Coronavirus Roma, lo Spallanzani: "111 ricoverati, finora 432 dimessi"

Lazio
©Fotogramma

Così il bollettino dell'istituto: In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "Otto pazienti necessitano di supporto respiratorio". Nel Lazio sono 4.096 le persone attualemente positive

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "111 pazienti, di cui 62 positivi al Coronavirus e 49 sottoposti a indagini. Otto pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a casa o in altre strutture territoriali, sono 432". Lo rende noto l'Istituto nel bollettino di oggi. Nel Lazio sono 4.096 le persone attualmente positive. Ventidue i nuovi casi registrati, con un trend del contagio allo 0,3%.

Invece, così Virginia Raggi su Facebook: "La prossima settimana ripartiranno i lavori dello Skate Park di Roma, a Ostia, nel Municipio X. Le attività erano state interrotte a causa dell'emergenza coronavirus perché la ditta che lavora alla realizzazione proviene da un'altra regione". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:00 - Nel Lazio 4.096 gli attuali positivi

Sono 4096 le persone attualmente positive al coronavirus nel Lazio. Di queste, 2.839 sono in isolamento domiciliare, 79 sono ricoverati in terapia intensiva, 1.178 sono sono ricoverate in altri reparti. Dall’inizio dell’emergenza, sono 595 i pazienti deceduti (14 in più rispetto a ieri), mentre i guariti sono 2.600 (+162) le persone guarite. Ventidue i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, con un trend del contagio allo 0,3%.

17:00 - Ieri dimessi due bimbi dal Bambino Gesù

Nella giornata di ieri sono stati dimessi due bambini guariti e una mamma dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. In totale restano ricoverati al centro Covid di Palidoro 6 bambini, tutti in buone condizioni generali.

14:42 – Roma, Raggi: “Operatori servizi telefonia aiutino i giovani”

"In questo periodo di emergenza vogliamo aiutare chi non ha possibilità di accedere ad internet, spesso per ragioni economiche. Per questo voglio lanciare un appello agli operatori dei servizi di telefonia mobile ed invitarli a sostenere i cittadini, in particolare i giovani delle periferie, offrendogli la possibilità di accedere gratuitamente a pacchetti di traffico dati, di gigabyte". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Facebook. "Questo li aiuterà a rimanere attivi, partecipi e connessi a tutte quelle attività che necessitano di di un accesso ad internet. Perché una delle barriere contro cui i nostri giovani si scontrano - prosegue - è quella del Divario Digitale, ovvero la disparità che divide chi ha l'effettivo accesso alle risorse tecnologiche da chi invece, spesso per motivi economici, ne viene escluso rimanendo cosi ai margini e inevitabilmente indietro. Sono tante le aziende che hanno già contattato Roma Capitale manifestando un grande spirito di solidarietà, offrendo spesso un aiuto concreto ai cittadini in difficoltà. Chiunque voglia contribuire può inviare la propria proposta a: protocollo.risorsetecnologiche@pec.comune.roma.it Per ulteriori informazioni: https://www.comune.roma.it/…/coronavirus-fase2-appello-roma… Ringrazio gli operatori che aderiranno a questa iniziativa aiutando così chi si trova in una condizione di effettivo svantaggio".

14:31 - Zingaretti: "Contagio Lazio contenuto, bene D'Amato" 

"La nostra è una Regione a forte vocazione internazionale, ancora a marzo ci sono stati 10 mila voli, con circa 700 mila passeggeri. A Roma gravitano ogni giorno più di 4 milioni di persone. Eppure su 6 milioni di cittadini abbiamo a oggi 7.250 contagiati, una percentuale molto al di sotto della media nazionale. Un ringraziamento particolare va all'assessore alla Sanità Alessio D'Amato". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso della sua relazione al Consiglio regionale. "Siamo riusciti a contenere il contagio grazie a tre fattori - ha aggiunto - in primo luogo la valorizzazione delle qualità medico scientifiche che abbiamo nel nostro territorio. Penso innanzitutto allo Spallanzani e al Servizio di prevenzione delle malattie infettive (Seresmi), ma anche alla rete fondamentale dei medici di base. Il secondo fattore è stata la tempestività: fin dal 21 gennaio abbiamo presentato le linee guida predisposte dall' assessorato alla Sanità. Infine la collaborazione: la task force sulla Covid-19 si riunisce ogni giorno per fare il punto sulla situazione". Zingaretti ha ricordato i numeri attuali della pandemia nel Lazio: "Abbiamo 123 casi ogni 100 mila abitanti, uno dei tassi più bassi d'Italia, lo stesso avviene per quanto riguarda il tasso di letalità, al 7,8 per cento, quasi la metà dell'indice a livello nazionale".

