Le eclissi lunari influenzano davvero le maree?

Scienze
Le maree sono causate dalla forza di attrazione gravitazionale della Luna (foto: archivio Getty Images)

Sul potere della Luna si sono accumulate nel tempo superstizioni e credenze popolari, tra cui l'azione sui livelli del mare nel nostro pianeta. Ecco allora, tra leggende e verità scientifica, cosa succede in realtà

Sono tante le superstizioni e le leggende sulla Luna che si sono accumulate nel corso della storia dell’uomo e hanno affascinato l’opinione comune. Tra le tante credenze popolari, ce n'è una, in particolare, che avrebbe preso più piede anche se non confortata dalle evidenze scientifiche. Si tratta dell’ipotesi secondo la quale l’andamento delle maree possa essere influenzato dalle eclissi lunari. La scienza, però, ha dimostrato a più riprese quanto questa eventualità sia lontana dalle dinamiche reali. Ecco allora, tra miti e verità scientifica, quello che succede davvero.

Eclissi lunari: la spiegazione scientifica

L’eclissi lunare è un fenomeno ottico durante il quale l’ombra della Terra oscura più o meno completamente la Luna. Si tratta di uno degli avvenimenti astronomici più conosciuti anche dai non addetti ai lavori. Questo fenomeno avviene a condizione che il nostro satellite sia in fase di "piena" e che ci sia un allineamento di Sole, Terra e Luna, in quest’ordine, sullo stesso asse radiale. L'influsso di questi fenomeni sulla vita terrestre è molto discusso: l’agricoltura biodinamica, ad esempio, è una pseudoscienza che attribuisce alla Luna un ruolo chiave nella crescita delle piante. In quest’ottica, le eclissi finirebbero con influenzarne sia la fioritura che il processo di sviluppo.  

Cosa influenza davvero le maree

Secondo la definizione del Noaa, l’agenzia federale statunitense che si occupa di oceanografia, meteorologia e climatologia, le maree sono moti ondosi molto lunghi che hanno origine negli oceani e progrediscono in direzione delle coste. Sono causate dalla forza di attrazione gravitazionale esercitata dal Sole e, in misura maggiore, dalla Luna, in quanto molto più vicina alla Terra. La forza gravitazionale del nostro satellite, infatti, agisce sulla forma del pianeta, insieme alla forza centrifuga esercitata dalla Terra stessa in rotazione. L’effetto è maggiore sugli oceani appunto, dove l’acqua è libera di muoversi più facilmente.

Le tipologie di maree

L’intensità delle maree, dunque, dipende dalla disposizione di Luna e Sole. Nel caso in cui il satellite e la stella si trovino sulla stessa linea, le maree risultano più intense. La forza gravitazionale della Luna, infatti, si somma a quella del Sole, dando vita ad un fenomeno che si chiama marea sigiziale, ovvero il momento in cui l’escursione fra l’alta e la bassa marea è al suo massimo livello. Quando, invece, il sistema composto da Sole, Terra e Luna forma un angolo retto, si hanno le maree di quadratura, meno accentuate delle precedenti. Sono quindi la disposizione e la forza di attrazione gravitazionale dei corpi celesti a provocare le maree e non l’oscuramento della Luna che, al contrario, non ha alcun tipo di influenza.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.