Rover della Nasa registra il suono di una tempesta di sabbia su Marte

Scienze

Perseverance ha catturato il rumore dei 'diavoli di polvere'. Sarà utile per studiare l'atmosfera e il clima del pianeta rosso in vista di future missioni

ascolta articolo

Il rover Perseverance della Nasa ha registrato per la prima volta il suono dei 'diavoli di polvere' su Marte (guarda il video in fondo all'articolo): lo ha fatto grazie al suo microfono, acceso proprio mentre il cratere Jezero veniva spazzato da un vortice di polveri e sabbia che si stima fosse alto 118 metri e largo 25. I dati raccolti, pubblicati su Nature Communications, aiuteranno a comprendere meglio le dinamiche dell'atmosfera marziana e il modo in cui le tempeste di polvere cambiano la superficie del pianeta. Tutte informazioni preziose in vista delle future missioni esplorative. 

Il microfono del rover registra tre minuti ogni 48 ore

leggi anche

Roccia spaziale colpisce Marte e forma cratere con pezzi di ghiaccio

"Possiamo imparare di più attraverso i suoni che con altri strumenti", afferma Roger Wiens, della Purdue University. "Il microfono ci consente di fare dei campionamenti circa 100mila volte al secondo aiutandoci ad avere una migliore idea generale di come è Marte". Il microfono, che rientra nella suite di strumenti SuperCam, non è sempre attivo: registra per circa tre minuti ogni due giorni. C'è voluta un po' di fortuna per ottenere la registrazione del 'diavolo di polvere', ma la cosa non era del tutto inaspettata. Finora, nel cratere Jezero dove è atterrato Perseverance, sono stati documentati quasi cento di questi piccoli tornado.

Scienze: I più letti