Coronavirus Lazio: 128 guariti in 24 ore. Spallanzani: "100 positivi, 381 dimessi".

Lazio

In giornata sono stati registrati 71 nuovi casi e 10 decessi. Oggi, nel frattempo, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha donato all'istituto Nazionale Malattie Infettive un ventilatore polmonare e altro materiale sanitario

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma 

Ancora un record dei guariti nel Lazio, che sono stati 128 nelle ultime 24 ore, superiore al dato dei nuovi casi positivi, 71, con un trend all'1 per cento. Dieci, infine, i decessi quest'oggi.
"I pazienti Covid-19 positivi ricoverati all'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma sono in totale 100. Di questi, 16 pazienti necessitano di supporto respiratorio". Lo riporta il bollettino medico odierno dell'ospedale, a cui oggi la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha donato un ventilatore polmonare, altro materiale sanitario e presidi di protezione individuale. Intanto, Intevenuto a Rai Radio1, il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha parlato della fase 2, con riferimento particolare al trasporto pubblico, dove "oltre alle regole serve la responsabilità delle persone", ha dichiarato. Il governatore ha anche detto di aver chiesto al Governo di valutare settimanalmente la curva epidemiologica anche regione per regione e, se ci sarà la possibilità di allentare alcune misure, io credo che andrà fatto, o quantomeno preso in considerazione". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:18 - D'Amato: "Per Fase 2 cautela"

"Entro il 20 maggio avremo i primi risultati dell'indagine epidemiologica che partirà all'inizio del mese su 300 mila persone, personale sanitario e forze dell'ordine, che si somma a quella nazionale, su un campione elaborato dall'Istat, che comprende 10 mila cittadini del Lazio". Così in videoaudizione in commissione regionale l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.
"Cautela" per la Fase 2 è stata la parola più usata dall'assessore. D'Amato ha illustrato gli interventi previsti e gli obiettivi da raggiungere contenuti in una memoria di Giunta. "Il primo punto - ha spiegato - è il controllo della curva epidemica. Il famoso R0 è il parametro principale previsto dal decreto del 26 aprile, in base al quale verranno decise eventuali nuove restrizioni. Adesso siamo intorno a 0,5, dobbiamo tenerlo basso. Quindi il compito principale del servizio sanitario è individuare e isolare i casi - ha aggiunto - limitare i cluster di comunità, che restano uno delle principali modalità di contagio nella nostra Regione. La nostra attenzione è sempre massima verso le strutture per anziani. Abbiamo già fatto 619 controlli, fra Rsa e case di riposo. Quando ci sarà la ripresa della mobilità fra regioni avremo anche il cosiddetto rischio importato, un altro importante fattore da controllare". Gli altri obiettivi su cui lavorare, per D'Amato, sono la riduzione della mortalità, la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, sia attraverso le disposizioni per chi lavora in sede, sia mantenendo elevato il livello dello smart working. "Stiamo implementando la telemedicina - ha proseguito D'Amato - anche per aumentare la sicurezza dei medici di base. L'applicazione DrCovid sarà aperta anche agli specialisti".
D'Amato ha poi aggiunto: "Dal 27 aprile sono state chiuse le accettazioni di pazienti Covid-19 al San Giovanni, al San Camillo, al Grassi e al Pertini. Puntiamo a mantenere come strutture dedicate gli hub, mentre gli altri ospedali dovranno tornare gradualmente alla normalità. Dobbiamo infine continuare a costruire una rete di protezione dei soggetti più fragili e in questo un ruolo essenziale hanno le Unità per la continuità assistenziale (Uscar), già al lavoro, e l'assistenza infermieristica, 580 persone in campo dalla fine della prossima settimana, essenziali per la sorveglianza continua dei malati che restano nel proprio domicilio". Rispondendo alle sollecitazioni dei consiglieri, D'Amato ha aggiunto di essere "consapevole della situazione di forte rallentamento nelle attività sanitarie non legate al Covid-19", ma "questo atteggiamento ci ha consentito di contenere l'epidemia e questa linea dovremo continuare a seguire: a metà mese potremo fare un punto e cercare di capire se sarà possibile un altro passo verso il ritorno alla normalità nell'assistenza sanitaria. Di certo continueremo il potenziamento della rete territoriale, ma anche dei servizi di igiene e prevenzione delle Asl. Continueremo le opere già in parte realizzate: una volta completato l'ampliamento dello Spallanzani, via ai lavori per completare il terzo e quarto piano della torre di Tor Vergata, dopo la Rsa pubblica di Genzano, dove questa settimana sarà attivo il secondo modulo, ne stiamo realizzando un'altra nel vecchio ospedale di Albano. Il sistema dell'assistenza agli anziani andrà rivisto nel suo complesso - ha concluso - a partire da una più estesa assistenza domiciliare per ridurre il ricorso a strutture di cui abbiamo visto tutti i limiti".

