Coronavirus Roma, lo Spallanzani: "96 ricoverati, finora 492 dimessi"

Lazio
©Ansa

Così il bollettino: "Di questi 44 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2, 52 sottoposti a indagini. Tre pazienti necessitano di terapia intensiva"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Allo Spallanzani di Roma sono ricoverati in questo momento "96 pazienti. Di questi 44 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2, 52 sottoposti a indagini. Tre pazienti necessitano di terapia intensiva", recita il bollettino. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:49 - Raggi: "Tra venerdì e sabato oltre 4.000 controlli"

"Il rispetto delle regole è fondamentale soprattutto ora che abbiamo passato la fase più critica dell'emergenza. Per questo dobbiamo continuare a essere responsabili e non abbassare la guardia. Anche questo fine settimana la Polizia Locale ha presidiato le aree della movida: tra venerdì e sabato sera sono stati effettuati oltre 4mila controlli per garantire il rispetto delle regole e il corretto distanziamento". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Gli accertamenti della Polizia sono proseguiti fino a tarda notte con presidi fissi nei maggiori luoghi di ritrovo per evitare assembramenti - aggiunge - Sono state più di 70 le sanzioni per la vendita e il consumo di alcolici oltre l’orario consentito nelle piazze principali. Per assicurare il giusto rispetto delle distanze gli agenti hanno chiuso momentaneamente al transito alcune aree più affollate. Interventi tempestivi per limitare al massimo gli assembramenti. A tutela della sicurezza stradale gli agenti hanno rilevato circa 600 infrazioni, con oltre settanta veicoli rimossi per sosta irregolare e hanno effettuato numerosi controlli per contrastare i comportamenti pericolosi alla guida. In zona Eur sottolinea la sindaca - sono state oltre 50 le violazioni accertate ai sensi del codice della strada. Voglio rivolgermi ancora una volta ai più giovani: rispettiamo le regole, siamo responsabili. Non dobbiamo vanificare quanto fatto finora. Restiamo uniti nell'affrontare questa emergenza".

17:31 - In Lazio 841 positivi, finora 6418 dimessi

Sono 841 gli attuali casi positivi di Covid 19 nel Lazio. Di questi 641 sono in isolamento domiciliare, 187 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 13 sono ricoverati in terapia intensiva. È quanto emerge dai dati della Regione. 837 sono i pazienti deceduti e 6418 le persone guarite.

15:22 - D’Amato: “Sotto controllo focolaio Fiumicino”

"Oggi registriamo un dato di 14 casi positivi e zero decessi. A Roma città si registrano 6 nuovi casi. Nella Asl Roma 3 è sotto controllo il focolaio a Fiumicino". Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato. "Non risultano al momento positivi tra i clienti delle due attività di ristorazione - ha aggiunto l'assessore -. Eseguiti oltre 1.100 tamponi al drive-in di Casal Bernocchi per l'indagine epidemiologica e voglio ringraziare gli operatori per lo straordinario lavoro fatto nelle ultime 48 ore".

"Nella Asl Roma 1 - ha proseguito D'Amato - si registrano due casi positivi relativi a due persone senza fissa dimora intercettati al pronto soccorso del San Giovanni e del Santo Spirito. Nella Asl Roma 2 un caso positivo di rientro dal Pakistan. Sono state attivate le procedure di contact tracing internazionale. Nella Asl Roma 6 sono 7 i nuovi casi positivi tutti riferibili ad un cluster familiare già noto per altri due casi che può ritenersi limitato allo stretto ambito familiare tra Anzio e Ardea. In corso l'indagine epidemiologica e il contact tracing".

13:36 - Fermi a 8 i positivi legati al bistrot di Fiumicino

Sono oltre 1100 i tamponi eseguiti ad oggi dal drive-in di Casal Bernocchi sulle persone collegate al caso del dipendente del bistrot di Fiumicino risultato positivo al coronavirus. I positivi in tutto rimangono otto. Lo rende noto il sindaco Esterino Montino. "Per qualche ora, tra questa notte e stamattina, si è pensato che il numero potesse salire a 10 - spiega il sindaco - perché sul primo test eseguito su due persone, il dispositivo che li analizza aveva dato esito di "possibile positivo". A quel punto, come da protocollo, le due persone, altri membri dello staff di Indispensa, sono stati sottoposti ad ulteriori due tamponi di verifica per ognuno. Entrambi questi nuovi test hanno dato esito negativo. Quindi, al momento, su 1100 tamponi eseguiti - prosegue Montino - rimangono 8 le persone positive". "Il drive-in di Casal Bernocchi sta lavorando ininterrottamente da 48 ore, notte e giorno - sottolinea ancora il sindaco - Questa mattina alle 5 c'erano ben 32 macchine in fila per il tampone. Un lavoro molto serio, capillare e instancabile per il quale voglio ringraziare, a nome di tutta la città, le operatrici e gli operatori della Asl RM3, il commissario straordinario dott. Quintavalle e la direttrice sanitaria dott.ssa Amato. Ed è grazie all'intervento tempestivo e immediato dell'assessore alla Salute della Regione, Alessio d'Amato, in coordinamento con il Comune se siamo riusciti a contenere il possibile focolaio impedendo che il contagio si allargasse a macchia d'olio. Il Comune è in costante contatto con l'assessorato regionale e la Asl RM3 per monitorare la situazione. Intanto il drive-in della Asl rimane aperto anche oggi fino alle 20 e, comunque, fino a quando non saranno eseguiti i tamponi a tutte le persone presenti. Ribadisco l'appello ai gestori di locali e strutture ricettive di ogni genere a tenere puntigliosamente il registro dei clienti per facilitare, in casi del genere, un intervento efficace e immediato".

