Roma, impicca il cane a un albero perché “troppo feroce”: denunciato

Lazio
©Fotogramma

Autore del gesto un uomo di 65 anni, che poi ha brandito una sega contro un agente della polizia penitenziaria che, notando la scena, era intervenuto nel tentativo di salvare l’animale. Denunciate anche le due donne proprietarie del cane

Ha impiccato il cane, di proprietà di due amiche, a un albero a un'altezza di 6 metri da terra perché, a loro detta, negli ultimi tempi era diventato "feroce e ingestibile”. Poi, l’autore del gesto, un uomo di 65 anni, ha brandito una sega contro un agente della polizia penitenziaria che, notando la scena, era intervenuto nel tentativo di salvare l’animale. L’episodio è accaduto il 19 giugno nel parco di via dei Lodigiani, alla periferia di Roma, ma è stato reso noto solo oggi.

Le denunce

Il 65enne è riuscito in un primo momento a fuggire, mentre le due donne avrebbero cercato di impedire all’agente di far prendere il numero di targa. Rintracciato, l’uomo è stato denunciato dalla polizia per uccisione di animali, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, mentre le due amiche devono rispondere di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale e favoreggiamento. La sega e la corda con cui ha ucciso il cane sono state sequestrate dalla polizia scientifica.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24