Spazio, missione riuscita per Bezos: il primo volo Blue Origin completato con successo

Scienze

Il razzo New Shepard del patron dell'azienda spaziale e fondatore di Amazon è decollato regolarmente alle 15.12 ora italiana. A bordo quattro persone, tra cui l'82enne aviatrice Wally Funk e il 18enne Oliver Daemen. Ha raggiunto una quota di circa 100 chilometri facendo sperimentare all'equipaggio la condizione di microgravità per tre minuti. Poi il rientro sul nostro pianeta. Bezos: "Superate tutte le aspettative"

È stata completata con successo la prima missione spaziale di Blue Origin (LE FOTO DEL VIAGGIO). Dopo un volo di 10 minuti è atterrata come da programma nel deserto texano la capsula New Shepard della compagnia privata di Jeff Bezos, che ha così effettuato il suo primo volo suborbitale con equipaggio portando oltre il confine dell'atmosfera il patron, suo fratello Mark, l'82enne Wally Funk e il 18enne Oliver Daemen. Il volo è decollato alle 15.12 ora italiana. Ha raggiunto una quota di circa 100 chilometri facendo sperimentare all'equipaggio la condizione di microgravità, la mancanza di peso che provano gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), per circa tre minuti. (QUI LA DIRETTA BLUE ORIGIN)

Bezos: "Superate tutte le aspettative"

approfondimento

Bezos nello spazio, primo volo Blue Origin completato. FOTO

"Avevo grandi aspettative ma sono state abbondantemente superate". Questo il primo commento di Jeff Bezos nella conferenza stampa dopo il volo. L'assenza di gravità è stata la più grande sorpresa: fluttuare senza peso "è sembrata una cosa così normale, come se l'uomo si fosse evoluto per stare in quell'ambiente: è stata un'esperienza piacevole", ha detto il fondatore di Amazon. Poi ha raccontato di essere stato colpito dalla bellezza e dalla fragilità della Terra. Appena tornato sulla Terra, il patron di Amazon aveva subito detto che quello era il suo "miglior giorno in assoluto". Una volta indossato il suo cappello texano, è stato il primo a uscire dal portello per riabbracciare amici e parenti e stappare una bottiglia di champagne. Tutti i membri dell'equipaggio sono usciti sorridenti e in ottime condizioni.

Il volo e le fasi della missione

vedi anche

Bezos nello spazio, primo volo Blue Origin completato. FOTO

Il volo, che segue di pochi giorni il successo analogo ottenuto dalla Virgin Galactic con a bordo Richard Branson, è avvenuto simbolicamente il 20 luglio, nell’anniversario dello storico sbarco dell'Apollo 11 sulla Luna. La durata del volo è stata di circa 10 minuti e mezzo: nei primi tre, il velivolo ha accelerato fino a raggiungere la velocità di Mach 3, soglia oltre la quale i passeggeri iniziano a non avvertire più la gravità. Nei successivi tre minuti, il velivolo ha raggiunto l'Apogeo e ha iniziato la discesa, sempre in condizioni di microgravità. I paracadute, infine, hanno rallentato la capsula fino a un miglio/h, velocità alla quale è avvenuto l'atterraggio, nel Deserto di Chihuahua, nel Texas occidentale.

Il turismo spaziale

leggi anche

Elon Musk volerà nello spazio con l’astronave di Richard Branson

Blue Origin ha già comunicato di avere altri clienti: "Abbiamo intenzione di effettuare altri due voli quest'anno e molti altri in futuro. Abbiamo già una lista di clienti interessati", ha detto Ariane Cornell, direttore delle vendite dei voli umani di Blue Origin. A differenza dei voli con Virgin Galactic i cui recenti biglietti sono stati venduti a 250mila dollari, non è noto il costo per quelli Blue Origin. L'unico dato comunicato è stato che uno dei quattro posti del lancio inaugurale era stato venduto all'asta per 28 milioni, ma l'anonimo vincitore si è poi dovuto tirare indietro per questioni di incompatibilità di impegni lasciando così il posto al giovane Daemen.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24