18:56 - Fase 2, da Regione Lazio ok test sierologici a polizia locale

La Giunta del Lazio ha dato il via libera all'estensione dei test sierologici al personale della polizia locale, effettivamente utilizzato dai Comuni, dalle Province e dalla Città Metropolitana per le attività di contrasto alla diffusione dell'infezione da Coronavirus. La delibera approvata dalla Giunta prevede anche di coinvolgere, al fine di garantire una modalità uniforme e condivisa di organizzazione dell'indagine, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani Lazio (ANCI Lazio) e l'Unione delle Province d'Italia (UPI Lazio), attraverso la sottoscrizione di un protocollo di intesa. La Regione Lazio, come già anticipato, si farà carico dei costi provvedendo alla copertura finanziaria dell'indagine epidemiologica per un totale di 200mila per il 2020. L'individuazione del personale di polizia locale da sottoporre all'indagine e l'organizzazione della stessa dovrà essere effettuata dai rispettivi enti locali di appartenenza del personale della polizia locale. L'adesione all'indagine è individuale e volontaria. Il personale soggetto all'indagine dovrà essere preventivamente informato della valenza e dei limiti del test e sottoscrivere l'autorizzazione all'utilizzo dei suoi dati e risultati ai fini di sanità pubblica. Gli esami necessari potranno essere svolti nei laboratori pubblici e privati riconosciuti dal SSR.

17:44 - Roma, Raggi visita edicola dove si può chiedere Bonus Affitto

"Sono stata in una delle edicole convenzionate dove è possibile richiedere il modulo per la domanda del Bonus Affitto. Un servizio molto utile per tutti coloro che non hanno un computer o una stampante a casa e che non possono presentare la domanda online". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi, su Facebook. "Voglio ringraziare le oltre 120 edicole che ci stanno supportando durante questa fase importante dando un sostegno concreto a tanti cittadini - aggiunge - Dimostrano una volta di più di essere presidi fondamentali per il nostro territorio. Già con i Buoni Spesa, infatti, gli edicolanti si erano messi a disposizione per la consegna dei moduli rendendo la richiesta di questi contributi più semplice per tutti".

17:18 - Raggi: "Al governo navette per i dipendenti pubblici"

Navette per i dipendenti pubblici per decongestionare Roma dal traffico nella fase della ripartenza. E' questa l'idea contenuta in una lettera che la sindaca di Roma Virginia Raggi ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al sottosegretario Riccardo Fraccaro e ai ministri. Raggi, secondo quanto si è appreso, propone un "tavolo di raccordo" inter-istituzionale al quale far partecipare i "mobility manager" dei ministeri per contribuire alla mobilità cittadina della fase 2.
L'obiettivo è quello di alleggerire la pressione sul trasporto pubblico e decongestionare il traffico in città. "Aggregare le esigenze della nostra Amministrazione a quelle di altre Amministrazioni dello Stato - si legge nella lettera - permetterebbe lo sviluppo di una programmazione ancora più efficace ai fini del contenimento dei flussi, e un utilizzo ancora più efficiente delle risorse dedicate. 

