Covid, Agenas: terapie intensive in aumento in 5 Regioni, Sicilia e Sardegna al 13%

Salute e Benessere
©Ansa

Lo certificano i dati del monitoraggio giornaliero a cura dell'Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali aggiornati a ieri, 30 agosto. Per quanto riguarda l'occupazione di posti letto in reparto, 4 Regioni segnano un aumento giornaliero

La Sardegna e la Sicilia hanno oltrepassato la soglia massima del 10% prevista dai nuovi parametri per le terapie intensive, raggiungendo il 13%. Lo certificano i dati del monitoraggio giornaliero a cura dell'Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali (Agenas), aggiornati a ieri 30 agosto. Il tasso di occupazione delle terapie intensive è in aumento in 5 Regioni: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sardegna e Sicilia. (VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Reparti ordinari: Calabria e Sicilia sopra la soglia d'allerta  

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le ultime notizie del 31 agosto

Per quanto riguarda l'occupazione di posti letto in reparto, invece, sono quattro le Regioni che segnano un aumento giornaliero: Abruzzo, Calabria, Campania e Sicilia. In particolare la Calabria (+1%) arriva al 17% e la Sicilia (+2%) al 23%, entrambe oltre la soglia d'allerta del 15%.

 

Vaccini, in Sardegna ciclo completato per 80% dei vaccinabili  

 

In Sardegna, secondo il report del governo, ad oggi sono 985.892 le persone che hanno completato il ciclo con due dosi di vaccino anti-Covid o con la monodose Janssen. Ciò significa che nella Regione è stato immunizzato l'80,3% della popolazione vaccinabile. Con questi numeri l'isola non ha raggiunto però l'immunità di gregge, che si avrà solo quando l'80% della popolazione residente (circa 1,6 milioni di persone) avrà avuto le due dosi. Attualmente è stato immunizzato il 70% dei sardi: manca ancora un 10% per centrare l'obiettivo entro settembre o i primi di ottobre. Nel complesso ad oggi nella Regione sono state somministrati 2.114.855 dosi di vaccino, ovvero l'89,6% delle 2.360.307 consegnate alla Sardegna dalla struttura commissariale.

 

Vaccini, Ecdc: in Ue 67,3% della popolazione ha ricevuto due dosi

 

Quanto all'andamento della campagna di vaccinazione anti-Covid nell'Unione europea, secondo i dati aggiornati al 30 agosto pubblicati dal Centro europeo per il controllo delle malattie sul suo sito, il 67,3% (pari a 249 milioni di persone) della popolazione dell'Ue con più di 18 anni ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino. Si attesta invece al 76% (281 milioni di persone) la percentuale dei vaccinati con almeno una dose. Nelle specifico, come sottolineato dall'Agenas, in cima ai Paesi che hanno completato il ciclo di vaccinazione rispetto alla popolazione totale c'è Malta (con 79,84 somministrazioni di seconda dose per 100 abitanti), seguita da Portogallo (72,67) e Danimarca (71,40). L'Italia è invece in ottava posizione (61,18). Agli ultimi due posti ci sono Romania (26,67) e Bulgaria (16,72).

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24