Covid Lazio, il bollettino: 772 casi su oltre 31mila test

Lazio
©IPA/Fotogramma

I ricoverati sono 262, le terapie intensive 36 e i guariti 78. I casi a Roma città sono a quota 401

Il link al nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi dal Lazio

 

Nel Lazio su oltre 13mila tamponi e oltre 18mila antigenici, per un totale di oltre 31mila test, si registrano 772 nuovi casi positivi, più 229 rispetto a ieri (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA).

16:09 - Nel Lazio 772 casi su oltre 31mila test

Nel Lazio su oltre 13mila tamponi (+85) e oltre 18mila antigenici per un totale di oltre 31mila test, si registrano 772 nuovi casi positivi (+229), 2 decessi (+2). I ricoverati sono 262 (+8), le terapie intensive sono 36 (+1), i guariti sono 78. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,8% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende all'2,4%. I casi a Roma città sono a quota 401.

15:59 - Non si vaccinano, sospesi sei operatori sanitari della Asl Viterbo

Sei operatori sociosanitari della Asl di Viterbo che non si vaccinati sono stati sospesi. Altri undici, sempre della Asl viterbese, sono stati invece ricollocati. Lo si apprende da Tusciaweb. Diciassette in totale gli "atti di accertamento" che sarebbero già stati comunicati agli interessati. Gli operatori sanitari che non si sono ancora vaccinati, verrebbero prima sottoposti a tutta una serie di riscontri. Se non emergono elementi che rendano necessaria la scelta di non vaccinarsi scatta allora il provvedimento di sospensione o ricollocazione.

12:05 - Green Pass: controlli anche a caselli per fiaccolata Roma

Controlli anche ai caselli autostradali in vista del sit-in con fiaccolata organizzata stasera a piazza del Popolo per protestare contro il Green pass e per cui è atteso l'arrivo di manifestanti da altre città. La manifestazione è regolarmente preavvisata. Si tratta del terzo sit-in in pochi giorni nella Capitale per protestare contro il certificato verde.

12:02 - D'Amato: "Riconoscere Sputnik o danni a turismo"

"Non riconoscere ai fini della certificaziona vaccinale chi si è immunizzato con Sputnik arreca un danno al turismo ed è un problema anche per cittadini italiani in Russia e i cittadini di San Marino". Lo dichiara l'assessore alla sanità della Regione Lazio. "Penso sia utile studiare delle formule che consentano ai fini del Pass, il riconoscimento di questo farmaco, superando il paradosso che vede lo Sputnik adatto al progetto Covax, gestito dall'OMS per garantire a tutti i paesi del mondo l'accesso al vaccino, per poi non riconoscerlo come certificazione vaccinale", aggiunge. "Il mancato riconoscimento ai fini di avvenuta vaccinazione dello Sputnik è un danno al nostro settore turistico poiché viene meno il flusso proveniente dalla Federazione Russa, che è stato sempre significativo per il nostro paese e anche per Roma Capitale - spiega l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato- Questa questione riguarda anche diversi cittadini italiani che lavorano in Russia e i cittadini di San Marino che hanno ricevuto questo vaccino".

6:58 - Nel Lazio 543 casi, Roma a quota 351

Su oltre 13mila tamponi (+5.385) e oltre 22mila antigenici, per un totale di oltre 35mila test, ieri nel Lazio si sono registrati 543 nuovi casi positivi (-7), zero decessi (-2), i ricoverati sono 254 (+14), le terapie intensive sono 35 (+1), i guariti sono 303. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,1% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende all'1,5%. I casi a Roma città sono a quota 351.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24