16:56 - Fiumicino: al via sanificazione licei per esami

In vista degli esami di fine anno che molti studenti e studentesse dei licei e degli istituti tecnici del territorio svolgeranno all'interno delle loro scuole, il Comune di Fiumicino ha predisposto la sanificazione di tutti gli ambienti interni ed esterni degli edifici scolastici. Lo rende noto l'assessore alla Scuola Paolo Calicchio. "Ringraziamo la società Ays, che opera in ambiente aeroportuale e commerciale ed è attiva soprattutto nella sanificazione degli aeromobili e dei locali magazzini, che si è offerta di sanificare le scuole superiori del comune di Fiumicino a titolo gratuito, istituti ricordo che sarebbero di competenza della Città metropolitana di Roma Capitale". Le sanificazioni, che avverranno con macchinari a ozono e vapore e grazie a personale munito di tute, visiere protettive, copriscarpe, mascherine e guanti, partiranno sabato 2 maggio dal liceo e dall'agrario di Maccarese e proseguiranno nella settimana successiva nell'Istituto Baffi di Fiumicino. "Abbiamo ritenuto che fosse importante e urgente agire soprattutto negli istituti superiori perché saranno i primi ad essere riaperti in quanto interessati dagli esami di maturità dei ragazzi già dal 18 di giugno", conclude Calicchio.

16:51 - Specializzandi Lazio: "Dimenticati dalla Regione"

I medici specializzandi del Lazio protestano contro la Regione per il mancato rispetto delle promesse fatte, affermano in merito al bonus per il lavoro fatto durante l'emergenza Covid-19, che invece sarà dato solo ai medici con un contratto di lavoro subordinato o ai liberi professionisti, lanciando una petizione online sulla piattaforma Change. "Dall'inizio dell'emergenza sanitaria Covid-19, grazie alla nostra immediata partecipazione, abbiamo permesso alle strutture sanitarie universitarie della regione Lazio di rispondere in maniera adeguata alla sfida di questa pandemia", scrivono, "condividendo "con tutto il personale sanitario coinvolto nell'emergenza turni massacranti, riposi mancati, un rischio biologico elevatissimo, l'ansia e la paura di contagiare i nostri cari". L'assessore regionale alla Salute l'11 aprile comunicava l'accordo con i sindacati per il bonus agli operatori sanitari. "Non ci interessavano e non ci interessano i contributi economici - continuano - quanto il riconoscimento morale del nostro lavoro". Il 24 aprile la Regione ha invece comunicato che il presupposto per la corresponsione del premio è "la titolarità di un rapporto di lavoro, di tipo libero professionale o subordinato a tempo determinato. In tal modo si escludono tutti gli specializzandi che non hanno stipulato contratti aggiuntivi. Gli specializzandi si dicono "amareggiati, rammaricati, disillusi e stanchi. E' un'occasione sprecata di riconoscere il valore dei medici in formazione: siamo medici quando siamo utili per fornire forza lavoro nelle strutture sanitarie, siamo studenti quando veniamo esclusi dal riconoscimento del lavoro che stiamo svolgendo". A tal fine chiedono l'equiparazione della loro attività a quella del personale sanitario dipendente, l'estensione del bonus a tutti gli specializzandi coinvolti nell'assistenza Covid19, la riduzione delle tasse universitarie e l'apertura di un tavolo con la Regione e l'università per valorizzare il ruolo degli specializzandi.  

