Coronavirus, nel Lazio 84 nuovi positivi e 15 decessi nelle ultime 24 ore

Lazio

Il trend del contagio è all'1,2%. Allo Spallanzani ricoverati attualmente 94 pazienti, di cui 17 necessitano di supporto respiratorio. Ad oggi, dall'istituto sono state dimesse 388 persone. Raggi: "Da lunedì riaprono parchi e ville storiche di Roma"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma 

"Oggi registriamo un dato di 84 casi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore con un trend all'1,2%". A renderlo noto è l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, il quale ha comunicato nell'ultimo giorno i decessi sono stati 15.
In mattinata, l'Istituto Spallanzani ha diramato il consueto bollettino, nel quale si legge che i pazienti Covid 19 positivi attualmente ricoverati "sono in totale 94. Di questi, 17 necessitano di supporto respiratorio". Ad oggi, dall'ospedale sono state dimesse 388 persone.
Intanto, la Regione Lazio ha disposto l'isolamento della clinica Latina dopo che 10 pazienti e 12 operatori sono risultati positivi, le autorità cercano due operatori che non si sono presentati per effettuare il test.
Infine, quest'oggi la sindaca di Roma, Viriginia Raggi, ha annunciato che da lunedì riapriranno in sicurezza le ville storiche, i parchi e i giardini pubblici della Capitale. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:21 - Sindaco Fiumicino: “Da 4 maggio ripristinato tutto Tpl”

Il 4 maggio ripartirà anche tutto il servizio di trasporto pubblico locale di Fiumicino, così come era organizzato prima dell'emergenza sanitaria. E sarà ripristinata la fermata presso la Stazione di Parco Leonardo. Sarà pronta ai capolinea una vettura di scorta che partirà in ogni momento e per quella linea che dovesse rivelare una utenza maggiore del possibile. Così l'autista che non potrà far salire i passeggeri in esubero avvertirà subito la navetta bis che coprirà le eventuali eccedenze. Il contapersone inserito sulla porta anteriore comunicherà con il display il quale segnalerà con la scritta completa appena si raggiungerà le persone indicate nell'ordinanza (il 50% della portata del mezzo). Lo rende noto il sindaco Esterino Montino. 

19:09 - Zingaretti: "Da Spallanzani notizia che dà speranza"

"Una notizia che dà speranza. Da giugno lo Spallanzani inizia la sperimentazione sull'uomo del vaccino contro il Covid. Dalla Regione Lazio investiti 5 milioni di euro per questa ricerca che continueremo a sostenere". Cosi in un tweet il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

18:54 - A Fiumicino riaprono 4 parchi ma non le spiagge

A partire da lunedì 4 maggio riapriranno i principali parchi del Comune di Fiumicino, nel rispetto delle direttive del Governo e della Regione Lazio. Rimangono off limits le spiagge almeno fino al 18 maggio. Lo rende noto il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. "Per ora - spiega - apriranno solo i quattro più grandi: Villa Guglielmi a Fiumicino, Parco Tommaso Forti a Isola Sacra, Parco del Perugino a Parco Leonardo e la Pineta di Fregene. Via Prato Gelsi a Torrimpietra, da via Michele Rosi a Muracciole, sarà interdetta al traffico e resa area ciclopedonale e percorso salute. "Rimarranno invece interdette, almeno fino al 18 maggio - prosegue - tutte le spiagge del Comune di Fiumicino”. 

16:10 - Sospese le ulteriori misure a Campagnano

"Nel comune di Campagnano terminano oggi le ulteriori misure di restrizione". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato al termine della videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19. ”Nella Asl Roma 2 è in corso l'indagine epidemiologica, l'audit clinico ed è stato disposto l'isolamento della clinica Latina dove sono stati riscontrati 22 casi di positività - ha ricordato D'Amato -. Ringrazio il Prefetto per la pronta collaborazione. Intervento tempestivo da parte della Asl e sono ora in corso i trasferimenti dei pazienti che verranno tutti trasferiti allo Spallanzani. Dalle prime indicazioni emergono lacune nel rispetto delle prescrizioni”.

16:02 - Nel Lazio oggi 84 positivi e 15 decessi

"Oggi registriamo un dato di 84 casi positivi nelle ultime 24 ore con un trend all'1,2%. Proseguono i controlli sulle Rsa e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi 620 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Ci vuole cautela in questa fase, la riapertura non significa che il virus sia stato sconfitto". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Trend stabilmente in discesa nelle province dove complessivamente ci sono stati 4 nuovi casi positivi nelle ultime 24h e nessun decesso. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 15, mentre i tamponi totali sono oltre 147 mila" commenta l'Assessore D'Amato.  

