Covid, nel Lazio 633 nuovi casi su oltre 31mila tamponi

Lazio

Diminuiscono i casi, i decessi le terapie intensive e i ricoverati. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2%

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi nel Lazio

 

Nel Lazio su oltre 15mila tamponi (+1710) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 31mila test, si registrano 633 nuovi casi positivi (-2), 22 decessi (-18), 1269 guariti, 1732 ricoverati (-86), 244 terapie intensive (-11). Diminuiscono i casi, i decessi le terapie intensive e i ricoverati. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2%. Secondo l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, è probabile che il Lazio raggiunga l'immunità di gregge ad agosto. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:45 - Vaccini, nel Lazio primi 2 giorni di richiamo Astrazeneca 8mila dosi

"Nei primi due giorni dei richiami di Astrazeneca rivolti principalmente al personale scolastico e delle forze dell'ordine sono state somministrate oltre 8mila dosi. Zero rinunce e nessuna segnalazione di evento avverso. Nell'intero mese di maggio sono previsti circa 160mila richiami per completare il percorso vaccinale Astrazeneca." Lo dichiara in una nota l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

17:48 - Zingaretti: "Il Lazio migliora, ora aprire nuova fase"

"Oggi nel Lazio diminuiscono i nuovi casi #Covid19. Sono 633, di cui 300 a Roma. Diminuiscono le terapie intensive occupate, i ricoverati e i decessi. Aumentano le vaccinazioni. I dati mostrano una situazione in miglioramento. Abbiamo fatto bene a non abbassare la guardia o sarebbe stato un dramma. Ora si può aprire una fase nuova con vaccini, nuove regole e sostegni all'economia". Lo scrive su Facebook il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti

16:33 - Vaccini, nel Lazio il 17% del target ha completato ciclo

Nel Lazio oggi è stato superato il dato di 800mila cittadini con completamento del ciclo vaccinale, il 17% della popolazione target. Dal 15 maggio sarà attiva la prenotazione sul portale salutelazio.it per la fascia di età 52 e 53 anni (ovvero i nati nel 1968 e 1969). Il 15 e 16 maggio cio sarà l'open day Astrazeneca con ticket virtuale: domani saranno comunicate tutte le informazioni relative alla modalita' di accesso sui canali istituzionale di salutelazio. L'assessore D'Amato ha visitato gli infermieri alla Nuvola per la giornata internazionale dell'infermiere: "il loro è un ruolo fondamentale del servizio sanitario e nel contrasto alla pandemia", ha detto D'Amato.

16:29 - Nel Lazio 633 nuovi casi. A Roma quota 300

Nel Lazio su oltre 15mila tamponi (+1710) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 31mila test, si registrano 633 nuovi casi positivi (-2), 22 decessi (-18), 1269 guariti, 1732 ricoverati (-86), 244 terapie intensive (-11). Diminuiscono i casi, i decessi le terapie intensive e i ricoverati. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2%. I casi a Roma citta' sono a quota 300. "Continua la frenata, oggi nuovo record di diminuzione numero di nuovi postivi. I dati sono tutti in calo, è un segnale positivo, continuiamo cosi", dice l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato.

14:57 - Targa d'onore David Donatello a sanitari Lazio

"Sono felice per il riconoscimento d'onore che hanno ricevuto i nostri operatori sanitari Silvia Angeletti, direttrice dell'UOC Lab. Analisi Policlinico Universitario - Campus Biomedico, Ivanna Legkar, direttrice Farmacia e area test antiCovid Gemelli a Casa A. Gemelli, e Stefano Marongiu, coordinatore infermieristico Usca-R Inmi Spallanzani che riceve il premio proprio nella giornata Internazionale degli Infermieri. In particolare, ai tre operatori è stata consegnata la targa d'onore David Donatello 2021 per essersi distinti per l'importante contributo alla ripresa in sicurezza delle attività delle produzioni cinematografiche e audiovive a Roma e in Italia durante la crisi COVID-19". Lo comunica in una nota l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato.

14:16 - Vaccini: al via il 15 maggio a mezzanotte prenotazioni 53-52enni

Prosegue la campagna vaccinale nel Lazio per gli over 50. Sabato 15 maggio a mezzanotte scattano le prenotazioni per i 52-53enni, ovvero le classi 1968-1969. Inoltre da lunedì 17 maggio gli ultra40enni potranno vaccinarsi presso i medici di base con Astrazeneca e Johnson&Johnson. Nel fine settimana inoltre saranno 21 i centri vaccinali tra Roma e provincia interessati dall'open day Astrazeneca rivolto agli over 40 (nati 1981) con ticket virtuale (su piattaforma dedicata).

