Individuati nuovi biomarcatori della retinopatia diabetica. Lo studio

Salute e Benessere
©Ansa

Scoperti negli occhi dai ricercatori dell'Università dell'Indiana, potrebbero aiutare a gestire questa condizione, una delle complicanze del diabete, causata da alterazioni dei vasi sanguigni della retina

Nuovi passi in avanti contro la retinopatia diabetica, tra le principali cause di cecità degli adulti.
Un nuovo studio condotto dall'Università dell'Indiana e pubblicato su Plos One è riuscito a individuare negli occhi nuovi biomarcatori che potrebbero aiutare a gestire questa condizione, una delle complicanze del diabete, causata da alterazioni dei vasi sanguigni della retina. Come spiegato dai ricercatori sul sito dell'ateneo, durante le sue fasi iniziali, il diabete può colpire gli occhi prima che i cambiamenti siano rilevabili con un esame clinico. Tuttavia, dal nuovo studio sulla retina è emerso che queste modifiche potrebbero essere misurate prima di quanto si pensasse in precedenza grazie a tecniche ottiche specializzate e analisi computerizzate.

Lo studio nel dettaglio

approfondimento

Diabete 1, al via progetto su trapianto isole pancreatiche incapsulate

"È possibile ottenere una diagnosi precoce del danno retinico da diabete con metodi indolori e ciò potrebbe aiutare a identificare i pazienti non diagnosticati abbastanza precocemente", ha spiegato la coautrice dello studio Ann E. Elsner. Il nuovo metodo, in grado di rilevare la retinopatia diabetica grazie a un sistema di intelligenza artificiale, "può essere combinato con altre tecniche di Ia per fornire informazioni precoci localizzate su specifici strati retinici o tipi di tessuti, il che consente l'inclusione di informazioni non analizzate negli altri algoritmi", ha aggiunto la ricercatrice.

Cos'è la retinopatia diabetica

Come detto, la retinopatia diabetica è una complicazione del diabete che colpisce gli occhi, causata da un danno ai vasi sanguigni del tessuto della parte fotosensibile dell'occhio, la retina. Come spiegato sul portale di Humanitas, prestigioso polo medico nel Milanese, questa condizione può svilupparsi in tutti i pazienti che soffrono di diabete di tipo 1 e di diabete di tipo 2; ma nei pazienti che hanno il diabete da molti anni e nei casi in cui lo zucchero nel sangue è stato controllato a lungo male è più probabile il rischio di retinopatia. La sua sintomatologia comprende: macchie o fili scuri che galleggiano davanti agli occhi (miodesopsie), vista offuscata, aree scure e perdita dell'acutezza visiva, ipovisione,
difficoltà nella percezione dei colori e cecità.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24