15:55 - A Fiumicino 26 positivi

Salgono nuovamente a 26 i positivi nel comune di Fiumicino, uno in più di ieri. Lo rende noto il sindaco Esterino Montino dopo aver ricevuto dalla Asl Rm3 i dati aggiornati ad oggi sui contagi nel Comune. "I positivi salgono nuovamente a 26 - spiega - mentre le persone in sorveglianza attiva si attestano a 48. È importante dunque continuare ad attenersi ancora scrupolosamente alle misure di distanziamento tra persone e prevenzione dal contagio stabilite dal Governo e dalla Regione. Tra poco - conclude Montino - comunicheremo tutte le informazioni e le novità che riguarderanno la fase 2, che partirà da lunedì 4 maggio".

15:22 - D’Amato: "Cautela e responsabilità, Covid non è vinto"

“Adesso cautela e responsabilità. La riapertura non significa che il virus è stato sconfitto. Lo sarà quando ci sarà il vaccino. Compito nostro è controllare assiduamente l'R0 che a oggi è attorno allo 0,5: un elemento importante". Così l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, in videoconferenza stampa. "Per il servizio sanitario regionale - ha aggiunto - la battaglia ora è sul territorio, con le 40 Uscar di medici e infermieri che devono intervenire e isolare i vari focolai insieme ai nostri Servizi di igiene e prevenzione. La prossima settimana arriveranno 580 infermieri territoriali. Saranno settimane di lavoro intenso - ha concluso D'Amato - il virus non è sconfitto, sarebbe un errore pensarlo”.

15:10 - Guariti 23 ospiti su 50 ad Alcim Contigliano

Al momento 23 dei circa 50 ospiti attualmente in cura presso il Centro Covid Alcim di Contigliano, il comune del Reatino già dichiarato 'zona rossa', sono guariti. Lo fanno sapere i vertici della Asl di Rieti e il sindaco dello stesso Comune, Paolo Lancia. Sono risultati, inoltre, negativi tutti i lavoratori (personale medico, infermieristico, operatori socio sanitari) della Asl di Rieti e della 'Heart Life', che dalla notte del 29 marzo scorso sono impegnati presso la struttura per anziani.  

15:00 - Ipotesi Protezione civile per controlli in stazioni Tpl

"Riguardo al trasporto pubblico locale c'è stata una ampia concertazione con le aziende, a partire da Atac, Cotral e Ferrovie dello Stato. Stiamo lavorando a una collaborazione nei controlli alle stazioni con i volontari della Protezione civile regionale, che ringrazio per la disponibilità". Lo ha annunciato il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori, in videoconferenza stampa.  

14:49 - Da giovedì 20mila controlli e 97 irregolarità riscontrate a Roma

"A Roma tra giovedì e ieri, Primo maggio, sono stati eseguiti oltre 20mila controlli dagli agenti della Polizia locale: 97 le irregolarità riscontrate. È fondamentale continuare a comportarsi con responsabilità e prudenza. #NonAbbassiamoLaGuardia". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi. 

14:42 - Raggi: "A Roma in arrivo 150 km nuove piste ciclabili"

"Per la Fase 2 a Roma abbiamo previsto un piano straordinario sulla mobilità sostenibile, che prevede 150 chilometri di nuove piste ciclabili transitorie da realizzare su vie principali e itinerari strategici della nostra città. Avvieremo subito i cantieri per le prime corsie, come il prolungamento delle ciclabili su via Tuscolana, da piazza Cinecittà a Largo Brindisi, e su via Nomentana, fino a piazza della Repubblica. Vogliamo incentivare la mobilità ciclabile, alleggerendo il peso sul trasporto pubblico e offrendo diverse alternative ai romani che decideranno di spostarsi per tragitti brevi, con mezzi diversi dall'auto privata". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.

