Unesco, alcuni patrimoni mondiali potrebbero sparire prima del 2100

Scienze
collage_unesco

Lo indica una simulazione svolta dal un’Università tedesca. 49 siti presenti nell’area del Mediterraneo sono minacciati dalle inondazioni o dall’erosione delle coste 

Tra i patrimoni mondiali dell’Unesco rientrano alcuni dei luoghi più belli e rappresentativi della penisola italiana. Purtroppo sembra che alcuni di questi tesori dell’umanità scompariranno prima del prossimo secolo a causa dell’erosione delle coste o dalle inondazioni dovute all’incremento del livello del mare.
A indicarlo è una simulazione effettuata da un team di esperti dell’Università tedesca di Kiel.

I patrimoni mondiali nel Mediterraneo sono a rischio

Il gruppo di scienziati, guidato dalla ricercatrice Lena Reimann, ha scoperto che 49 meraviglie dell’Unesco presenti nella zona del Mediterraneo sono a rischio. Ben 37 di esse potrebbero essere colpite da un’inondazione nei prossimi 100 anni, mentre tutte e 49 sono minacciate dall’erosione delle coste. Come si può facilmente intuire, alcuni siti sono minacciati da entrambi gli eventi. I ricercatori hanno inoltre determinato che entro il 2100 in tutto il bacino del Mediterraneo il rischio di inondazioni potrebbe aumentare del 50% e il rischio di erosione del 13%.
I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature Communications.

La tutela dei siti minacciati

Tra i siti a rischio ci sono Venezia, Ferrara, il delta del Po, Ravenna, le Cinque Terre, piazza del Duomo a Pisa, il centro storico di Napoli e le città barocche della Val di Noto.
Secondo la simulazione del team coordinato da Lena Reimann, tutti i tesori dell’Unesco rischiano di essere danneggiati da un’inondazione o dall’erosione costiera. Gli unici che non saranno interessati da questi eventi sono Medina e Xanthos-Letoon, entrambi in Turchia. Per gli autori dello studio è necessario adottare con urgenza dei sistemi per tutelare i luoghi patrimonio dell’Umanità. L’introduzione di alcune barriere artificiali potrebbe proteggere i siti a rischio, ma è di fondamentale importanza prestare attenzione al loro impatto estetico sull’ambiente. Un’altra possibile soluzione consiste nella creazione di barriere naturali adatte allo scopo.
Anche altri patrimoni dell’umanità presenti in varie aree del mondo rischiano di sparire a causa dell’azione dell’uomo o per cause naturali.
 

Scienze: I più letti