Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Le piume hanno più di 70 milioni di anni, presenti negli pterosauri

I titoli delle 10 di Sky TG24 del 17/12

2' di lettura

La scoperta è stata realizzata da un gruppo di paleontologi europei e cinesi, coordinato da Baoyu Jiang dell’Università cinese di Nanjing 

Grazie a una recente ricerca, frutto della collaborazione tra vari paleontologi europei e cinesi, è emerso che le piume sono almeno 70 milioni di anni più antiche di quel che la comunità scientifica aveva ipotizzato finora. La scoperta è stata resa possibile grazie all’analisi dei resti degli pterosauri, dei rettili volanti vissuti nel Mesozoico, tra 230 e 65 milioni di anni fa. Durante lo studio, coordinato da Baoyu Jiang dell’Università cinese di Nanjing, i ricercatori hanno stabilito che sul corpo di questi animali erano presenti quattro differenti tipi di piume, generalmente più corte di un millimetro e di forma variabile (alcune ricordavano dei singoli filamenti, altre dei piccoli ciuffi).
I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulle pagine della rivista specializzata Nature Ecology & Evolution.

Lo studio sul campo

Le parti del corpo degli pterosauri ricoperte dalle piume erano la testa, il collo, il corpo e le ali. "Per studiare le origini e le caratteristiche di questi animali siamo andati nel cuore della Mongolia, dove in passato erano già state trovate testimonianze fossili della possibile presenza di una qualche forma di peluria sul corpo degli pterosauri", ha spiegato Baoyu Jiang. Studiando i fossili sul campo, il team di ricerca ha confermato che le strutture simili a peli erano effettivamente delle piume.

Piume simili a quelle dei moderni uccelli

Il paleontologo dell’Università di Bristol Mike Benton, uno degli altri autori dello studio, spiega che le piume degli pterosauri erano simili dal punto di vista evolutivo a quelle dei moderni uccelli e di altri gruppi di dinosauri. Tramite l’osservazione al microscopio, i ricercatori hanno osservato tracce della "presenza di corpuscoli pigmentati, i melanosomi, in grado di dare alle piume un colore rossastro".
Nel museo di storia naturale di Londra è conservato un fossile di Archaeopteryx, un altro dinosauro dotato di piume. Pochi mesi fa l’utilizzo di uno scanner laser ha consentito al personale del museo di smentire ogni dubbio sull’autenticità del reperto.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"