14:38 - Nessun nuovo positivo nel Reatino

"All'esito delle indagini eseguite nelle ultime 24 ore, non si registrano nuovi soggetti positivo al test Covid-19. 37 i soggetti in sorveglianza domiciliare, di questi 22 sono asintomatici e 15 sono sintomatici e pertanto sottoposti al test Covid 19. 8 soggetti sono usciti dalla sorveglianza domiciliare". E' quanto rende noto il bollettino sanitario giornaliero della Asl di Rieti. In provincia i pazienti positivi Coronavirus scendono a 248, poiché nel pomeriggio di ieri è stata formalizzata la positività di una paziente poi risultata residente nel territorio di competenza della Asl Roma 5. 

14:14 - Da lunedì riaprono i set cinema, ma ‘blindati'

Nel Lazio la produzione cinematografica potrà riprendere dal 4 maggio e la Regione ha stilato delle indicazioni per il settore, presentate questa mattina in videoconferenza stampa. Si prevedono, tra l'altro, test sulle condizioni di salute degli attori prima delle riprese, l'utilizzo delle mascherine per tutti gli operatori e per gli attori quando non sono in scena, distanze di sicurezza quando possibile. 

14:08 - Fase 2 a Roma: da lunedì controlli "anti-assembramento"

Controlli in parchi e ville storiche della Capitale, nei principali snodi ferroviari, ai capolinea di bus, fermate metro e all'esterno dei locali che potranno riaprire per la vendita d'asporto. Pronto il piano sicurezza per l'avvio nella Capitale della Fase 2. I servizi di controllo delle forze dell'ordine verranno rimodulati per la nuova fase che scatterà dal 4 maggio, quando le maglie dei divieti si allenteranno e circoleranno più persone in città. L'attenzione da lunedì sarà focalizzata in particolare su eventuali assembramenti che possono crearsi e sul rispetto delle distanze di sicurezza. Sotto la lente anche gli scali ferroviari, aeroportuali, marittimi e le strade di ingresso e di uscita dalla città.

14.07 – Regione Lazio: “Governo chiarisca su sport di squadra”

"Stiamo capendo come disciplinare gli allenamenti individuali per gli sport di squadra professionistici, come hanno fatto altre Regioni. Stiamo aspettando chiarimenti dal governo, a cui è demandato di stabilire le date delle riaperture". Così il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori, nel corso di una videoconferenza stampa. Oggi pomeriggio è previsto un incontro con il mondo dello sport, che per alcune attività potrà ripartire già lunedì. A una domanda sulla pratica di sport necessariamente individuali, come alpinismo, arrampicata e ciclismo, e sugli spostamenti per raggiungere i luoghi dove praticarli, Leodori ha detto anche che "auspichiamo chiarimenti sulla definizione di sport individuali, per capire come organizzarli. Sembra difficile vietarli, credo che per loro natura il distanziamento sia automaticamente sufficiente. Tenderemo come Regione a tenere validi gli spostamenti provinciali, fermo restando la questione dell'auspicio che il governo emetta chiarimenti. I nostri atteggiamenti rientrano nella logica di collaborazione costante e diretta con Palazzo Chigi".

13:59 – Regione Lazio: spiagge numero chiuso e distanziamento

Accessi limitati, con numero massimo clienti esposto all'ingresso, distanziamento degli ombrelloni l'uno dall'altro, sanificazione degli ombrelloni stessi, oltre che di lettini e sdraio dopo l'utilizzo. Igienizzazione frequente anche di superfici a disposizione dei clienti, camminamenti, bar e ristorante. Sono le proposte per la futura possibile riapertura degli stabilimenti balneari che la Regione Lazio porterà in concertazione, nel corso di questa settimana, con il settore, oltre che con i Comuni. Tra le idee che la Regione metterà sul tavolo anche segnaletica sui comportamenti da adottare, limiti di spazio per i clienti e gli operatori (1 metro minimo di distanziamento), distributori di gel igienizzante per le mani all'ingresso, invito a prediligere l'accesso allo stabilimento con prenotazione. 

13:54 – Fase 2, le proposte di Regione Lazio

Occhiali e visiera per trattamenti sotto il metro di distanza, cambio divisa ogni turno, mascherina per clienti e operatori e guanti cambiati per ogni cliente. Sono le proposte che la Regione Lazio porterà in settimana in concertazione per la futura possibile riapertura del settore della cura della persona: parrucchieri, estetisti o simili. Sono state presentate in conferenza stampa dal vicepresidente Daniele Leodori. Tra le proposte l'igienizzazione frequente di servizi e postazioni per ogni nuovo cliente, la misurazione della temperatura all'inizio del turno per gli operatori, materiali monouso (soprattutto nei centri estetici), attività solo su appuntamento e un cliente per volta in area reception. Continua igienizzazione con soluzione idroalcolica dei camerini, adeguata aerazione dei locali, mascherina per operatori e clienti. Sono invece le proposte per il settore della vendita di abbigliamento e scarpe.