14:10 - Zingaretti: "Per la ripresa ci affidiamo alla task force con Leodori"

Il vero rischio non è solo quello della povertà, ma di una forte crescita delle diseguaglianze sociali come male fondamentale del nostro tempo. Di fronte all'enormità di tutto questo è il momento di un grande sforzo collettivo. Discutiamo anche di questo in questo Consiglio, su come rimettere in piedi il Lazio". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso della sua relazione al Consiglio regionale. "Valuteremo da oggi gli effetti sul nostro territorio del decreto varato ieri dal governo - ha aggiunto - Sicurezza, partecipazione, responsabilità e solidarietà sono parole che ora devono diventare progetto come abbiamo tentato di fare in queste ultime settimane e proseguendo nei prossimi giorni pensando a costruire un modello di sviluppo, in un confronto serrato - ha detto ancora - con tutti gli attori principali della comunità del Lazio". Zingaretti ha ricordato dunque "la task force coordinata dal vicepresidente Leodori, che io ringrazio perché mi ha sostituito in momenti difficili e drammatici della vita della nostra amministrazione. Il vicepresidente Leodori - ha concluso il governatore del Lazio - è stato e sarà il coordinatore di tutto quanto avverrà in termini progettuali coinvolgendo Anci, Comuni, Prefetti, rappresentanti, mondo delle imprese, Consiglio regionale per presentare un progetto di ripresa produttiva della nostra Regione".

13:22 - Zingaretti: "Curva può risalire, prepariamo sanità"

"La curva epidemica è probabile che torni a crescere con il superamento del lockdown. La curva va tenuta sotto controllo per permettere alla vita di andare avanti, anche in una condizione totalmente diversa che non assomiglierà in nulla al mondo lasciato alle nostre spalle". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso della sua relazione al Consiglio regionale. "Questa fase ci permetterà di riaprire progressivamente il Lazio in forma nuova - ha aggiunto - E quindi presenza attiva sul territorio e monitoraggio saranno i fattori chiave in questo momento. E' nostra intenzione proseguire su scelte fondamentali, perché sarà determinante la capacità di intercettare i casi di coronavirus. Dobbiamo confermare tutte le tensostrutture ai triage dei pronti soccorso, fino a che non ci sarà il vaccino. E' stata costruita una nuova rete, che dovremo tenere in piedi e forse ancora di più integrare e potenziare per la terapia intensiva. Dovranno continuare i controlli a tappeto nelle Rsa". Zingaretti ha anche immaginato di utilizzare gli alberghi per "sempre più positivi, anche quelli che finora sono stati messi in isolamento in appartamento per evitare cluster familiari".

"Io ho vissuto la tragedia immensa del terremoto, la sequela di scosse per settimane dopo la prima scossa. Ma stavolta tutto è davvero stato più complesso, più difficile e più grande", ha detto ancora Zingaretti, che ha aggiunto: "Sulla Cig si è aperta una ferita grave che abbiamo denunciato continuamente perché le risorse arrivassero nel più breve possibile e così non è stato. Per questo abbiamo chiesto alle strutture regionali di lavorare anche il sabato e la domenica. Grazie a questo impegno siamo stati la Regione italiana con più domande lavorate e trasmesse all'Inps". "Sono 70 mila le domande già trasmesse - ha continuato - l'Inps ne ha autorizzate meno della metà e pagate per 28 mila lavoratori. Per velocizzare l'arrivo del contributo abbiamo anche un accordo con Abi e Poste. Serve uno scatto in avanti. Le nuove regole di ieri pomeriggio con l'anticipo da parte dell'Inps sblocchino le cose - ha concluso Zingaretti - altrimenti ci faremo sentire di nuovo".

