Covid: Germania verso quarta dose di vaccino contro la variante Omicron

Salute e Benessere

Lo ha annunciato in conferenza stampa il ministro della Salute Lauterbach, spiegando che una "aggressiva campagna di "booster" è la difesa più importante nella lotta contro Omicron"

Mentre la variante Omicron dilaga in tutta Europa, la Germania sta valutando l'ipotesi di somministrare una quarta dose di vaccino anti-Covid per cercare di fermare la diffusione del nuovo ceppo del coronavirus Sars-CoV-2. Lo ha annunciato in conferenza stampa il ministro della Salute Lauterbach, mettendo in allarme il Paese nei confronti della nuova variante. Una "aggressiva campagna di "booster" è la nostra difesa più importante nella lotta contro Omicron", ha aggiunto. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Germania: "Natale non sia scintilla esplosione Omicron"

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: news di oggi 22 dicembre

Secondo Lothar Wieler, presidente del Robert Koch Institute (Rki), Omicron diventerà la variante più diffusa in Germania entro tre settimane. "Le feste di Natale non devono diventare la scintilla che fa esplodere l'ondata della variante omicron", ha dichiarato in conferenza stampa, sottolineando che l'attuale calo dei contagi nel Paese non deve essere motivo di rilassamento. "L'incidenza è ancora troppo alta, molti ospedali sono ancora al limite. Dobbiamo anche prendere in considerazione un'ondata di infezioni che non abbiamo ancora mai visto prima", ha spiegato Wieler.

Germania: obiettivo 80% vaccinati entro gennaio

Quanto all'andamento della campagna di vaccinazione anti-Covid nel Paese, come annunciato dal portavoce del governo, Steffen Hebestreit, l'obiettivo che si è prefissato il Governo tedesco è quello di raggiungere quota 80% di vaccinati con la prima dose entro il 7 gennaio.
Al momento, in Germania, il 73,6% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid (61,2 milioni di persone).
Per raggiungere l'obiettivo dell'80%, saranno quindi necessarie 5,3 milioni di somministrazioni con prima dose entro il 7 gennaio. Giorno in cui, il cancelliere Olaf Scholz conta di poter discutere dei prossimi passi della lotta alla pandemia con i premier dei 16 lander tedeschi. Intanto, il Paese ha già
ordinato 4 milioni di dosi del nuovo vaccino Novavax, in arrivo a gennaio, e 11 milioni di dosi del preparato Valneva, ancora in attesa dell'autorizzazione.

Salute e benessere: Più letti