13:39 – Indagine mascherine, Zingaretti: “Se è stata una truffa chiederò giustizia”

"Voglio rassicurare tutti: se c'è stata una truffa chiederemo giustizia e combatteremo per difendere i cittadini. Sarebbe odioso se davanti al dramma del coronavirus qualcuno se ne fosse approfittato. Lotteremo con tutti gli strumenti legali a disposizione per ottenere la giustizia per i cittadini del Lazio. Nessuno su questo abbia dubbi", ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, rispondendo a una domanda sulla vicenda delle mascherine della Ecotech, su cui è in corso una indagine. In conferenza stampa è stato chiesto se Ecotech avesse restituito l'anticipo versato dalla Regione, e con quali criteri fossero state escluse società che invece avrebbero presentato preventivi più favorevoli. "La Protezione civile regionale - ha risposto il vicepresidente Daniele Leodori - ha provveduto a presentare un esposto in procura e ha predisposto tutti gli atti per il recupero delle somme e l'escussione della polizza. La Regione va considerata parte lesa, sarebbe la prima volta che sembra si stia dalla parte di chi vuole creare problemi". Riguardo ai preventivi "ci sarebbe da approfondire - ha aggiunto Leodori - il prezzo che si legge sui giornali è escluso di trasporti, assicurazione, dogane. Costi vari, non quantificabili".  

13:11 - Fase 2, Zingaretti: "Anticostituzionale è lasciare gente sola"

"Il rischio per la democrazia è la crescita delle diseguaglianze e la crescita dell'esclusione, che in molti, in particolare le donne, si sentano soli e abbandonati nella propria vita. Dobbiamo fare di tutto per sconfiggere il virus in fretta, ricostruire una prospettiva di rinascita italiana ed europea, altrimenti tanti si sentiranno traditi e soli". Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti, in videoconferenza stampa dalla Regione Lazio, rispondendo a una domanda sul dibattito sulla costituzionalità delle misure della fase 2. "Come raggiungere questa rinascita è l'unico dibattito che mi interessa - aggiunge - ci vuole uno scatto in avanti di un'intera classe dirigente per un futuro migliore del passato, il che non vuol dire avere le stesse idee ma gli stessi obiettivi: è l'opposto dei deprimenti litigi e diatribe, figlie di un dibattito politico di corto respiro". "Qui - ha aggiunto - facciamo un dibattito concreto su come uscire di casa. Con la ripresa in piena sicurezza combattiamo il rischio, presentissimo, della solitudine e dell'angoscia per milioni di italiani. Dobbiamo metterci in moto in sicurezza per dare risposta alle persone che hanno paura che, finita la vicenda sanitaria, inizi una vicenda sociale ancora più drammatica. Questa è la discussione su cosa mette a rischio la nostra democrazia: bisogna riaccendere i motori in piena sicurezza".

12:24 – Isolata la clinica Latina a Roma

La Regione Lazio ha disposto l'isolamento della clinica Latina dopo che 10 pazienti e 12 operatori sono risultati positivi. Si cercano due operatori che non si sono presentati per effettuare il test. "E' in corso l'indagine epidemiologica da parte della Asl Roma 2 ed è stato disposto l'isolamento della clinica Latina e il trasferimento dei pazienti all'Istituto Spallanzani. La direzione sanitaria della clinica deve dare adeguata informativa ai famigliari dei pazienti. Da una prima verifica infatti risultano inadempienze della struttura nel rispetto dell'ordinanza regionale. E' in corso l'audit. Sui tamponi effettuati ai 29 pazienti, 10 risultano positivi e su 37 operatori, 12 sono positivi. Sono inoltre in corso le ricerche di 2 operatori che non si sono presentati", comunica in una nota la Asl Roma 2.

12:12 - Spallanzani: "94 positivi, 388 dimessi"

"I pazienti Covid 19 positivi sono in totale 94. Di questi, 17 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici". E' quanto emerge dal bollettino medico di oggi dello Spallanzani. "I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 388" prosegue il bollettino.