13:04 - Fiumicino, titolari locali chiusi: "Rispettati i protocolli"

Sul caso del dipendente positivo al Covid-19, presso il bistrot "indispensa" di Fiumicino, intervengono i titolari dell'attività commerciale chiusa dalla Asl che, attraverso il loro legale, fanno sapere di "aver rispettato tutti i protocolli. Con tanto di tenuta del registro quotidiano delle temperature dei dipendenti e delle presenze clienti - afferma una nota dello studio legale - messo a disposizione delle autorità sanitarie con oltre 700 riferimenti per il contact tracing nel periodo attenzionato. Il problema sembrerebbe invece legato a una inadeguata politica di controllo, isolamento e quarantena dei cittadini provenienti in aereo dal Bangladesh. Dopo un primo viaggiatore risultato positivo al Coronavirus, un altro viaggiatore sintomatico sarebbe stato messo in isolamento volontario in una abitazione con altri concittadini del Bangladesh, tra i quali il lavapiatti risultato positivo ai controlli", prosegue l'avvocato Massimiliano Gabrielli che sta seguendo il caso per conto dei gestori del locale. "Se dalle verifiche che stiamo effettuando, risultasse confermato che un soggetto a rischio è stato lasciato libero di stare a contatto con altre persone che continuavano a uscire di casa e lavorare, portando il contagio anche in casa dei titolari del ristorante e dei loro familiari, chiederemo conto delle gravissime responsabilità su quanto è accaduto". Poi: "È bene precisare che i gestori avevano immediatamente già fermato in via precauzionale anche il chiosco "Spuma" che gestiscono sul lungomare di Fiumicino, sanificando a fondo e bonificando entrambi i locali, allo stato risultando i contagi limitati ai due titolari del locale, al lavapiatti del Bangladesh e un altro dipendente del bistrot "indispensa", non a contatto con i clienti che infatti, tamponi effettuati dalla Asl, sono a oggi risultati tutti negativi".

12:40 - Unità di crisi: "Sette casi per cluster familiare"

"Nella Asl Roma 6 oggi si registrano 7 nuovi casi positivi tutti riferibili a un cluster familiare già noto per altri due casi che può ritenersi limitato allo stretto ambito familiare tra Anzio e Ardea". Lo comunica l'Unità di Crisi Covid 19 della Regione Lazio. L'Unità di crisi regionale aggiunge che è "in corso l'indagine epidemiologica e il contact tracing".

11:55 - Virginia Raggi: "Al via Scuole aperte per bambini e ragazzi"

"È partito il progetto Scuole aperte in estate per aprire a bambini e adolescenti le porte degli istituti comprensivi della città, con attività e laboratori, durante il periodo delle vacanze". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Il progetto - spiega - prevede il coinvolgimento, in base alle possibilità delle scuole, non solo degli alunni degli istituti aderenti, ma anche di quelli del territorio. Lo abbiamo voluto fortemente, per offrire a bambini e ragazzi sempre più possibilità di riappropriarsi della socialità, in piena sicurezza, contribuendo anche ad aiutare i genitori che lavorano. Un'azione che rafforza le opportunità messe in campo per i più giovani, dopo l'apertura della Casina di Raffaello come centro estivo dedicato all'arte e alla creatività e lo stanziamento di circa sei milioni di euro, a beneficio dei Municipi, per supportare la nascita di centri estivi su tutto il territorio".

11:26 - Lo Spallanzani: "96 ricoverati, finora 492 dimessi"

Allo Spallanzani di Roma sono ricoverati in questo momento "96 pazienti. Di questi 44 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2, 52 sottoposti a indagini. Tre pazienti necessitano di terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 492". È quanto emerge dal bollettino medico dell'Istituto.

10:35 - Più controlli per SS. Pietro e Paolo sul litorale di Fiumicino

Saranno intensificati i controlli, sul litorale di Fiumicino, in occasione della Festività dei SS.Pietro e Paolo, quando tradizionalmente si prevede un grande afflusso di romani verso le spiagge di Isola Sacra, Focene, Fregene, Maccarese e Passoscuro e nelle decine di attività di ristorazione. In campo, già da oggi, 10 pattuglie della polizia locale, nell'ambito di un dispositivo interforze. Aumentate anche le presenze dei volontari, che presidiano gli accessi sugli 11 chilometri di spiagge libere, sui 24 complessivi. 

9:59 - Chiuso bar a Roma, non rispettava norme Covid

Nella serata di ieri, nel corso di controlli mirati al rispetto delle normative per la diffusione epidemiologica del virus Covid-19 da parte della polizia, è stato chiuso un bar di Piazza Bologna. Durante la verifica, gli agenti hanno identificato il gestore del locale e un dipendente, risultati inottemperanti alla prevista formazione sulle misure di prevenzione e sprovvisti dell'idoneo misuratore di temperatura corporea. Ultimati gli accertamenti, è stata disposta la cautelare sospensione dell'attività per due giorni al fine di consentire il ripristino delle adeguate misure di prevenzione previste. 

8:23 - Unità di crisi: "800 tamponi per cluster Fiumicino"

"Sono già stati eseguiti oltre 800 tamponi al drive-in della Asl Roma 3 a Casal Bernocchi che è stato potenziato con il contributo delle unità mobili USCA-R. Si andrà avanti ininterrottamente anche nella giornata di oggi per tracciare e testare tutti i contatti che hanno avuto a che fare con le due strutture di ristorazione a Fiumicino che sono state chiuse". Lo comunica l'Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. "L'indagine epidemiologica verrà estesa anche all'Ambasciata del Bangladesh di Roma in cui il giorno 22 giugno si è recato per motivi amministrativi il dipendente ora ricoverato allo Spallanzani", conclude l'Unità di Crisi regionale. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.