Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Nasa, luci ‘aliene’ in Norvegia create dall’esperimento AZURE: le foto

I titoli di Sky Tg24 delle 13 del 9/04

3' di lettura

Due razzi lanciati per studiare l’aurora boreale hanno creato in cielo uno spettacolo di luci colorate paragonato a “un attacco alieno”. Ma serviva per osservare i movimenti nella ionosfera 

Persino per gli abitanti della Scandinavia, piuttosto abituati alla meravigliosa aurora boreale, lo spettacolo di colori creato dall’esperimento AZURE della Nasa nei cieli della Norvegia è stato degno di nota, tanto da far credere ai cittadini locali, ignari dell’iniziativa, che si trattasse di un’invasione aliena. Niente di tutto ciò, ovviamente: in realtà, l’agenzia spaziale statunitense ha semplicemente lanciato due razzi utili a ottenere più informazioni proprio sulle aurore boreali, generando così il curioso gioco di luci. I due missili sono partiti dall’Andøya Space Center e una volta raggiunta un’altitudine compresa tra 115 e 220 chilometri hanno rilasciato un insieme di gas che ha dato vita al singolare fenomeno.

AZURE: perché la Nasa studia l’aurora boreale

Il progetto Nasa Auroral Zone Upwelling Rocket Experiment (appunto, AZURE) nasce come tentativo di indagare più a fondo il fenomeno dell’aurora boreale, che come spiega l’agenzia spaziale statunitense “è il prodotto visibile di violente collisioni tra l’atmosfera terrestre e particelle solari”. Attraverso l’esperimento realizzato in Norvegia, la Nasa ambiva ad analizzare l’energia cinetica e termica rilasciata per capire il contributo dell’aurora “alla quantità totale di energia che entra ed esce dal sistema geospaziale della Terra” durante questi fenomeni. In seguito al lancio, i razzi sono stati in grado di misurare densità e temperatura atmosferica, prima di rilasciare traccianti chimici composti da trimetilalluminio e un mix di bario e stronzio, che hanno generato nuvole e scie colorate i cui movimenti sarebbero fondamentali per fare luce sugli spostamenti verticali e orizzontali delle particelle in due regioni chiave della ionosfera.

Nasa, luci colorate simili a “un attacco alieno"



In un video amatoriale pubblicato su Youtube, un abitante della Norvegia del nord spiega di aver assistito all’esperimento della Nasa, ammettendo di aver pensato a “un attacco alieno” in un primo momento. Inoltre, sarebbero numerose le chiamate ricevute dalla polizia da cittadini che chiedevano lumi riguardo ai bagliori avvistati. Nelle foto che hanno catturato l’evento si possono ammirare una serie di forme luminose in cielo: da alcune sfere violacee nella parte alta a una serie di puntini azzurri, fino a delle scie più piccole situate più in basso. Con il passare dei minuti, tutti gli elementi colorati si sono deformati a causa dei venti, fino a sparire definitivamente, un movimento che sarà analizzato ed è particolarmente utile ai fini dell’esperimento. Come spiega la Nasa, AZURE è soltanto una delle nove missioni che fanno parte del Grand Challenge Initiative (GCI) – Cusp: le prossime, avranno luogo a novembre 2019. 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"