11:54 - Roma, Raggi visita basilica "solidale" al Trionfale

"Durante questa emergenza, la squadra di volontari della basilica San Giuseppe al Trionfale sta assistendo, grazie all'iniziativa della spesa solidale, più di 230 persone di cui oltre 60 sono minori". Lo scrive su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi dopo averli incontrati. "Hanno aiutato circa 100 famiglie a portare sulla tavola un pasto per il pranzo e per la cena, dando loro la possibilità di riprendere fiato e di vivere queste giornate difficili con maggiore leggerezza - aggiunge - Pensate che in meno di un mese sono stati raccolti e distribuiti oltre una tonnellata di pasta, 250 chili di riso, 200 litri d'olio, 200 chili di zucchero e altri generi alimentari come carne, uova, yogurt, biscotti, passate di pomodoro, scatolette di tonno. La nostra città, durante questa emergenza - afferma ancora - si è stretta intorno alle persone più in difficoltà, costruendo una rete di supporto che sta diventando ogni giorno più compatta e solida. Quartiere per quartiere, municipio per municipio, il sostegno sta arrivando a tante famiglie bisognose".

11:40 - Dal Car 750mila porzioni di cibo ai più fragili

Il Centro Agroalimentare di Roma (Car) ha donato 150 tonnellate di frutta, verdura e pesce fresco. Un grande quantitativo di frutta, verdura e pesce fresco che corrisponde a circa 750mila porzioni (200 grammi a porzione) che sono state distribuite a oltre 15mila nuclei familiari, anziani ed anche persone senza fissa dimora della Capitale e della provincia grazie alla collaborazione con associazioni come: la Croce Rossa Italiana, Acli di Roma, SalvaMamme, Assalto al Cielo, Noi Lavoratori, Isola Solidale, il centro Maria Gargani, varie parrocchie tra cui quella di San Salvatore in Lauro. Le famiglie in difficoltà (in media con 2 figli) corrispondono al 60% dei beneficiari delle donazioni degli operatori del Car, gli anziani al 35% e le persone senza fissa dimora al 5%. A questi dati va aggiunto anche che la distribuzione della frutta e della verdura realizzate dalle associazioni di volontariato citate non riguardano solo le periferie di Roma ama anche quartieri che prima si potevano definire benestanti. A questa attività solidale è stata abbinata - grazie ad un sistema di recupero sistematizzato - anche l'attività di recupero delle eccedenze alimentari e per il contrasto allo spreco del cibo soprattutto in un momento come quello che vivendo il Paese. Nei primi 4 mesi del 2020 sono state recuperate 90 tonnellate di ortofrutta in eccedenza con un incremento del +14% rispetto allo stesso periodo del 2019. "Sono dati che preoccupano - spiega Fabio Massimo Pallottini, direttore generale del Car - e che devono far riflettere. Il Car ancora una volta si è dimostrato al centro della vita della città con un'attenzione ai più fragili che è diventata una vera e propria mission aziendale grazie alla grande generosità dei nostri operatori e delle nostre aziende". "Il Car - spiega Walter Giammaria, presidente del Car - da sempre svolge un importante ruolo economico e sociale per la nostra città e la nostra regione e in questo momento di crisi dovuta al Covid 19 ha dimostrato di essere accanto ai cittadini soprattutto se fragili grazie alla grande generosità dei nostri operatori e a lavoro encomiabile del volontariato".

11:18 – Controlli del Primo maggio sul litorale: un arresto ed una denuncia

E' di un arresto ed una denuncia il bilancio dei controlli dei carabinieri, nella festività del Primo maggio, sul litorale romano e nell'entroterra di Fiumicino ed Ostia. A Ponte Galeria, i militari della locale Stazione hanno arrestato un 49enne del luogo, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati in materia di sostanze stupefacenti, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, scaturita a seguito delle reiterate violazioni delle prescrizioni dell'Autorità Giudiziaria. L'uomo è stato, pertanto, associato alla casa circondariale Regina Coeli di Roma. Sempre a Ponte Galeria, i carabinieri di Ostia hanno denunciato un 46enne romano con precedenti penali, fermato nella serata dalla pattuglia di vigilanza, mentre passeggiava a piedi nelle vie cittadine senza un giustificato motivo. L'uomo è stato, pertanto, sanzionato poiché palesemente inottemperante all'attuale normativa emergenziale. Il 46enne ha però incominciato ad ingiuriare pesantemente i carabinieri che si sono visti costretti a denunciarlo anche al Tribunale di Roma per oltraggio a Pubblico Ufficiale.