12:51 - Alessio D'Amato inaugura drive-in per tamponi a ospedale Roma

L'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato ha visitato questa mattina, in occasione della sua attivazione, il drive-in della Asl Roma 1 per l'esecuzione del tampone naso-faringeo al San Giovanni Addolorata. Presenti alla visita anche il Presidente del Municipio I, Sabrina Alfonsi, il Direttore Generale dell'AO San Giovanni Addolorata, Massimo Annicchiarico, insieme al Direttore Generale della ASL Roma 1, Angelo Tanese. Si potrà accedere al drive-in direttamente, ma sarà indispensabile disporre della prescrizione del proprio medico di medicina generale su ricetta dematerializzata, codice fiscale e referto del test sierologico La postazione è attiva dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 14. Il servizio è rivolto ai residenti della ASL Roma 1 che sono risultati positivi al test sierologico con prelievo venoso secondo le modalità stabilite dalla determina regionale scaricabile online sul sito SaluteLazio.it. Nel drive-in si potrà effettuare il tampone senza scendere dall'auto, recandosi con la propria vettura al Presidio Ospedaliero Addolorata. Collocato in entrata, visibile da via Santo Stefano Rotondo, un totem informativo che fornirà indicazioni (visualizzabili in tempo reale anche sul portale istituzionale www.hsangiovanni.roma.it) sul numero veicoli in fila, tempo di attesa, divieto di accesso a saturazione dei posti.

12:43 - Indagine mascherine, Nicola Zingaretti: "Chi ha approfittato, pagherà"

"Dico con chiarezza e serenità che sugli operatori di mercato si esprimerà la magistratura e gli inquirenti, con i quali stiamo collaborando riguardo a documentazioni e dati. Se qualcuno se ne è approfittato dovrà pagare e pagherà". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nella sua relazione al Consiglio regionale, in merito alla questione mascherine. "Di fronte all'inadempienza di un fornitore - ha aggiunto - sono state messe in campo tutte le iniziative necessarie per appurare la verità, la consistenza delle garanzie offerte e il ristoro dell'amministrazione". Zingaretti ha ricordato che "la Ecotech ha comunicato di aver sottoscritto accordi con i suoi fornitori per restituire l'anticipo" che esiste "un piano di rientro per la restituzione. Vigileremo con grande rigore perché l'impegno preso sia rispettato, informando il Consiglio e le autorità finché l'ultimo euro non sia tornato nella cassa della nostra istituzione. Va avanti anche l'iter sulle polizze. Abbiamo chiesto il 1 maggio l'escussione, e il 15 maggio è il termine ultimo. Anche su questo diamo aggiornamenti alla procura e inquirenti. Se qualcuno s'è approfittato, in questo stato di necessità, dovrà pagare sul fronte della giustizia".

12:29 - Lo Spallanzani: 111 ricoverati, finora 432 dimessi

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "111 pazienti, di cui 62 positivi al Coronavirus e 49 sottoposti a indagini. Otto pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a casa o in altre strutture territoriali, sono 432". Lo rende noto l'Istituto nel bollettino di oggi.

12:24  - Capitaneria Roma dona aiuti a Caritas a Fiumicino

Oltre dieci quintali di beni di prima necessità, raccolti da tutti gli operatori del porto di Fiumicino, sono stati consegnati questa mattina dalla Capitaneria di Porto di Roma alla Parrocchia Santa Maria Stella Maris che, tramite la Caritas, confezionerà pacchi da destinare alle famiglie bisognose del territorio, in forte difficoltà per l'emergenza Covid 19. La consegna è stata effettuata, in parrocchia, dal Comandante della Capitaneria di Roma, Antonio D'Amore, con i militari, al parroco Bernard Atendido. Tra i generi alimentari raccolti, in una gara di solidarietà che ha visto uniti equipaggi di ormeggiatori, e subacquei, società di rimorchiatori e pilotaggio, servizi tecnici nautico portuali, ci sono pasta, pane, olio, scatolame, latte, biscotti, zucchero ed altro ancora. "Tutte le imprese del porto si sono unite, in uno slancio di generosità, per raccogliere beni di prima necessità - ha detto il Comandante D'Amore - che, con la collaborazione della parrocchia Stella Maris, saranno distribuiti a famiglie bisognose che, in questo periodo d'emergenza, non hanno di che sostentarsi. Davvero un'iniziativa di solidarietà che conferma come tutto il mondo produttivo di Fiumicino sia attento, in questo periodo difficile, ai bisogni della comunità cittadina". La parrocchia con la donazione conta di confezionare e distribuire alcune decine di pacchi, dopo aver constatato come siano aumentate sul territorio le richieste di aiuto da parte delle famiglie.

