Moderna e Pfizer avviano fase finale test vaccino. Fauci: “Sorpresa d’ottobre possibile”

Salute e Benessere

Le due società hanno ottenuto 2 miliardi dal governo Usa nell'ambito dell'operazione “Warp Speed” voluta dalla Casa Bianca. Fauci non esclude il vaccino già in autunno

Dopo Moderna, anche l’americana Pfizer ha annunciato il via della fase 3, quella finale, di sperimentazione clinica sull'uomo del suo vaccino anti Covid-19 (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA). Sviluppato in collaborazione con la tedesca BionTech, l’”antidoto” in questa ultima fase di test sarà sperimentato su circa 30.000 partecipanti di età compresa tra i 18 e gli 85 anni in 39 Stati Usa e in altre parti del mondo. La sperimentazione  clinica sull'uomo di fase 3 del vaccino anti Covid-19 messo a punto da Moderna, invece, verrà eseguita in 89 siti americani su circa 30.000 volontari sani. Le due società hanno ottenuto 2 miliardi dal governo Usa nell'ambito dell'operazione “Warp Speed” voluta dalla Casa

Bianca. Fauci non esclude il vaccino già in autunno. Trump: “Pronta produzione di massa”.

 

Coronavirus: Fauci non esclude vaccino entro ottobre

 

Anthony Fauci, l'immunologo della task force anti Covid-19 Usa, non esclude che un vaccino anti Covid-19 possa essere pronto entro ottobre o, più probabilmente, entro novembre. Il direttore dell'Istituto nazionale per le malattie infettive statunitense, in una call con la stampa specializzata, non ha dunque escluso la cosiddetta “October Surprise” nel giorno della notizia dell'avvio della “fase 3” della sperimentazione del vaccino sviluppato dall'azienda Usa Moderna. “L’approvazione a ottobre è possibile, probabilmente a novembre, ma potrebbe arrivare anche prima”, ha commentato l’immunologo.

"Sul fronte del vaccino stiamo facendo enormi progressi. Non siamo mai andati così veloce”,ha dichiarato il presidente Donald Trump affermando che negli Usa "si stanno producendo in anticipo i candidati al vaccino più promettenti”. 

 

Vaccino Pfizer, BionTech: “Lo scopo è portarlo sul mercato il più presto possibile” 

 

"Molti passi sono stati compiuti verso questo importante traguardo e vogliamo ringraziare tutti quelli coinvolti per il loro straordinario impegno", ha dichiarato in una nota l'amministratore di BionTech, Ugur Sahin. I test clinici riflettono "il primario obiettivo della società di portare sul mercato il più presto possibile, un vaccino ben tollerato ed efficace", sottolinea Sahin, segnalando che la società continuerà a valutare anche altri possibili antidoti "nell'ambito di un differenziato portafoglio di vaccini".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24