Covid Lazio, D'Amato: "Variante inglese si affaccia nella regione". Oggi 894 casi

Lazio
©Ansa

Così l'assessore in Commissione Sanità: "Allo stato attuale bisogna mantenere ancora alta l'attenzione rispetto alla circolazione del virus, seppure alcuni indicatori siano in lieve diminuzione". Da marzo al via le vaccinazioni nelle carceri

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi nel Lazio

"Nella nostra regione si è cominciata ad affacciare, con una presenza non importante come in altre regioni, la cosiddetta variante inglese". A renderlo noto è l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, intervenuto oggi in commissione sanità. Da metà marzo al via le vaccinazioni nelle carceri.

Oggi in regione si contano 894 nuovi casi a fronte di oltre 31mila test, con un'incidenza dell'8%. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

16:46 - Nel Lazio somministrate oltre 295mila dosi di vaccino

Va avanti intanto il piano vaccinale nel Lazio dove sono state superate le 295mila dosi somministrate. Il 18 febbraio al via le prenotazioni per i docenti di scuola e università e gli operatori dei servizi per l'infanzia. La prenotazione sarà scaglionata per fasce di età secondo il calendario: 45-55 anni dal 18 di febbraio; 35-44 anni dal 22 febbraio; under 34 anni dal 26 febbraio. Il vaccino è quello di Astrazeneca e verra' prenotata sia la prima che la seconda somministrazione. questa modalità non riguarda gli studenti (over 18) che potranno rivolgersi ai medici di medicina generale quando arriverà il loro turno. "Ricordo che verranno eseguiti i controlli incrociati con le banche dati e al momento della somministrazione del vaccino, pertanto invito al rispetto delle categorie. La vaccinazione è rivolta alle persone assistite dal servizio sanitario regionale", ricorda l'assessore alla sanità Alessio D'Amato. Oggi intanto è stata superata la quota delle 295 mila dosi somministrate nel Lazio e sono oltre 116 mila le persone che hanno ricevuto i richiami. Si va verso le 55 mila vaccinazioni over 80. Ad oggi hanno effettuato la prenotazione 262 mila anziani (sono state eseguite già' 3 mila somministrazioni a domicilio).

16:40 - Nel Lazio 894 nuovi casi su oltre 31mila test

Nel Lazio oggi su oltre 10 mila tamponi nel Lazio (-950) e quasi 21 mila antigenici per un totale di oltre 31 mila test, si registrano 894 casi positivi (+134), 32 i decessi (-2) e +2.031 guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è all'8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 3%. I casi a Roma città sono sotto quota 600.

16:31 - A metà marzo vaccini nelle carceri

Nel Lazio a metà marzo inizierà la somministrazione del vaccino a detenuti e personale carcerario. Lunedì prossimo 22 febbraio invece al via la somministrazione al personale, docente e non docente, di scuole e università del Lazio. "Confidiamo di concludere la platea dei docenti in sei settimane", ovvero agli inizi di aprile, ha detto l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. Il tema è stato affrontato in un'audizione in consiglio regionale: "Verranno utilizzati hub importanti come la Nuvola all'Eur e la stazione Termini, ma in generale tutte le strutture - in totale 27 - sono attive", ha proseguito l'assessore.

16:06 - A Rieti al via le vaccinazioni alle forze dell'ordine

E' partita oggi pomeriggio, presso il Centro vaccinale del Distretto 1 di Rieti, la vaccinazione anti-covid19 dedicata alle Forze dell'Ordine, under 55 anni: Aeronautica, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Vigili del Fuoco. Da giovedì, invece, il personale della Scuola e delle Università, docente e non docente, con età compresa tra i 18 anni (anno di nascita 2003) e i 55 anni (anno di nascita 1966), senza patologie, potrà prenotare online il vaccino. Le somministrazioni in questo caso inizieranno dal 22 febbraio. Il numero di dosi somministrate nel Reatino, tra prima e seconda, raggiunge quota 8.001, le prenotazioni sono finora 9.904.

15:48 – D'Amato: “Vaccino italiano potrebbe essere disponibile a settembre”

"Per noi è importante avere il cosiddetto il vaccino 'made in Italy', su cui anche la Regione Lazio ha investito. Ci sono anche altre Regioni che chiedono di poter partecipare al vaccino Reithera. Noi crediamo che potrebbe essere disponibile a settembre con 100 milioni di dosi", ha detto l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, intervenuto oggi in commissione regionale Sanità. "La campagna vaccinale - avverte D'Amato - non si concluderà con la singola o la doppia dose, si concluderà quando raggiungeremo l'immunizzazione di gregge. È facilmente prevedibile che anche i prossimi anni dovremmo fare vaccini anti-Covid".

