Ritrovata nell’ambra una lumaca vissuta 99 milioni di anni fa

Lumaca (Getty Images)
2' di lettura

Il fossile è unico nel suo genere poiché il mollusco si è conservato perfettamente nella resina. È infatti possibile osservare tutti i suoi tessuti molli, testa e occhi compresi

È stata recentemente scoperta una lumaca vissuta 99 milioni di anni fa. Si tratta di un ritrovamento unico nel suo genere in quanto il mollusco si è conservato perfettamente nell’ambra. È infatti possibile osservare tutti i suoi tessuti molli, testa e occhi compresi. Tutti gli altri fossili di lumache, ritrovati nelle stesse condizioni di quest’ultima, hanno almeno 70 milioni di anni in meno rispetto all’esemplare recentemente studiato. La scoperta fornisce importanti informazioni sulla biodiversità degli esseri viventi presenti nelle foreste tropicali nel periodo Cretaceo. “La resina antica di un albero ha un eccezionale potenziale di conservazione: mantiene intatti i minimi dettagli di organismi fossili vecchi di milioni di anni, tanto da apparire come se fossero rimasti intrappolati da poche ore”, spiega Jeffrey Stilwell, un paleontologo della Monash University di Melbourne, in Australia.

Lumaca imprigionata nell’ambra

La lumaca era probabilmente viva quando è stata sorpresa da una piccola goccia di resina che l’ha intrappolata e uccisa, nonostante l’animale si sia allungato nel tentativo invano di scappare. “Le parti molli della lumaca sono molto tese. Questo potrebbe essere interpretato come un ultimo tentativo di fuga senza successo”, spiegano gli esperti. Il mollusco è stato acquistato da un collezionista di fossili nel 2016 ed è racchiuso in un’ambra proveniente dal nord del Myanmar. Lo studio del fossile, pubblicato sulla rivista scientifica Cretaceous Research, è stato realizzato da un team di ricercatori coordinato da Andrew Ross, del Museo Nazionale della Scozia. L’ambra contiene, oltre al piccolo esemplare, anche un secondo guscio di lumaca che però non si è conservato perfettamente.

Antenato delle lumache di terra moderne

Il fossile, attualmente esposto nella collezione dell’Istituto di paleontologia Dexu a Chaozhou, in Cina, è probabilmente un antenato delle lumache di terra moderne (Cicloforidi), trovate in ambienti tropicali e subtropicali. Questa famiglia di molluschi è facilmente riconoscibile in quanto è dotata di una conchiglia a forma di torre e di un opercolo calcareo.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"