Tumori, il caos delle cellule deriva dall’errata ricostruzione del Dna

Scienze
Getty_ricerca

Un’equipe di studiosi tedeschi ha scoperto che forme aggressive di tumore si sviluppano a causa di un malfunzionamento del sistema che regola la ricostruzione dei cromosomi 

Sarebbe un errore nel meccanismo di riparazione del Dna a portare le cellule al caos del tumore, dando il via a una serie di eventi catastrofici per l’organismo. È questa l’importante scoperta a cui è giunta un’equipe di studiosi del Centro tedesco per la ricerca sul cancro (Dkfz) e pubblicata sulla rivista Nature Communications. L’esito della ricerca è solo il primo passo verso la progettazione e lo sviluppo di farmaci in grado di contrastare questo fenomeno.

Cromotripsi, l’errata ricostruzione del Dna

L’errato meccanismo di riparazione del Dna è denominato ‘cromotripsi’ ed è stato individuato in circa il 20-30% dei tumori aggressivi. Si tratta di un caos nel nucleo delle cellule provocato dalla frammentazione dei cromosomi e da una loro successiva ricostruzione con un segmento non corrispondente. Si vengono così a creare centinaia di mutazioni genetiche partendo da poche unità. “Il caos provocato dai difetti di riparazione del Dna è spaventoso”, sottolinea Aurelie Ernst, coordinatrice dello studio. “Possiamo combattere in modo mirato le cellule tumorali che nascondono tali difetti, usando farmaci in grado di bloccare il meccanismo di riparazione del Dna di queste cellule. Questo - continua la ricercatrice - porta a così tanti danni genetici che la cellula non è in grado di sopravvivere, mentre le cellule sane non vengono intaccate da questi farmaci”.

Il gene Myc stimola la divisione delle cellule tumorali

I ricercatori hanno osservato che, disattivando il meccanismo di riparazione del Dna nelle cellule nervose dei topi, questi sviluppavano tumori al cervello molto aggressivi e che le cellule tumorali presentavano questa confusione genetica, dimostrando che il malfunzionamento del sistema di riparazione è tra le cause che scatenano il cancro. Inoltre, il fenomeno è accompagnato dall’abbondanza del gene Myc, che stimola la divisione delle cellule: “Se la riparazione del Dna è difettosa e Myc stimola la divisione di queste cellule danneggiate il rischio di caos nel genoma è particolarmente alto”, ha concluso Ernst.
Gli studiosi hanno analizzato anche diverse cellule tumorali umane, confermando anche nell’uomo la correlazione tra l’errore nella riparazione del Dna e caos genetico per alcuni tipi di cancro, in particolare quello al cervello, al seno e nei melanomi.

Scienze: I più letti