Eni ed Enea insieme nello sviluppo tecnico e scientifico

2' di lettura

Descalzi e Testa siglano l’intesa: le due realtà collaboreranno per modelli strategici sostenibili dalle ricadute positive sul sistema-Paese 

E’ stata firmata l'intesa fra Eni ed Enea per l’avvio di attività congiunte di ricerca in zone strategiche dal punto di vista scientifico e strategico.
Il Memorandum of Undestanding, riferisce una nota cofirmata, è stato siglato a Roma, presso la sede dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea, appunto) dal suo presidente, Federico Testa, e dall’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Le energie rinnovabili la risposta ai mutamenti del clima

La partnership avrà un occhio di riguardo per l'economia circolare e i nuovi modelli economici sostenibili: i sistemi di approvvigionamento da fonti di energia naturale (attraverso quella solare a concentrazione, il fotovoltaico e le biomasse)saranno infatti al vaglio degli esperti delle due realtà, con una forte componente tecnologica che sarà messa al servizio delle attività di stoccaggio, di efficientamento energetico, di digitalizzazione e monitoraggio ambientale. I mutamenti climatici, come facilmente intuibile, sono il grande tema cui l’accordo volge la sua grande attenzione al fine di pervenire negli anni a soluzioni innovative.

Nel mirino decarbonizzazione e occupazione

“Il sistema Paese – ha dichiarato Descalzi – beneficerà di potenziali impatti significativi. Oggi ENI conferma il suo impegno nel percorso di decarbonizazione, al cospetto di un trend che sempre più parlerà di energie rinnovabili e gas naturali. Ci impegniamo inoltre – ha aggiunto l’ad – a ridurre gli sprechi e valorizzare i materiali cosiddetti di scarto”. Da segnalare come in ENI, già dal 2015, sia già presente Energy Solutions: una direzione interna nata ad hoc e volta alla promozione delle energie rinnovabili.
“Non è la prima volta che collaboriamo con ENI – ha fatto poi eco Federico Testa, presidente di Enea – In particolare, condividiamo la presenza nel “Cluster Tecnologico Nazionale Energia”. Proseguiamo dunque questo rapporto sviluppandolo in termini di sinergia, in modo da aumentare le possibilità di anche le ricadute positive sull’Italia in termini di decarbonizzazione dell'economia, di sostenibilità ambientale e di nuova occupazione”.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"