Bambini: ferite e cadute, mai lasciarli soli credendoli al sicuro

Salute e Benessere
getty_bambini_tablet

Tra il 2007 e il 2016, oltre 2 milioni di bambini statunitensi con meno di 5 anni sono stati trattati in pronto soccorso per ferite derivanti da cadute da mobili con parti morbide 

Spesso i genitori con figli sono soliti sottovalutare la gravità degli incidenti che si possono verificare lasciando anche per pochi secondi i bambini da soli sui lettini e sul divano. Probabilmente questo avviene in quanto i mobili dotati di parti morbide vengono spesso erroneamente classificati come più sicuri rispetto ad altri oggetti dell’arredo.
È importante, però, non farsi ingannare dalla falsa sicurezza e sorvegliare i bimbi anche nelle situazioni apparentemente non pericolose.
Sono più di 2 milioni i bambini statunitensi con età inferiore a 5 anni, che tra il 2007 e il 2016 sono stati trattati in pronto soccorso per ferite e traumi lievi derivanti da cadute da mobili con parti morbide, come letti o divani.
A rivelarlo è una ricerca esposta in occasione dell’American Academy of Pediatrics 2018 National Conference & Exhibition, in corso a Orlando dal 2 al 6 novembre 2018.

Esaminati i dati del Sistema di sorveglianza degli infortuni

Per compiere lo studio, gli esperti hanno analizzato nel dettaglio i dati del sistema di sorveglianza degli infortuni elettronici nazionali della Commissione per la sicurezza dei consumatori negli Stati Uniti, dal 2007 al 2016. È così emerso che in quell’intervallo di tempo ben 2.3 milioni di bambini di età inferiore a 5 anni sono stati visitati in reparti di emergenza degli ospedali al fine di trattare diverse lesioni derivanti da cadute da letti o divani, con una media di 230.026 feriti ogni anno.
"I genitori spesso lasciano i bimbi su un letto o un divano, si allontanano per un po' e pensano che non sia pericoloso”, spiega Viachaslau Bradko, coordinatore dello studio.

Lesioni al volto e alla testa

Gli esperti hanno dedotto che i bimbi avrebbero un rischio 2,5 volte maggiore di subire ferite in seguito a cadute da mobili morbidi, rispetto agli incidenti legati ad altre strutture apparentemente più pericolose, come le scale.
In aggiunta, il 60% dei bambini feriti da questa tipologia di cadute riporta lesioni, seppur di lieve entità, alla testa e al volto. Fortunatamente, però, solo il 2.7% subisce un trauma grave e potenzialmente letale.
“La nostra ricerca mostra che questi tipi di cadute sono ora la fonte più comune di lesioni in questo gruppo di età”, afferma Bradko.

Salute e benessere: Più letti