Asteroide Bennu, la sonda Nasa Osiris-Rex mai così vicina a usignolo

Scienze

Il veicolo durante le prove generali ha compiuto il sorvolo più ravvicinato, da soli 250 metri di altezza, al luogo scelto per la raccolta dei campioni dall’asteroide 

Dopo un anno di esplorazione della superficie dell'asteroide grazie al lavoro della sonda Osiris-Rex, la Nasa ha recentemente annunciato la zona di Bennu designata come sito di raccolta dei campioni, scelta tra le quattro aree preselezionate dal team di esperti a capo della missione, tutte identificate con i nomi di alcuni uccelli (usignolo, martin pescatore, falco pescatore e scolopacide).
A qualche mese dall’annuncio, durante le prove generali, la sonda ha recentemente compiuto il sorvolo più ravvicinato, da soli 250 metri di altezza, al luogo scelto per la raccolta dei campioni dall’asteroide: usignolo (nightingale), l’area più a nord delle quattro opzioni, situata in una sorta di piccolo cratere che è posto in uno molto più grande, dal diametro di circa 140 metri.

La manovra di avvicinamento nel dettaglio

Durante la manovra di avvicinamento, tutti gli strumenti scientifici della sonda Osiris-Rex erano in funzione.
La Nasa ha messo alla prova anche PolyCam, un telescopio da 20 centimetri in grado di scattare foto ad altissima risoluzione.
Terminata questa iniziale fase di test, l’Agenzia spaziale degli Stati Uniti darà il via alle prove di campionamento. Ne sono in programma due, una ad aprile e un’ulteriore a giugno.
Durante il prima missione la sonda sorvolerà usignolo a 125 metri di altezza, per poi eseguire la cosiddetta manovra di controllo: si avvicinerà al sito selezionato e interromperà la discesa a 50 metri di distanza dall’asteroide, prima di tornare in orbita.
Nella seconda prova, in programma a giugno, Osiris-Rex si avvicinerà ulteriormente all’asteroide raggiungendo una distanza compresa tra i 25 e i 40 metri.

L’obiettivo delle prove di campionamento

Le prove di campionamento saranno fondamentali per garantire il successo della missione della sonda della Nasa, che stando alle previsioni, inizierà a raccogliere i campioni da Bennu nel mese di agosto. Durante la manovra finale, Osiris-Rex si avvicinerà a usignolo e procederà nella missione grazie al suo meccanismo di campionamento, e a una potente carica di azoto fondamentale per far sollevare frammenti di rocce e polvere.
Nel caso in cui la raccolta dei campioni non andrà a buon fine, la Nasa deciderà se ritentare la missione su usignolo o se spostarsi sul sito di riserva Osprey. 

Scienze: I più letti