Marte, il drone Ingenuity sopravvissuto alla notte a -90 gradi: primo volo l'11 aprile

Scienze
Credit: NASA/JPL-Caltech

L’elicottero-drone rilasciato dal rover Perseverance è riuscito a resistere alla glaciale notte marziana. Dopo la ricarica con i pannelli fotovoltaici, volerà per la prima volta sul Pianeta Rosso nel fine settimana

Il nuovo passo nell’esplorazione di Marte arriva da Ingenuity. L’elicottero-drone rilasciato dal rover Perseverance è riuscito a resistere ai -90 gradi della notte marziana. Ora lo attende il suo primo volo, l’11 aprile. Un passo importante anche in vista dell’esplorazione umana di Marte: dimostrerà come sia possibile volare anche in un’atmosfera diversa da quella terrestre.

Il volo su Marte l'11 aprile

approfondimento

Marte, il "selfie" del rover Curiosity davanti a Mont Mercou

Il drone ha affrontato il freddo glaciale di Marte nel cratere Jezero, senza il collegamento alimentazione proveniente da Perseverance. senza essere collegato per l’alimentazione al Perseverance. Il piccolo elicottero è alimentato da batterie agli ioni litio, ha due eliche e pesa 1,8 chili. A bordo c’è una telecamera, ma nessun apparecchio scientifico. Per lui gli scienziati della Nasa hanno stabilito cinque voli di prova fino a circa cinquanta metri di distanza e a cinque metri d’altezza. Ingenuity entrerà nella storia dell’esplorazione dello spazio come il primo velivolo alimentato autonomamente ad alzarsi in volo su un altro pianeta. I pannelli fotovoltaici del drone ricaricheranno ora il veivolo in previsione del volo dell’11 aprile.

Scienze: I più letti