11:07 – A Roma il Comune aiuta le parrocchie per la sanificazione

Sarà il Comune di Roma ad aiutare le parrocchie per la sanificazione dei locali in vista dell'avvio dei funerali a partire dal 4 maggio. Inoltre il Vicariato, per andare incontro alle difficoltà dei parroci, invierà a tutte le 337 parrocchie i termo-scanner che dovranno essere utilizzati per misurare la temperatura. "Roma Capitale, in collaborazione con altri Enti e Istituzioni statali, d'intesa con il Vicariato di Roma, ha confermato la disponibilità - si legge nella lettera ai parroci di mons. Pierangelo Pedretti, Segretario Generale della diocesi di Roma - a sanificare i luoghi cittadini di probabile aggregazione, nonché le aree antistanti i luoghi di culto. Per quanto riguarda la sanificazione degli spazi interni, il Comune ci ha assicurato che contatterà direttamente i Parroci per un intervento una tantum. Inoltre, abbiamo prenotato un termometro digitale per ogni parrocchia che vi sarà offerto e recapitato al più presto tramite i Prefetti, non appena lo riceveremo".

9:17 - Fase 2, Virginia Raggi: "In parchi distanziamento, aree gioco chiuse"

"Ci stiamo preparando ad aprire in sicurezza ville storiche, parchi e giardini pubblici di Roma, che da lunedì torneranno ad essere accessibili anche se con le dovute cautele e limitazioni". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. La prima cautela "la più importante per evitare nuovi contagi, è il divieto di assembramento. Ma sarà comunque possibile passeggiare e fare attività fisica individuale nel rispetto delle distanze dalle altre persone. Ecco allora, un semplice vademecum per sapere sempre come comportarsi all'interno delle aree verdi della Capitale. L'ingresso è consentito solo a chi non presenta sintomi da infezione respiratoria e febbre e non è in quarantena. Sì alle passeggiate, ma rigorosamente a un metro di distanza gli uni dagli altri. Sì anche all'attività sportiva individuale ma, in questo caso, i metri di distanza devono essere due. Minori e persone non completamente autosufficienti possono passeggiare con l'accompagnatore sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. Nelle aree verdi restano chiuse le aree gioco per i bambini. È anche vietato fare feste o pic-nic ed utilizzare le attrezzature sportive. Proibite anche le attività ludico ricreative come giochi e attività di gruppo. Nella Fase 2 dobbiamo convivere con il virus. Continuiamo a comportarci con la responsabilità con cui abbiamo agito fino a oggi. Se così non fosse, saremmo costretti a chiudere di nuovo i parchi, ma sono certa che non accadrà. Rispettiamo le regole e poco alla volta, e con cautela, potremo tornare a godere completamente dei nostri magnifici spazi verdi".

8:58 - Guardia di finanza sequestra 500mila mascherine e gel

Mascherine, prodotti igienizzanti e termometri ottici non conformi alla normativa, circa 520mila pezzi, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Roma. Otto persone sono state denunciate per i reati di frode in commercio, ricettazione e vendita di prodotti contraffatti. Oltre 420mila confezioni di prodotti igienizzanti nella cui etichetta erano riportate proprietà disinfettanti - sebbene mancasse la prescritta autorizzazione del Ministero della Salute - sono state sequestrate dalle Fiamme Gialle nel corso delle ispezioni eseguite in rivendite della Capitale e in un opificio situato in provincia. Inoltre, più di 100 mila - tra mascherine protettive e termometri ottici con rilevamento a distanza non conformi alla normativa comunitaria e nazionale - sono state sequestrati in vari esercizi commerciali nel quartiere Prenestino. I dispositivi di protezione individuale, in particolare, avevano indebitamente il marchio CE, mentre, in altri casi, erano posti in commercio senza la prescritta autodichiarazione inviata all'Istituto Superiore di Sanità e all'Inail per l'attestazione delle caratteristiche tecniche e il rispetto dei requisiti di sicurezza, deroga consentita in via eccezionale dal Governo proprio per fronteggiare l'emergenza sanitaria in atto. 

8:54 - Nel Lazio 165 nuove guarigioni

Nelle ultime 24 ore, nel Lazio si contano 165 nuove guarigioni, quasi il triplo rispetto ai contagi (56), con un trend che per la prima volta scende sotto all'1%. Lo rende noto l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24