13:44 - Vaccini: gruppo di cittadini ricorre a Tar per il richiamo a 21 giorni

Un gruppo di cittadini del Lazio ricorre al Tar contro lo slittamento del richiamo del vaccino Pfizer. "Dopo un confronto con diversi legali, informiamo che ci sono i presupposti per procedere attraverso un ricorso al Tar in urgenza per chiedere la sospensiva del provvedimento con cui il richiamo del vaccino Pfizer viene posticipato da 21 a 35 giorni", informa la coordinatrice del gruppo che ha aperto una pagina Facebook per raccogliere le firme. Secondo gli organizzatori dell'azione legale "il consenso informato è vincolante" e ricordano che l'indicazione di "Aifa e Ema è di fare il richiamo dopo tre settimane”.

12:52 - Inaugurato reparto di terapia sub-intensiva all'ospedale di Colleferro

Inaugurato questa mattina alla presenza dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, del Direttore generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, del sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, del Ceo di Avio, Giulio Ranzo, e della Consigliera Regionale Eleonora Mattia, il Reparto di Terapia Sub-Intensiva dell'Ospedale "Parodi Delfino" di Colleferro. "Questa inaugurazione ha un grande valore, soprattutto in questo momento - ha sottolineato l'assessore D'Amato - Nessuno di noi immaginava il 29 gennaio scorso, avuta la notizia della coppia cinese a Roma con i sintomi del Covid, che le nostre vite sarebbero cambiate. L'iniziativa di oggi è molto importante, prova della rinnovata sinergia tra pubblico e privato. Voglio ribadire che prudenza e cautela sono state e restano le parole d'ordine che ci hanno permesso di essere la regione che è stata per più tempo in zona gialla, grazie anche alla collaborazione dei cittadini ma soprattutto al lavoro encomiabile dei sanitari. Siamo in una fase di speranza - ha aggiunto D'Amato - perché la scienza ci ha consegnato armi formidabili, infatti la campagna vaccinale nel Lazio procede speditamente: abbiamo somministrato 2 milioni e 400mila dosi, il 16% ha fatto seconda dose, soprattutto gli over 80 e i fragili. Da ieri dopo sette mesi abbiamo avuto il minor numero di positivi, questa è la strada che ci porterà fuori dalla pandemia e ci metterà in sicurezza da punto di vista sanitario, economico e sociale". La realizzazione del reparto - è stato sottolineato - è frutto di una generosa donazione dell'Azienda avio s.p.a. "La nostra città che si appresta a divenire capitale europea dello spazio riceve da Avio un dono molto prezioso: quello del reparto di terapia sub-intensiva. La comunità fabbrica ancora una volta dimostra il suo attaccamento e la sua volontà nel difendere l'ospedale di Colleferro " ha detto il sindaco sindaco Sanna. Mentre il direttore generale Santonocito ha spiegato: "Oggi abbiamo inaugurato nuovi posti letto di area semi critica nel Po di Colleferro. Si tratta di 2 posti letto a cui si aggiunge un posto letto per isolato. Dalla cooperazione tra Azienda, Regione, Comune e il prezioso contributo di Avio, nasce una nuova realtà a supporto della rianimazione già presente e che meglio possa adeguarsi alle esigenze del territorio, fornendo servizi ed ampliando le caratteristiche sanitarie del PO di Colleferro". Per Giulio Ranzo, Amministratore Delegato di Avio S.p.A." L'inaugurazione di questo reparto è la dimostrazione tangibile che quando si instaura una virtuosa sinergia tra pubblico e privato, come quella che da sempre vede intrecciate a più livelli la realtà di Avio con Colleferro e la sua comunità, si riesce a creare valore e a rispondere ai bisogni concreti dell'intera collettività locale in maniera rapida ed efficiente".

11:00 - D’Amato: “Nel Lazio immunità di gregge ad agosto”

"Dipende dalle forniture di vaccini, ma ritengo che possa arrivare a metà agosto". Così Alessio D'Amato, assessore Sanità Regione Lazio, a 24 Mattino su Radio 24, a proposito dell'immunità di gregge nel Lazio. In merito alla possibilità di vaccinare chi va in vacanza in un'altra regione, D'Amato ha detto: "Penso che ci sarà un accordo, è necessario per evitare una battuta d'arresto nel mese di agosto. Ne abbiamo parlato, il commissario Figliuolo è determinato, c'è un tema di sistemi informativi da mettere in comunicazione tra di loro, ma attraverso l'anagrafe vaccinale nazionale io credo che ci si arriverà in breve tempo”.

7:13 - Nel Lazio 635 contagi: dato più basso degli ultimi 7 mesi

"Il numero più basso di positivi negli ultimi sette mesi. Forte frenata nei contagi". Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato. Su oltre 13.301 mila tamponi nel Lazio (+2251) e oltre 21 mila antigenici per un totale di quasi 25 mila test, si registrano 635 nuovi positivi (-45 rispetto a ieri) , 40 decessi (+23) e + 1.230 guariti. "Diminuiscono i casi, forte calo delle terapie intensive e calo dei ricoverati - sottolinea D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi e' a 4.7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2.4%. I casi a Roma città sono a quota 406".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.