Frosinone, immigrazione clandestina: sgominata organizzazione

Lazio
©Ansa

Le indagini hanno consentito di delineare i contorni di un'articolata organizzazione a carattere transnazionale attiva nel favorire l'ingresso illegale di immigrati

Alle prime luci dell'alba, la polizia di Frosinone, con la collaborazione di altre Questure del centro-nord, ha eseguito 10 misure cautelari in carcere nei confronti di stranieri di origine prevalentemente curdo-irachena accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina anche attraverso il procacciamento e la falsificazione di documenti.

L'indagine

L'indagine è nata da un procedimento avviato presso la procura di Cassino su un sequestro di 50mila euro contraffatti avvenuto a Frosinone nel 2017. Denaro che era stato trasportato da quattro cittadini curdo-iracheni. I trasferimenti avvenivano via aereo e ai migranti venivano forniti, in cambio di 2.500 euro, documenti di identità falsi. I migranti clandestini accedevano in area Schengen sia dalla Grecia che attraverso le frontiere di Bari, Roma, Venezia e Pisa. Dopo una temporanea permanenza in alcune abitazioni a Roma, gli stranieri proseguivano per i Paesi del nord Europa. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.