15:25 - D’Amato: ”Nel Lazio 7-9mila vaccini al giorno, potremmo farne 30mila"

Nel Lazio "stiamo marciando sulle 7mila-9mila vaccinazioni al giorno, ma la capacità di somministrazione è di 30mila al giorno". Lo afferma l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato in commissione Sanità del Consiglio regionale. D'Amato auspica che il "tema sia all'attenzione del nuovo governo perché avere più dosi oggi è dirimente". "Contiamo di avere a disposizione più dosi, perché la nostra capacità di somministrazione è ampiamente superiore" a quella attuale. "Con più dosi potrebbe essere credibile l'obiettivo di raggiungere 30mila vaccinazioni al giorno e pertanto restringere i tempi di immunizzazione. E' una corsa contro il tempo", dice l'assessore. Due variabili importanti, secondo il titolare della salute del Lazio, sono: "l'approvazione del nuovo vaccino Johnson & Johnson" e "l'estensione di Astrazeneca fino a 65 anni, come avviene in Germania".

15:16 - Le tappe dei vaccini nel Lazio

Terminate le vaccinazioni degli operatori sanitari, da alcuni giorni nel Lazio sono iniziate per gli over 80. Con il ritmo attuale, che potrebbe essere di molto accelerato in presenza di più dosi, questa categoria dovrebbe essere conclusa entro il mese di aprile. Lunedì 22 febbraio inizieranno le somministrazioni per il personale scolastico, mentre a metà marzo si comincerà con la popolazione carceraria. Sono le tappe delle vaccinazioni nel Lazio illustrate dall'assessore alla Sanità Alessio D'Amato nella commissione competente del Consiglio regionale. "Stiamo per concludere con gli operatori sanitari - ha detto D'Amato -. Sono rimasti alcuni operatori sanitari privati. Da alcuni giorni sono iniziate le somministrazioni per gli over 80: ad oggi abbiamo superato 54mila vaccinati e oltre 260mila prenotati". Per quanto riguarda le altre categorie, "la prima che verrà presa in considerazione dopo gli over 80, che contiamo di concludere entro aprile, sono le persone estremamente vulnerabili, per proseguire con le fasce d'età 75-79, 74-70 e così via". In questi casi verranno utilizzati sempre i sieri Pfizer e Moderna". Dall'1 marzo "inizieremo con le somministrazioni dei medicina generali" per la popolazione "fino ai 55 anni di età - aggiunge D'Amato -. I medici di medicina generale inizieranno con la fascia 55-54 anni nel primo mese (circa 180mila persone), la fascia 53-52 ad aprile, 51-50 a maggio". A metà marzo si inizieranno le somministrazioni del vaccino anti-Covid anche ad "una particolare categoria: il mondo delle carceri, personale e detenuti".

14:47 - D’Amato: “Variante inglese si affaccia nel Lazio”

"Nella nostra regione si è cominciata ad affacciare, con una presenza non importante come in altre regioni, la cosiddetta variante inglese. Allo stato attuale bisogna mantenere ancora alta l'attenzione rispetto alla circolazione del virus, seppure alcuni indicatori siano in lieve diminuzione" nel Lazio. Lo ha detto l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato in commissione Sanità del Consiglio regionale del Lazio.

11:25 - Vaccino Lazio, da giovedì dosi a under55 polizia locale Roma

"Stamani, in raccordo con il Prefetto di Roma e il Comandante del Corpo di Polizia di Roma Capitale, secondo quanto è stato concordato in seno al Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, sono state comunicate le prime disponibilità degli slot per gli under 55 anni riservate agli operatori del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale. Si inizierà giovedì presso l'Hub vaccinale del parcheggio Lunga Sosta di Fiumicino". Lo comunica l'Unità di Crisi Covud-19 della Regione Lazio. "Le modalità di invio e selezione spettano al Comando del Corpo in raccordo con i responsabili dell'Hub vaccinale e l'Unità di Crisi - spiega l'Unità di Crisi regionale -. Sempre giovedì inizieranno le vaccinazioni anche per la Polizia Locale del Comune di Fiumicino, territorio che ospita l'Hub vaccinale. Tutte le altre Polizie Locali dei Comuni della provincia di Roma hanno ricevuto una comunicazione da parte del Prefetto per organizzare le rispettive somministrazioni". 

7:14 - Nel Lazio 760 nuovi casi su 15.654 tamponi

Ieri sono stati 760 i nuovi contagi registrati nel Lazio su 15.654 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 254 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 2.090. In isolamento domiciliare 36.086 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 3.721.071 tamponi.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24