Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Grazie al verme pantera scoperto il gene della rigenerazione

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 15/03

2' di lettura

Lo stesso gene (Egr) è presente anche nell’uomo, che però non può rigenerarsi poiché possiede connessioni diverse rispetto all’animale. Lo studio aiuterà a fare luce su queste differenze 

I futuri progressi della medicina rigenerativa potrebbero passare dal cosiddetto verme pantera che vive alle isole Bermuda e rappresenterebbe il modello di studio ideale per capire meglio i meccanismi genetici che portano l’organismo a rigenerarsi. La scoperta giunge dall’Università di Harvard, secondo cui l’animale possiede il gene Early Growth Response (Egr), capace di agire come un vero e proprio interruttore che attiva i processi necessari a riparare le cellule danneggiate. Curiosamente, lo stesso gene è presente anche nell’uomo, che però non riesce a compiere le stesse imprese del verme pantera in termini di rigenerazione: proprio per questo, gli studiosi vogliono studiare più nel dettaglio la creatura per comprendere da dove abbia origine questa capacità.

Verme pantera: il gene Egr attiva la rigenerazione



Il segreto del verme pantera risiederebbe nel suo Dna estremamente dinamico. Come spiegano i ricercatori di Harvard sulla rivista Science, il gene Egr presente nell’invertebrato può essere paragonato a un vero e proprio interruttore, che attivandosi accende a sua volta tutti gli altri coinvolti nella rigenerazione. Secondo la biologa Mansi Srivastava, infatti, “senza la presenza dell’Egr, non succede niente, l’animale non riesce a rigenerarsi. Tutti i geni più ‘a valle’ non si accendono, e gli interruttori non funzionano”. A rendere il processo realizzabile, però, sarebbe un genoma che muta durante la rigenerazione, visto che i ricercatori hanno individuato addirittura 18.000 regioni soggette a cambiamenti mentre il verme pantera si rigenera.

L’uomo ha il gene Egr: perché non si rigenera?

Proprio questa particolarità potrebbe rispondere alle domande dei ricercatori, che hanno notato come il gene Egr, oltre a essere presente anche nell’uomo, è in grado di attivarsi quando delle cellule coltivate in provetta vengono sottoposte a stress. Per questo, Srivastava si è chiesto: “Se l’uomo può accendere l’Egr, anche quando le cellule sono danneggiate, perché non possiamo rigenerarci?”. La spiegazione sarebbe relativa proprio alle differenti connessioni presenti nel verme pantera, ovvero al circuito che collega il gene Egr a tutti gli altri ‘interruttori’ rendendo possibile l’intero processo. L’obiettivo è quindi comprendere quali siano queste connessioni, per poi cercare di riprodurle in altri animali, “anche in quei vertebrati che possono rigenerarsi in maniera più limitata”, oltre ovviamente a ottenere nuove informazioni preziose per la medicina rigenerativa. 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"