Nasa, l'occhio dell'uragano Laura negli Usa visto dallo spazio

Scienze
Nasa/Chris Cassidy

Dai satelliti dell’agenzia americana e dagli scatti degli astronauti una visione dall'alto della “depressione tropicale" in Louisiana e Texas

Prima di essere declassata dai meteorologi da "uragano" a una meno potente "depressione tropicale", la tempesta Laura ha provocato giovedì 27 agosto venti e mareggiate, oltre che devastazione e danni in Louisiana e Texas (FOTO). Le vittime finora accertate sono 6, principalmente a causa della caduta di alberi. Dai satelliti della Nasa e dagli astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale sono arrivate nuove immagini che mostrano la potenza e la portata del fenomeno.

Le immagini dallo spazio

 

"State al sicuro tutti" ha scritto su Twitter l'astronauta della Nasa Chris Cassidy, condividendo le foto che ha catturato dalla Stazione Spaziale Internazionale. Anche il satellite Terra della Nasa ha acquisito immagini a colori naturali dell'uragano Laura mentre si avvicinava alle coste del Golfo del Messico. La telecamera Epic della Nasa a bordo del satellite Dscovr dell'Agenzia per l'Atmosfera e gli oceani (Noaa) in orbita a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, ha invece scattato una foto completa del disco dell'uragano mentre si muoveva attraverso il Golfo del Messico. In un video pubblicato su Twitter dal National Weather Service si può vedere dallo spazio l’occhio della "depressione tropicale" Laura.

Problemi per la Nasa

 

A causa dell'uragano la Nasa ha chiuso temporaneamente il Johnson Space Center, a Houston nel Texas, inviando in un centro di controllo di riserva nel Texas centrale un piccolo gruppo di personale cruciale per le missioni sulla Stazione Spaziale, che si occupa del monitoraggio e dell'invio di comandi per i sistemi più importanti della Stazione. "Una squadra di controllo si trova nel Texas centrale per gestire tutte le operazioni del Segmento operativo degli Stati Uniti", ha detto il portavoce della Nasa Rob Navias. In ogni caso, ha aggiunto, "le operazioni della Iss stanno procedendo senza intoppi, senza impatti o minacce per l'equipaggio". Nel caso in cui il centro diventi inaccessibile dopo l'uragano, è stata allestita una sala di controllo di riserva presso il Marshall Space Flight Center dell'agenzia a Huntsville, in Alabama, destinata all'intera squadra di controllori di volo.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24