Mangiare più pesce in gravidanza sviluppa vista e cervello del bambino

Salute e Benessere
Getty_Images-pesce

Secondo uno studio finlandese gli acidi grassi contenuti nell’alimento giocherebbero un ruolo importante nel sistema nervoso, favorendo la crescita di capacità visive e cerebrali

Che alimentazione seguire durante la gravidanza? Un nuovo studio finlandese rivela che una dieta particolarmente ricca di pesce apporterebbe importanti benefici al bambino, contribuendo a uno sviluppo superiore del cervello e della vista. A condurre questa ricerca, pubblicata dalla rivista scientifica specializzata in temi infantili Pedriatic Research, è stato un team dell’Università di Turku che ha collaborato con l’Ospedale universitario della stessa città, situata nella Finlandia meridionale. La sinergia tra l’Ateneo e la struttura sanitaria ha permesso agli studiosi di monitorare il regime alimentare di decine di madri in gravidanza e di osservare che un consumo maggiore di pesce corrispondeva a una crescita delle capacità cerebrali e visive del nascituro.

Gravidanza e allattamento i periodi migliori

Il lavoro va ad aggiungersi a una serie di studi precedenti che confermano dunque come l’alimentazione di una donna in gravidanza sia importante per la crescita del bambino. I risultati della ricerca si riferiscono in modo specifico ai pesci grassi, che conterrebbero gli acidi grassi polinsaturi, che presentano una lunga struttura a catena e sarebbero particolarmente importanti per la vista e il cervello. Secondo Kirsi Laitinen, che ha condotto lo studio, la gravidanza e l’allattamento sarebbero i modi migliori con cui far assumere al feto queste sostanze, poiché coinciderebbero con il periodo di massimo sviluppo cerebrale del bambino nei primi anni di vita.

Retina e sistema nervoso

Gli acidi grassi polinsaturi contribuiscono alla formazione di sinapsi che giocano un ruolo chiave nel trasporto di messaggi tra neuroni all’interno del sistema nervoso. Inoltre, avrebbero anche la funzione di modellare le cellule nervose, importanti per lo sviluppo della vista, soprattutto per quanto riguarda la retina. I risultati dello studio si basano su una scala non eccessivamente ampia, guardando a 56 madri che nel periodo di gravidanza hanno tenuto un diario alimentare. L’osservazione ha riguardato poi i figli delle stesse donne, da cui i ricercatori hanno potuto constatare che “un consumo frequente di pesce nelle madri aiuta lo sviluppo del bambino non ancora nato”, spiega Laitinen. Considerando specificamente i test visivi, i figli delle mamme che mangiavano pesce tre o più volte a settimana ottenevano risultati di gran lunga migliori rispetto a chi era nato da donne che ne consumavano una quantità minore. 

Salute e benessere: Più letti