Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

L'asteroide Gault e la coda da cometa inaspettata: scontro cosmico?

I titoli delle 10 di Sky TG24 del 15/01

2' di lettura

A inizio gennaio l’asteroide ha rivelato a sorpresa una lunga coda rettilinea: potrebbe trattarsi della scia di detriti generata dalla collisione con un altro corpo celeste 

Una lunga coda inaspettata, simile a quella di una cometa, che ha risvegliato l'interesse dei telescopi di tutto il mondo. È accaduto all’asteroide Gault, che a inizio gennaio ha rivelato agli occhi di chi lo osservava una scia luminosa che ha colto di sorpresa gli esperti. Il corpo celeste, che appartiene alla fascia principale degli asteroidi, situata all’incirca tra le orbite di Marte e Giove, non dovrebbe infatti presentare simili caratteristiche. In seguito alle osservazioni effettuate dall’osservatorio Atlas, situato alle isole Hawaii e finanziato anche dalla Nasa, gli astrofisici si sono quindi interrogati sull’origine del fenomeno. Una delle ipotesi principali suggerisce che la coda potrebbe essere stata causata da una collisione cosmica.

L’asteroide Gault come una cometa: la spiegazione



Ma per quale ragione la coda mostrata da Gault ha stupito così tanto gli esperti? Secondo l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project, è “raro vedere un oggetto, nella fascia interna della cintura di asteroidi, mostrare caratteristiche tipiche di una cometa”. Solitamente, infatti, gli asteroidi che appartengono alla cosiddetta fascia interna “non hanno materiale volatile, che è invece tipico per le comete”. La coda lunga e rettilinea di Gault rappresenta dunque un evento eccezionale, una sorta di mistero che potrebbe tuttavia essere spiegato dalla sua stessa natura. Il piccolo asteroide è infatti parte dello sciame di rocce della cintura interna noto come Focea, che ha avuto origine circa 2.2 miliardi di anni fa dallo scontro di corpi celesti di questo tipo. Ecco perché prende corpo l’ipotesi che Gault si sia scontrato a novembre 2018 con un altro oggetto, dando vita così a una scia di detriti che in seguito alla collisione hanno formato la coda luminosa somigliante a quella di una cometa.

Gli eventi astronomici del 2019



Seppur inaspettato, lo spettacolo offerto dalla coda dell’asteroide Gault si è aggiunto alla già lunga lista di eventi astronomici del 2019: dalle stelle cadenti già ammirate a inizio gennaio fino a due eclissi di Luna e l’imperdibile transito di Mercurio, previsto per novembre.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"