Vaccini Covid, Speranza: "85% personale scolastico con almeno 1 dose, dato robusto"

Salute e Benessere
©Ansa

Lo ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al question time alla Camera. "Variante Delta? C'è la preoccupazione che diverrà prevalente. Stiamo lavorando per rafforzare la capacità di sequenziamento", ha aggiunto

Ad oggi "l'85% delle persone che operano nelle scuole ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti-Covid: è sbagliato far passare un messaggio che non riconosca che siamo di fronte a un dato robusto. Detto questo, dobbiamo ancora lavorare perché questo numero possa salire". Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al question time alla Camera. (VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Speranza: "In Italia 59 milioni di dosi somministrate"

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le ultime notizie di oggi 14 luglio 2021

Commentando l'andamento della campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid, Speranza ha annunciato che in Italia oggi si raggiunge quota "59 milioni di dosi somministrate". "I dati sono incoraggianti, e c'è una adesione significativa negli over 80 che sono per oltre il 90% vaccinati. Ma c'è preoccupazione per la variante Delta che diverrà prevalente: stiamo lavorando per rafforzare la capacità di sequenziamento, il 6% dei casi vengono sequenziati ma dobbiamo aumentare. Stessa cosa vale per il tracciamento, dobbiamo tenere a livelli alti e poi la campagna di vaccinazione è fondamentale", ha aggiunto il ministro della Salute, sottolineando che, stando ai dati aggiornati a questa mattina, sono "28,4 milioni le green card scaricate dai portali".

"Con vaccini da 30mila ricoveri a 1128 in pochi mesi"

Sempre a proposito di vaccini anti-covid, Speranza ha sottolineato che "le vaccinazioni anti-Covid hanno già prodotto un effetto: l'Italia soltanto pochi mesi fa aveva quasi 30mila persone ricoverate in ospedale e a ieri sera ne ha 1.128; avevamo quasi 3800 persone in terapie intensiva e oggi ne abbiamo 157". "Se ciò è stato possibile non è solo grazie al comportamento attendo di tante persone ma soprattutto grazie alla campagna di vaccinazione ed ai numeri che sono assolutamente significativi", ha aggiunto.

"Quest'anno 17.400 borse di specializzazione medica, numero mai visto prima"

In riferimento alle borse di specializzazione in medicina finanziate dallo Stato, Speranza ha ricordato che nel 2021 "arriviamo a 17.400". Si tratta di "un numero mai visto prima", contando che "tra il 2016 e il 2019 abbiamo avuto 6mila borse di specializzazione medica in media in un anno". "Abbiamo investito in un maggior numero di borse di specializzazione negli ultimi due anni che nei precedenti 5 - ha aggiunto -. Dobbiamo continuare a investire e obiettivo del governo è investire nelle risorse umane".

"Lavoro per raddoppio borse medici medicina generale"

"Quest'anno il mio obiettivo è di lavorare per raddoppiare almeno rispetto all'anno passato il numero delle borse di medicina generale che andremo a finanziare: questo raddoppio è realistico anche grazie alla scelta che il governo ha fatto di investire una parte delle risorse del Pnrr sulla formazione dei medici di medicina generale", ha sottolineato il ministro della Salute. Inoltre, ha annunciato, "i medici che si iscrivono al corso di formazione specifica in Medicina generale potranno continuare a mantenere anche incarichi convenzionali in deroga alla normativa vigente. Proprio oggi ho firmato il decreto di proroga di una disposizione che era stata fatta nei mesi precedenti. Questo lo ritengo indispensabile anche per il lavoro straordinario che i medici di medicina generale stanno facendo durante l'emergenza Covid".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24