Frutta e verdura, il miglior alleato delle donne contro le rughe

Salute e Benessere
Getty-frutta_verdura

Secondo uno studio, condotto dai ricercatori della University of Michigan School of Public Health, un’alimentazione ricca di sodio, carni lavorate e cereali integrali potrebbe contribuire a un sano invecchiamento cellulare 

Secondo una nuova ricerca, pubblicata sull’American Journal of Epidemiology, un’alimentazione ricca di frutta, verdura, sodio, carni lavorate e cereali integrali a basso contenuto di zuccheri aggiunti può contribuire a un miglior invecchiamento cellulare nelle donne. Per compiere lo studio, i ricercatori hanno analizzato l’associazione tra la lunghezza di alcuni frammenti di Dna e la dieta.

La lunghezza dei telomeri

I telomeri sono delle particolari strutture di Dna, situate all’estremità dei cromosomi, che hanno la particolare funzione di proteggere l’acido nucleico, contenente informazioni genetiche, e di garantirne la stabilità. La lunghezza di questi frammenti è tra i migliori indicatori dell'invecchiamento nel corpo umano: a telomeri più corti corrisponde una maggiore età cellulare. Dei recenti studi hanno tuttavia dimostrato la presenza di altri fattori, di natura comportamentale, ambientale e psicologica, che determinano la riduzione di queste particolari strutture di Dna. Dalle ricerche è infatti emerso che a telomeri più corti è spesso associato anche un rischio maggiore di diagnosi di particolari patologie quali, il diabete di tipo 2, alcune tipologie di tumori e disturbi cardiaci.

La ricerca nel dettaglio

Lo studio, condotto dai ricercatori dell’University of Michigan School of Public Health, ha analizzato le diete di 5.000 adulti, associando a ciascun regime alimentare un punteggio. Dalla ricerca è emerso che per gli individui di sesso femminile, i punteggi maggiori, derivanti dal consumo di un'alimentazione più sana, erano associati a telomeri di lunghezza maggiore.
“Siamo rimasti sorpresi dal fatto che tutti i risultati fossero coerenti tra loro”, hanno commentato gli studiosi che hanno contribuito alla realizzazione dell’esperimento.
Tutti i regimi alimentari presi in esame sottolineano l’importanza del consumo proteico nel garantire un migliore invecchiamento cellulare. I ricercatori raccomandano, infatti, l’assunzione di sani alimenti in sostituzione di quelli maggiormente ricchi di grassi, delle carni rosse, alle bevande gassate, responsabili di una maggiore riduzione dei telomeri. Negli uomini i valori emersi, nonostante fossero simili a quelli ottenuti dalle donne, non sono risultati statisticamente significativi.

Salute e benessere: Più letti