Nel cielo del 18 marzo corteo di astri aperto dalla Luna seguita da Marte, Giove e Saturno

Scienze

Lo spettacolo astronomico rappresentato dalla vicinanza tra Marte, Giove e Saturno, protagonisti di una serie di spettacolari di congiunzioni con il satellite della Terra, raggiunge il suo picco nella mattina di oggi 

Dopo la Superluna del 9 marzo, i protagonisti del terzo mese dell’anno sono Giove, Marte e Saturno, ben visibili nel mattino presto, ancor prima del sorgere del Sole, sull’orizzonte a Sud-Est.
Lo spettacolo astronomico rappresentato dalla vicinanza tra Marte, Giove e Saturno, protagonisti di una serie di spettacolari di congiunzioni con il satellite della Terra, raggiunge il suo picco nella mattina del 18 marzo.
Come spiega l’Unione Astrofili Italiani (Uai), “lo spettacolo dell’allineamento dei pianeti visibili al mattino nella costellazione del Sagittario, iniziato lo scorso mese di febbraio, culmina nel mese di marzo con una serie imperdibile di spettacolari congiunzioni. Il 18 marzo il corteo di astri è aperto dalla Luna calante seguita da Marte, Giove e Saturno”.

I tre pianeti protagonisti del cielo del mattino

Marte, Giove e Saturno sono i tre pianeti protagonisti del cielo del mattino di marzo: tutti visibili tra le prime luci dell’alba sull’orizzonte a Sud-Est.
Il primo, come spiegano gli esperti dell’Uai, “completa l’attraversamento della costellazione del Sagittario e dal 31 marzo lo si può osservare nel Capricorno”. Giove, che vanta le stesse condizioni di osservabilità di Marte, “rimane per tutto il mese di marzo nella costellazione del Sagittario”. Il terzo pianeta protagonista del cielo del mese è Saturno che il 21 marzo, all’inizio della Primavera, lascerà “il Sagittario, la costellazione che lo ospitava dal mese di febbraio del 2017. “Per i prossimi due anni circa troveremo Saturno nella costellazione del Capricorno”, spiega l’Unione Astrofili Italiani (Uai).

Altre congiunzioni

Nel cielo dell’alba del 19 marzo, dopo lo spettacolo dell’allineamento dei pianeti visibili al mattino, la Luna, “già entrata nel Capricorno, si troverà vicino a Saturno sull’orizzonte a Sud-Est, mentre Marte e Giove saranno appena più in alto, ancora all’interno della costellazione del Sagittario”. Il giorno seguente saranno in congiunzione Marte e Giove. Il loro spettacolare allineamento sarà osservabile sull’orizzonte orientale prima del sorgere del Sole, nella costellazione del Sagittario.
Il 21 e 28 marzo il satellite della Terra si allineerà a Venere, mentre l’ultima congiunzione del mese avverrà il 31 marzo.
Come spiega l’Unione Astrofili Italiani (Uai), “alla fine del mese lo spettacolo dei pianeti che si sposta nella costellazione del Capricorno, dove sull’orizzonte a Sud-Est si potrà ammirare la congiunzione tra Marte e Saturno, prima del sorgere del Sole del 31 marzo”.  

Scienze: I più letti