16:24 - Nel Lazio 71 casi, 128 guariti e 10 vittime in 24 ore

Ancora un record dei guariti nel Lazio, che sono stati 128 nelle ultime 24 ore, superiore al dato dei nuovi casi positivi, 71, con un trend all'1 per cento. Dieci, infine, i decessi quest'oggi. "Proseguono i controlli sulle RSA e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi 619 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Nella Asl Roma 1 è sempre attenzionata la situazione dell'Ateneo Salesiano dove è conclusa l'indagine epidemiologica e sono stati effettuati i tamponi a tutti gli ospiti dell'Università Pontificia Salesiana - spiega l'assessore alla salute del Lazio, Alessio D'Amato - Trend stabilmente in discesa nelle province dove complessivamente ci sono stati 8 nuovi casi positivi nelle ultime 24h. Questa mattina ho visitato la prima RSA COVID pubblica di Genzano dove è stato attivato il secondo modulo per ulteriori 15 posti letto. L'assistenza agli anziani dovrà essere completamente rivista, nulla dovrà essere più come prima. Presto apriremo anche una RSA pubblica presso l'ex ospedale di Albano raccogliendo l'invito dei sindaci di Albano, Nemi e Lanuvio che ringrazio e sono stati già avviati i lavori da questa mattina".
La nuova app della Regione 'LazioDrCovid' realizzata in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha registrato oltre 92mila utenti che hanno scaricato l'applicazione e 2.600 medici di famiglia e 340 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i Dpi - dispositivi di protezione individuale - oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 161.100 mascherine chirurgiche, 43.400 maschere Ffp2, 10.200 camici impermeabili, 3.580 tute idrorepellenti, 50.000 guanti.

15:56 - Un nuovo positivo e un decesso nel Reatino

"All'esito delle indagini eseguite nelle ultime 24 ore, si registra 1 nuovo soggetto positivo al test Covid-19. Il soggetto è residente/domiciliato nel comune di Contigliano. 50 i soggetti in sorveglianza domiciliare, di questi 25 sono asintomatici e 25 sono sintomatici e pertanto sottoposti al test Covid-19". Lo rende noto il nuovo bollettino sanitario della Asl di Rieti. Si registra, inoltre, un nuovo decesso, si tratta di un 78enne che era ricoverato presso la struttura Covid Alcim di Contigliano. Si evidenziano ulteriori 25 guariti di cui 24 all'Alcim e uno nel comune di Petrella Salto. Il totale dei guariti sale pertanto a 145, quello dei positivi scende a 260, 9 soggetti sono usciti dalla sorveglianza domiciliare e 38 i decessi dall'inizio dell'emergenza.

15:31 - Roma, Fase 2: controlli in stazioni e capolinea bus

Controlli in stazioni ferroviarie, aeroporti, caselli autostradali, ma anche ai capolinea di bus, principali stazioni metro e nei parchi per evitare assembramenti. Roma si prepara alla Fase 2 quando da lunedì si allenteranno le maglie dei divieti imposti per il contenimento della diffusione del Coronavirus e torneranno a circolare più persone nella Capitale. Nelle prossime ore verranno rimodulate nel dettaglio le misure di sicurezza. Nel pomeriggio è in programma una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza in Prefettura.

15:24 - Vivarelli: "14mila persone hanno chiesto bonus affitto 2020"

"Nei primi 3 giorni oltre 14 mila persone hanno presentato la domanda per il Bonus Affitto 2020, destinato alle famiglie più in difficoltà a causa dell'emergenza Coronavirus. La stragrande maggioranza dei cittadini ha avanzato la richiesta online, una modalità nuova che abbiamo scelto e adottato per limitare gli spostamenti e velocizzare la successiva erogazione del contributo". Così su Facebook l'assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative di Roma Capitale Valentina Vivarelli. "L'alternativa, per chi non ha accesso a strumenti tecnologici - aggiunge - è ritirare il modulo cartaceo nelle oltre 120 edicole convenzionate e presentarlo compilato in Municipio. Ricordo che si possono presentare le domande fino al 18 maggio, per richiedere il contributo che coprirà una parte delle mensilità di affitto da pagare nel 2020. Usate modalità e modulistica messa a disposizione da Roma Capitale".

15:22 - Sant'Egidio promuove pranzo poveri per Primo Maggio

Un Primo Maggio all'insegna della solidarietà con chi è povero e sta soffrendo maggiormente le conseguenze sociali ed economiche della pandemia. Così verrà festeggiata la Giornata del Lavoro dalla Comunità di Sant'Egidio, nella mensa di Via Dandolo a Roma, che domani a partire dalle 12, informa una nota, ospiterà centinaia tra senza dimora e poveri insieme ai tanti volontari, che hanno continuato a sostenerli con distribuzioni di pasti e altri generi utili per la prevenzione del coronavirus, come mascherine e gel igienizzanti per le mani. 

