Legame tra sonno e rabbia: dormire poco può rendere più irascibili

Salute e Benessere
Immagine di archivio (Getty Images)
dormire_getty_images

Lo rivela un nuovo studio: una perdita di sonno incide negativamente sulla capacità delle persone di adattarsi alle situazioni di stress della vita quotidiana 

Capita di domandarsi perché alcune giornate siano caratterizzate da un particolare nervosismo. Ci sono diverse ragioni che possono portare a sentirsi irritabili: tra queste gli scienziati sottolineano la mancanza di sonno, che impedirebbe alle persone di affrontare in modo efficace le situazioni più complicate, abbandonandosi alla rabbia. Il ricercatore Zlatan Krizan e il suo team della Iowa State University hanno infatti condotto un esperimento in cui cercavano di sottoporre individui poco riposati a situazioni di stress. I risultati dello studio, pubblicati sul Journal of Experimental Psychology: General, evidenziano come la perdita di ore di sonno incida inevitabilmente sulle reazioni emotive delle persone.

Affrontare situazioni frustranti

Sebbene il legame tra la stanchezza e l’irritabilità possa sembrare intuitivo e naturale, quello condotto dal team statunitense è uno dei primi studi che mostra una chiara connessione tra il poco sonno e il sorgere della rabbia. In particolare, i ricercatori hanno guardato a quella capacità che porta le persone ad adattarsi nel quotidiano a situazioni che prevedono imprevisti o condizioni sfavorevoli. Per farlo, i partecipanti sono stati divisi in due gruppi: il primo doveva mantenere il ciclo di sonno inalterato, mentre i soggetti del secondo dormivano circa 4 ore e mezza ogni notte, simulando secondo Krizan la perdita di sonno che si può verificare solitamente durante la vita di tutti i giorni.

Chi dorme poco si arrabbia di più


Prima e dopo l’esperimento che sottoponeva i due gruppi a diverse condizioni di riposo, il team ha chiesto ai partecipanti di esprimere una valutazione su alcuni prodotti con diversi rumori fastidiosi in sottofondo, per simulare quelle situazioni che possono generare nervosismo nella vita quotidiana. “In generale - afferma Krizan - gli individui a cui veniva tolto del sonno mostravano più rabbia”. Infatti, se normalmente le persone tendevano a irritarsi mano a mano che il rumore diveniva più fastidioso, coloro che avevano dormito poco si arrabbiavano di più a prescindere dall’intensità del suono. Krizan spiega quindi che, oltre a generare tristezza e ansia, la mancanza di sonno incide direttamente e in modo unico sulla tendenza ad arrabbiarsi. Per avere un ulteriore conferma di quanto osservato, i ricercatori stanno analizzando i dati di 200 studenti universitari che hanno tenuto un diario del proprio sonno per un mese. Secondo i risultati iniziali, i ragazzi si sarebbero resi conto di provare più rabbia del normale nei giorni in cui hanno dormito poco.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.