Termina Acoustic Diagnostics, l'esperimento italiano sull'udito degli astronauti

Scienze

Andrew Morgan ha preso parte all’ultimo test audiologico venerdì 20 marzo. I risultati ottenuti permetteranno di evidenziare o di escludere danni all’apparato uditivo e avranno delle ricadute sulla progettazione delle future missioni di lunga durata 

Comprendere se l’udito degli astronauti può essere messo a rischio dalla microgravità e dai rumori a bordo della Staziona Spaziale Internazionale (Iss): era questo lo scopo dell’esperimento italiano “Acoustic Diagnostics”, che si è concluso da poco. Al test, il quarto dei sei realizzati dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) per la missione Beyond dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), hanno preso parte l’astronauta italiano Luca Parmitano e il collega della Nasa Andrew Morgan.

Lo svolgimento dell’esperimento “Acoustic Diagnostics”

Parmitano e Morgan sono stati sottoposti a vari test audiologici, necessari per valutare gli eventuali danni all’apparato uditivo causati dalla permanenza in condizioni di microgravità, prima, durante e dopo la missione Beyond. Dopo aver partecipato a quattro sessioni sperimentali assieme al collega statunitense, lo scorso gennaio AstroLuca ha preso parte alla quinta da solo. Andrew Morgan, invece, ha effettuato l’ultimo test venerdì 20 marzo, mettendo così la parola fine all’esperimento “Acoustic Diagnostics”. I risultati ottenuti permetteranno di evidenziare o di escludere danni all’apparato uditivo, anche di lieve entità e di natura transitoria, e avranno delle ricadute sulla progettazione delle future missioni di lunga durata.
Il responsabile scientifico di “Acoustic Diagnostics” è stato Arturo Moleti, ricercatore dell'Università di Roma Tor Vergata. All’esperimento ha anche collaborato un team composto da composto da Altec, Campus Biomedico, Università La Sapienza, Inail e Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr). Inoltre, Argotec e Telespazio hanno supportato l’integrazione, la raccolta di dati biomedici prima e dopo la missione Beyond e le operazioni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

L’appello di Luca Parmitano

In un video postato sui canal social della Regione Sicilia, Luca Parmitano ha promosso la campagna #iorestoacasa, invitando i cittadini a rispettare le misure restrittive introdotte per cercare di arginare la diffusione del coronavirus Sars-CoV-2 (segui la DIRETTA di Sky TG24). AstroLuca ha dato il buon esempio mettendosi in isolamento volontario nella sua abitazione di Houston, in Texas.

Scienze: I più letti