Dieta geneticamente modificata per i salmoni d’allevamento

Salmone (Getty Images)
1' di lettura

I ricercatori della Stirling University hanno ricreato in laboratorio un alimento GM capace di aumentare il valore nutrizionale dei pesci  

Lo scopo della sperimentazione scientifica, condotta dagli studiosi delle Highlands scozzesi, è quello di aumentare il valore nutrizionale del pesce, utilizzando la tecnologia GM. Negli ultimi dieci anni, vari test hanno infatti dimostrato che nei salmoni d’allevamento, i livelli dell'Omega 3, si sono dimezzati. L’olio in questione è di fondamentale importanza per l’essere umano, in quanto si pensa, che oltre ad essere coinvolto nello sviluppo del cervello, abbia un ruolo importante nella riduzione del rischio di artrite e diabete. Il salmone ottiene l’Omega 3 nutrendosi di altri pesci grassi, come le acciughe. Purtroppo, nonostante sia in continua crescita la domanda dell’alimento, l’offerta di prodotti con Omega 3 sul mercato è sempre più in calo. La diminuzione della quantità di pesci grassi da poter utilizzare nell’alimentazione del salmone è una delle più grandi cause del suo calo nutrizionale.

Alimento GM

Gli studiosi della Stirling University hanno deciso di ovviare a questo problema, cercando di ricreare in laboratorio un nuovo tipo di alimento in grado di aumentare il livello effettivo di Omega 3. Hanno così aggiunto un gene, estratto da un tipo di alga marina, a una pianta di camelina. I test in laboratorio, condotti dal gruppo di ricercatori scozzesi, hanno dimostrato che i pesci, alimentati con questo tipo di nutrimento geneticamente modificato, hanno aumentato i loro livelli di Omega 3. La speranza del professor Douglas Tocher del medesimo Ateneo è quella, attraverso il cibo GM, di poter contribuire al cambiamento riportando sul mercato un salmone super nutriente. Monica Betancor, dottoressa e collega di Tocher, afferma che la tecnologia GM è necessaria per nutrire la popolazione mondiale che è sempre più in aumento: “La popolazione sta crescendo molto velocemente e l'Omega 3 dovrebbe essere disponibile per tutti, non solo per coloro che possono permetterselo. Ci sarà un divario tra offerta e domanda, e tale divario può essere colmato dalla tecnologia GM”.

Posizione sul mercato

L’alimento GM, realizzato dai ricercatori della Stirling University, potrebbe essere utilizzato dall’industria per produrre salmone geneticamente modificato. Le potenziali vendite riguarderanno il Nord, il Sud America e l’Asia. È per ora improbabile un inserimento sul mercato da parte del Regno Unito e dell’Unione europea, data la loro resistenza ai prodotti OGM.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"