore due volte premio Oscar. Protagonista di una burrascosa vita privata, nel corso degli anni si è fatto apprezzare anche come regista e ha avuto una svolta attivista in difesa di omosessuali, migranti e Paesi africani

Sean Penn spegne 58 candeline. L'attore due volte premio Oscar è infatti nato il 17 agosto del 1960 a Santa Monica, contea di Los Angeles. A due passi da quella Hollywood che sarebbe poi diventata la sua casa.

Gli esordi

Il cinema scorre nelle vene di Sean Penn sin dalla nascita. Il padre Leo, scomparso nel 1998, era attore e regista. E anche la madre Eileen Ryan, di origini irlandesi e italiane, ha alle spalle una carriera da attrice. Già da adolescente gira alcuni cortometraggi e nel 1974 esordisce a soli 14 anni in un episodio della serie "La casa della prateria". L'approdo sul grande schermo avviene nel 1981 con "Taps – Squilli di rivolta". Si specializza subito nel ruolo del giovane ribelle e violento. Nel 1986 recita insieme a Madonna, all'epoca sua moglie, in "Shanghai Surprise", mentre nel 1989 è al fianco di Robert De Niro (che sempre il 17 agosto compie 75 anni) in "Non siamo angeli".

La svolta

La svolta della carriera di Sean Penn arriva però negli anni Novanta, quando appare in una serie di importanti film di successo e di autore. Memorabile la sua interpretazione in "Carlito's Way" di Brian De Palma (1993), dove veste i panni di un avvocato cinico e corrotto al fianco di Al Pacino. Nel 1996 viene candidato per la prima volta al premio Oscar per il suo ruolo in "Dead Man Walking" di Tim Robbins. Nel 1998 è tra i protagonisti de "La sottile linea rossa" di Terrence Malick, mentre un anno più tardi interpreta il chitarrista Emmett Ray in "Accordi e disaccordi" di Woody Allen.

Gli Oscar

Nel 2004, alla quarta nomination, porta a casa l'Oscar come miglior attore protagonista per il vendicativo ex gangster e padre di famiglia di "Mystic River", film a firma di Clint Eastwood. Nel 2009 arriva il bis con "Milk" di Gus Van Sant, nel quale interpreta l'omonimo personaggio pubblico, il primo gay dichiarato a essere eletto a una carica politica negli Stati Uniti. Negli ultimi anni ha limitato le sue interpretazioni attoriali, tra le quali spicca quella di Cheyenne, il cantante di mezza età costruito sulla base di Tom Smith dei The Cure protagonista di "This Must Be the Place" di Paolo Sorrentino.

La carriera di regista

A partire dagli anni Novanta, Sean Penn ha affiancato la carriera da regista a quella di attore. Il suo esordio dietro la macchina da presa è datato 1991 con "Lupo solitario", che racconta il dramma esistenziale di un reduce del Vietnam. Nel 1995 gira "Tre giorni per la verità" con Jack Nicholson, protagonista anche del successivo "La promessa", poliziesco del 2001. Il suo più grande successo come autore è però "Into the Wild" (2007), che racconta la storia vera del giovane Christopher McCandless, che dopo la laurea abbandona la famiglia e attraversa gli Stati Uniti per arrivare fino in Alaska.

Vita privata

Anche la vita privata di Sean Penn è sempre stata piuttosto movimentata. Accreditato di numerosi flirt già negli anni Ottanta (tra gli altri quelli con Elizabeth McGovern e Susan Sarandon), nel 1985 si sposa con Madonna. Un matrimonio burrascoso, tanto che la cantante lo accusa di violenza domestica prima del divorzio del 1989. L'attore è stato anche 33 giorni in carcere nel 1987 per l'aggressione ai danni di un fotografo su un set cinematografico. Nel 1996 ha invece sposato Robin Wright, da cui ha avuto due figli (uno dei quali recentemente finito nei guai con la giustizia). Dopo il nuovo divorzio, Penn ha avuto una relazione con Charlize Theron e si è infine legato a Leila George, figlia degli attori Vincent D'Onofrio e Greta Scacchi.

Attivismo e serie tv

Negli ultimi anni hanno preso sempre più spazio il suo interesse politico e il suo attivismo. Penn si è più volte dichiarato sostenitore dei diritti gay e dei migranti. Ha viaggiato a più riprese in Africa, protagonista del suo film del 2015 "The Gunman" e di un documentario girato nel 2017 in Sierra Leone. Qualche anno fa fece invece discutere il suo incontro con il celebre narcotrafficante messicano El Chapo. A breve invece i suoi fan potranno vederlo per la prima volta protagonista di una serie televisiva. A settembre arriva infatti sulla piattaforma streaming Hulu "The First", un dramma fantascientifico dove Penn segue la prima missione umana su Marte.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.