Gli scimpanzé fanno "rock" lanciando le pietre contro gli alberi: i possibili motivi

Scienze
Immagine di archivio (Getty Images)

Uno studio fa luce sul curioso comportamento di alcuni scimpanzé, osservati mentre tiravano i sassi contro i tronchi in una sorta di rituale dal significato misterioso. Le ipotesi degli scienziati sono molteplici 

Anche gli scimpanzé hanno il proprio personalissimo modo di fare rock. Più che di un genere musicale, si tratta in realtà di una suggestione proveniente dalla lingua inglese, nella quale “rock” significa pietra, proprio come quelle lanciate da alcune scimmie verso gli alberi, così da creare un curioso effetto sonoro, ma non solo. Il comportamento degli scimpanzé è stato osservato in alcuni esemplari dell’Africa occidentale dai ricercatori del Max Planck Institute di Lipsia ed è stato descritto sulla rivista Biology Letters, nel tentativo di fare luce su un comportamento dalle ragioni ancora misteriose, almeno in parte.

Gli scimpanzé e le pietre contro gli alberi

Nel breve video pubblicato da Science Magazine è possibile vedere gli scimpanzé prendere delle rocce e lanciarle contro un albero urlando, prima di allontanarsi rapidamente. Questa singolare maniera di produrre del “rock” è stata studiata dal team guidato da Ammie Kalan che, dopo aver notato come alcuni alberi risultassero più “popolari” di altri a giudicare dalle pietre presenti alla base, ha testato il suono restituito da 13 piante diverse lanciando dei sassi a ciascun albero. Ogni tipo di legno produceva infatti un timbro diverso: secondo i ricercatori, è possibile che gli scimpanzé amino i suoni particolarmente bassi e prolungati e prediligano quindi gli alberi che, colpiti da una pietra, generano un effetto acustico di questo tipo.

Le spiegazioni del rock degli scimpanzé

Quando i ricercatori osservarono il comportamento per la prima volta in quattro gruppi di scimpanzé in Guinea-Bissau, Guinea, Liberia e Costa d’Avorio l’ipotesi era che si trattasse di una sorta di rituale, dal significato però sconosciuto. Le successive analisi fatte sugli alberi, e sui suoni prodotti, hanno condotto a conclusioni più precise, come spiega la primatologa Kalan: “Forse la posizione degli alberi ha a che fare con le risorse vicine, come cibo o acqua”. In questo caso, il lancio delle pietre sui tronchi servirebbe a comunicare con altri esemplari, spiegando loro dove trovare queste risorse. Non si esclude la possibilità che il passatempo sia un modo per i maschi di dimostrare il proprio dominio, mentre è meno probabile che questo avvenga per semplice divertimento. “Il gioco è un comportamento poco strutturato, più spontaneo - spiega Kalan - Non si può pero' escludere che sia la loro versione di rock music”. 

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24