Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Nasa, pronto il primo elicottero spaziale: volerà su Marte nel 2020

I Titoli delle 13 del 29/3

2' di lettura

Si è completato al Jet Propulsion Laboratory un test chiave per il velivolo che parteciperà a Mars 2020, atterrando l’anno successivo: sarà il primo a esplorare il Pianeta Rosso dall’alto 

La missione Mars 2020 potrà contare anche su un mini elicottero per raggiungere nuovi traguardi nell’esplorazione del Pianeta Rosso, dopo che la Nasa ha comunicato ufficialmente di avere completato il primo e cruciale test di volo del mezzo. Si tratta del primo velivolo che studierà Marte, visto che fino a questo momento sono stati i rover a percorrere la superficie marziana alla ricerca di nuove informazioni. L’agenzia spaziale ha testato l’elicottero in una camera vuota con condizioni apposite che replicassero l’atmosfera del pianeta. La missione partirà nel luglio 2020, con l’arrivo su Marte previsto per il febbraio dell’anno successivo.

Nasa: elicottero testato in una ‘camera marziana’

La Nasa si è già segnata la data sull’agenda: nel 2021, per la prima volta un elicottero potrà studiare Marte dall’alto, dando una nuova prospettiva e un contributo da unire al grandissimo sforzo già compiuto dai vari rover. Si è tenuto infatti al Jet Propulsion Laboratory dell’agenzia spaziale statunitense un test decisivo per capire se il mini velivolo dal peso di 1,8 kg fosse davvero pronto per volare sul Pianeta Rosso. L’elicottero è stato inserito all’interno di un simulatore spaziale, una camera vuota larga circa 7 metri nella quale gli scienziati della Nasa hanno cercato di ricreare l’atmosfera marziana, che come ricorda MiMI Aung, project manager del progetto, “è densa soltanto l’1% di quella della Terra”.

L’elicottero su Marte che scriverà la storia

Le condizioni ricercate sono state ottenute prima ‘risucchiando’ dalla stanza l’azoto, l’ossigeno e gli altri gas presenti con un aspiratore, e poi immettendo il diossido di carbonio, elemento chiave dell’atmosfera di Marte. Il team ha dovuto inoltre eliminare due terzi della gravità terrestre per replicare quella presente sul Pianeta Rosso, riuscendo a far volare l’elicottero per un totale di un minuto in due prove distinte, ad un’altezza di 5 centimetri. “La prossima volta che voleremo, sarà su Marte”, ha affermato Aung, che ha anche ricordato tutti i veicoli storici testati nella medesima camera che ha ospitato il nuovo velivolo. “Guardare il nostro elicottero lì dentro mi ha ricordato che siamo sulla strada giusta per compiere un piccolo pezzo di storia spaziale”. 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"