Covid Uk, a Londra nessun decesso nelle ultime 24 ore, è la prima volta in sei mesi

Salute e Benessere

Lo riporta la Bbc, citando i dati del 28 marzo del Public Health England (Phe), secondo i quali ieri nella capitale nel Regno Unito non sono stati registrati decessi di pazienti entro 28 giorni da un test positivo al Covid

A Londra nelle ultime 24 ore, per la prima volta in sei mesi, non sono stati registrati decessi legati al coronavirus. Lo riporta la Bbc, citando i dati del 28 marzo del Public Health England (Phe), secondo i quali ieri nella capitale nel Regno Unito non sono stati registrati decessi di pazienti entro 28 giorni da un test positivo al Covid.
"Questo è un traguardo fantastico, ma siamo molto lontani dal tornare alla normalità", ha commentato un medico.

 

Londra: epicentro della prima ondata

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le ultime notizie del 29 marzo 2021

È la prima volta da settembre che i dati Covid giornalieri mostrano zero morti nella capitale del Regno Unito.
Londra ha registrato il 12% dei decessi nel Paese ed è stata l'epicentro della prima ondata della pandemia lo scorso anno. Al culmine dell'emergenza sanitaria, lo scorso aprile, a Londra si registravano circa 230 decessi al giorno legati al coronavirus Sars-CoV-2.

 

Primi allentamenti del lockdown nel Regno Unito

 

Da oggi nel Regno Unito, dove nella giornata di ieri sono stati registrati complessivamente 19 decessi giornalieri legati al Covid, torna in vigore la cosiddetta "regola del 6", con il ritorno dei contatti sociali fra un massimo di 6 persone di due nuclei familiari diversi, e riprendono le attività sportive individuali all'aperto (tennis o golf).
Il calo dei contagi da Covid-19 e la massiccia campagna di vaccinazione messa in atto nel Paese hanno infatti consentito al Governo britannico di rispettare un'ulteriore tappa del piano per la riapertura del Paese, fissata proprio in data odierna, 29 marzo, con la possibilità di tornare ad avere contatti sociali tra massimo 6 persone, assieme all'autorizzazione a praticare sport all'aperto. Per ora restano ancora chiusi nel Paese negozi non essenziali, pub, ristoranti (salvo asporto), cinema, teatri, piscine e luoghi d'intrattenimento.
Come ribadito nelle scorse ore dallo stesso premier, Boris Johnson, l'allentamento resta comunque cauto e condizionato all'andamento "dei dati, non a date" prestabilite.  
Il governo britannico, come ha ricordato il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, punta infatti ad un allentamento delle restrizioni del lockdown non veloce "ma irreversibile". "Non vogliamo andare troppo veloce", ha aggiunto Hancock, invitando la popolazione a continuare a rispettare le norme anticontagio.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24