15:01 - Assessore Personale Roma: "Dal 18 maggio 300 dipendenti neoassunti firmeranno contratto"

"A partire dal 18 maggio i 300 dipendenti amministrativi neoassunti potranno firmare il loro contratto e prendere servizio. Le convocazioni riguarderanno 30 persone al giorno, divisi in gruppi da dieci, in modo da garantire tutte le misure a salvaguardia della salute pubblica". Così su Facebook l'assessore al Personale di Roma, Antonio De Santis. "Si aggiungono ai 300 nuovi agenti di Polizia Locale che hanno iniziato a firmare il 17 aprile - aggiunge - Si tratta di percorsi già previsti dal piano assunzionale e che abbiamo accelerato in un'ottica di rafforzamento dell'ente, a maggior ragione in una fase così complessa. Anche oggi siamo a lavoro per programmare azioni finalizzate a rendere la macchina amministrativa sempre più in linea con i bisogni della città e con le rapide trasformazioni in corso. Per questo ringrazio sentitamente Angelo Ottavianelli e tutti i dipendenti del Dipartimento Organizzare e Risorse Umane che stanno consentendo tutto ciò anche in un momento complesso. Il lavoro di squadra e la collaborazione tra tutti i livelli e le componenti della macchina amministrativa - conclude De Santis - sta permettendo di posizionare Roma Capitale come modello di innovazione per lo smart working e di potenziare servizi e attività, pur gestendo la situazione legata al Coronavirus".

14:35 - D’Amato: "Serve piano su vaccino antinfleunzale"

"La prossima campagna di vaccinazione antinfluenzale sarà determinante a causa della sovrapposizione dei sintomi con il COVID-19. Occorre partire per tempo e va raccolto l'appello del presidente di Farmindustria circa l'esigenza di avere con tempestività le scorte. Il Lazio con l'obbligatorietà vaccinale agli operatori sanitari e agli ultra 65 anni ha già attivato tutte le procedure ed ha già bandito la gara, ma sarebbe molto utile una strategia nazionale per garantire glia approvvigionamenti. Bisogna agire per tempo evitando che in autunno si determini una crisi molto seria". Lo dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

13:50 - Zingaretti: "Su trasporti servirà senso responsabilità"

"La Fase 2 dei trasporti? Oltre alle regole serve la responsabilità delle persone, e finora ce ne è stata tantissima, pensiamo ai supermercati. Ora c'è il tpl che è la cosa più difficile. Ci vuole responsabilità". Così ai microfoni di Rai Radio1 il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. "Le regole sono chiare - ha aggiunto - la mascherina limita di molto il rischio di contagio ma oltre a questo ci vuole il distanziamento sociale. Il rispetto di questa regola non può essere affidato alle forze dell'ordine, ma alla responsabilità delle persone. Le aziende pubbliche dovranno fare in modo di mettere in campo un numero sufficiente di mezzi che garantisca il trasporto. Ci vuole l'obbligo della mascherina, e nel Lazio tale obbligo ci sarà per tutti i locali chiusi”.

13:37 - Zingaretti: "Valutare allentamenti regione per regione"

"Ho chiesto al governo di valutare settimanalmente la curva epidemiologica anche regione per regione e, se ci sarà la possibilità di allentare alcune misure, io credo che andrà fatto, o quantomeno preso in considerazione". Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ai microfoni di Rai Radio1.

13:02 - Spallanzani: 100 positivi, finora 381 dimessi

"I pazienti Covid-19 positivi ricoverati all'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma sono in totale 100. Di questi, 16 pazienti necessitano di supporto respiratorio". Lo riporta il bollettino medico odierno dell'Istituto Spallanzani. "I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 381. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti sintomatici o paucisintomatici" prosegue il bollettino.