12:13 - Il sindaco di Fiumicino: "Attesa decreto per riaprire spiagge"

Modalità di riapertura di spiagge e attività di ristorazione sono state al centro, questa mattina, di una nuova riunione del Coc. "Rimaniamo in attesa del nuovo decreto legge che darà le linee guida sulle prescrizioni e le modalità da seguire per le nuove riaperture dei prossimi giorni e le ordinanze regionali che decideranno le date in cui esse avverranno. Il tutto si baserà ovviamente sull'analisi dei dati nazionali sui contagi che arriveranno nelle prossime ore. In ogni caso, da un primo confronto con il Presidente della Regione Lazio Zingaretti, l'ipotesi più concreta è quella di una totale riapertura di bar e ristoranti, compresi quelli all'interno degli stabilimenti balneari, oltre che di barbieri, parrucchieri ed estetisti, a partire dal prossimo lunedì, 18 maggio. Sempre dal 18 maggio si dovrebbe avere la possibilità di fare attività motoria o passeggiate in spiaggia. Mentre per la balneazione al mare si è orientati a concederla a partirla da lunedì 25 maggio, così da rendere più graduale l'impatto delle varie riaperture", ha detto il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

11:37 - Consiglio Lazio, un minuto di silenzio per le vittime

Si è aperto con un minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus nel Lazio il Consiglio regionale di questa mattina, dedicato all'emergenza Covid-19. A richiederlo ai consiglieri il governatore Nicola Zingaretti, prima della sua relazione.

11:09 - Campidoglio: pubblicato avviso piattaforme e-commerce

Rilanciare i piccoli esercizi di vicinato, incrementando le vendite nel rispetto delle vigenti norme sanitarie: è lo scopo dell'avviso pubblicato da Roma Capitale per la selezione di piattaforme web che aggreghino l'offerta cittadina di commercianti e artigiani, da far confluire nella sezione RomaAiutaRoma del portale istituzionale. Lo rende noto il Campidoglio. "Aiutiamo i nostri commercianti a ripartire con una vetrina virtuale dedicata - afferma la sindaca Virginia Raggi - che consenta ai cittadini di visionare i prodotti da casa per poi comprare online in tutta sicurezza, con possibilità di recapito a domicilio. La soluzione dell'e-commerce è utile sia per rilanciare le vendite, che risentono di chiusure e accessi limitati alle attività autorizzate all'apertura, sia per decongestionare le file davanti ai negozi, a garanzia di un contenimento del rischio di contagio". Possono partecipare gli enti no-profit, le associazioni datoriali e le start-up o pmi innovative, iscritte nel corrispondente Registro Imprese, ma anche le associazioni il cui servizio clienti parli italiano e abbia preferibilmente sede a Roma o nelle sue vicinanze, per una migliore cura e assistenza nel processo di avvio dei negozi online. La richiesta di adesione dovrà essere trasmessa - entro 15 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione dell'avviso - al dipartimento Sviluppo economico e Attività produttive di Roma Capitale all'indirizzo PEC protocollo.attivitaproduttive@pec.comune.roma.it, all'attenzione dell'Ufficio di Scopo 'Progettazione e Innovazione Economica Urbana'. Le realtà selezionate, saranno invitate a presentare le rispettive piattaforme, nel corso di un workshop online organizzato dall'Assessorato Sviluppo Economico di Roma Capitale, secondo modalità che saranno successivamente comunicate.

9:23 - Virginia Raggi: “Presto riavvio lavori Skate Park Ostia”

"La prossima settimana ripartiranno i lavori dello Skate Park di Roma, a Ostia, nel Municipio X. Le attività erano state interrotte a causa dell'emergenza coronavirus perché la ditta che lavora alla realizzazione proviene da un'altra regione". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Ora siamo pronti a ripartire e a realizzare quello che sarà un vero e proprio simbolo di rinascita - aggiunge - Vi ricordate che nel 2014 il vecchio Skate Park era andato a fuoco? Avevamo promesso che avremmo riqualificato l'area costruendo questo impianto sportivo. Un progetto condiviso a cui lavoriamo insieme al Municipio X, al Coni e alla Federazione Italiana Sport Rotellistici che ringrazio. Lo Skate Park - afferma ancora Raggi - si svilupperà in un'aera di circa 1.600 metri quadrati e sarà un luogo che potrà ospitare manifestazioni internazionali o semplicemente ragazzi appassionati di questo sport che potranno riunirsi all'aperto. Sono convinta che un luogo del genere potrà essere un centro di aggregazione importante per chi vive il quartiere. Restituiremo questo impianto sportivo ai cittadini - conclude la sindaca - Vi terrò aggiornati sull'andamento dei lavori".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24