Incendi foreste, carbonio arriva negli oceani trasportato dai fiumi

Scienze

È quanto emerso da un nuovo studio condotto da un team di ricercatori coordinato da Matthew Jones, dell’Università britannica dell’East Anglia, che ha calcolato la quantità di carbonio che raggiunge l’oceano, studiando le acque di 78 fiumi in tutto il mondo

Il carbonio prodotto dagli incendi delle foreste arriva negli oceani trasportato dai fiumi, dove viene immagazzinato per millenni. È quanto emerso da un nuovo studio condotto da un team di ricercatori coordinato da Matthew Jones, dell’Università britannica dell’East Anglia. Ogni anno, secondo le stime, vengono riversate negli oceani 18 milioni di tonnellate di carbonio prodotto dagli incendi, che oltre ad emettere nell’atmosfera due miliardi di tonnellate di carbonio ogni anno, ne producono circa 250 milioni di tonnellate sotto forma di residui bruciati, come carbone e cenere. "Circa la metà del carbonio in questi residui è nella forma del cosiddetto “nero di carbonio”. Abbiamo dimostrato che circa un terzo di tutto il carbonio nero raggiunge gli oceani”, ha spiegato Matthew Jones, coordinatore dello studio. "Questa è una buona cosa perché quel carbonio viene bloccato e immagazzinato per periodi molto lunghi, ci vogliono decine di millenni affinché il carbonio nero si degradi in anidride carbonica negli oceani".

 

Lo studio nel dettaglio 

 

Per compiere lo studio, pubblicato sulle pagine della rivista specializzata Nature Communication, gli esperti hanno calcolato la quantità di carbonio (generato dagli incedi) che raggiunge l’oceano, studiando le acque di 78 fiumi sparsi per il mondo, esclusi quelli presenti in Antartide.  

"Gli incendi producono materiali ricchi di carbonio, come carbone e cenere, che si degradano molto lentamente nei suoli. Sappiamo che questo carbonio bruciato impiega circa 10 volte più tempo a degradarsi negli oceani che sulla terra”, ha aggiunto il coordinatore del team di ricerca. “I fiumi sono i nastri trasportatori che spostano il carbonio dalla terra agli oceani, quindi determinano quanto tempo impiega il carbonio bruciato a degradarsi e per questo abbiamo deciso di stimare la quantità di carbonio bruciato che raggiunge gli oceani attraverso i fiumi". 

Stando alle stime degli esperti, ogni anno finiscono negli oceani 43 milioni di tonnellate tra carbonio generato dagli incendi e quello trasportato dai sedimenti. "Abbiamo scoperto che circa il 12% di tutto il carbonio che fluisce attraverso i fiumi proviene dalla vegetazione bruciata".

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24