12:56 - Trasporti fase 2, 'prevenzione' in stazioni e ai capolinea

"Riguardo agli accertamenti delle violazioni, non ci sono ordinanze vecchie o nuove che tengano - ha spiegato in audizione in commissione regionale l'assessore ai Trasporti Mauro Alessandri, in merito alla fase 2 dei trasporti dopo il 4 maggio - c'è la legge dell'81 che individua gli organi preposti. Si può però dal 4 maggio, con regole nuove, individuare una fase in cui le aziende possano prevenire le violazioni con personale che chiameremo per semplicità 'facilitatori', nei capolinea o simili. Sull'aumento di personale in 'facilitazione' la disponibilità l'hanno data tutte le aziende coinvolte nel servizio tpl. Il controllo certo crescerà, ma non possiamo disciplinarlo noi: si sta chiedendo responsabilità, ma non maggiore di quella già prevista nell'ordinamento. Bisogna insistere con i controlli nei luoghi di aggregazione degli utenti - ha sottolineato Alessandri - Io penso che la presenza di una dimensione di protezione ci può fare prevedere un contesto gestibile, con dei punti di contrasto che però non possono essere risolti né dagli autisti né dai controllori. Se l'utente dà in escandescenze perché non lo fanno salire senza mascherina, o se l'autobus salta la fermata, quel caso deve essere ricondotto alle forze dell'ordine. Il personale dell'Esercito - ha concluso - non può essere usato come controllori sui mezzi. Stanno per strada, hanno capacità di intervento, ma per fare il lavoro che dovevano fare prima dell'ordinanza".

12:35 - L'assessore Alessandri: "Bus al completo potrebbero saltare fermate"

I mezzi pubblici già arrivati a capienza massima potrebbero proseguire la corsa senza fare sosta alle fermate per caricare altri passeggeri. E' una delle ipotesi su cui si lavora in queste ore in Regione Lazio, dove è attesa una ordinanza sul trasporto pubblico locale. Lo ha spiegato l'assessore ai Trasporti Mauro Alessandri, in audizione in commissione regionale. "Permane un elemento di ragionamento - ha spiegato infatti - cioè l'interruzione del servizio in caso di superamento del limite massimo. Noi riteniamo che sia già una soluzione per mantenere la capienza del mezzo. Questo però andrà chiarito alla luce di un incontro di oggi pomeriggio con le Regioni. Intanto - ha detto ancora - noi parliamo di una riduzione oggettiva della domanda. All'interno di questo, e con il distanziamento, l'obbligo di dpi consente di poter sostenere in casi eccezionali una capienza in deroga al distanziamento di un metro. Ma questo non oltre un limite. Un caso eccezionale non vuol dire un mezzo stracolmo, ma un mezzo in cui si possa ospitare il 50 per cento delle persone. E' una eccezione, che dobbiamo saper governare".

11:42 - Raggi: "Superata soglia 50mila buoni spesa erogati"

"Abbiamo superato la soglia dei 50 mila Buoni Spesa erogati. Sono per l'esattezza 52 mila i ticket destinati alle famiglie in difficoltà economiche. Continuiamo a garantire il nostro impegno a supporto di tutti quei cittadini che stanno vivendo questo periodo con maggiori disagi. In modo costante, giorno dopo giorno". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.  

11:41 - Sindaco Fiumicino: "Stop parrucchieri a domicilio"

Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, stigmatizza il "fenomeno" di parrucchieri ed estetiste che continuano a esercitare il mestiere, recandosi nelle case delle persone. "Un comportamento preoccupante e rischioso che si deve arrestare immediatamente", esorta il primo cittadino, indignato dopo aver ricevuto in questi giorni un'accorata lettera da parte del titolare di una nota parrucchieria di Fiumicino che ha denunciato tale fenomeno. "In una società civile il rispetto delle regole è, appunto, la prima regola da seguire. Tanto più nelle situazioni di emergenza come quella che stiamo vivendo", afferma Montino.

11:33 - L'assessore Alessandri: "Crisi porto Civitavecchia, puntare su infrastrutture"

"Su Civitavecchia dobbiamo leggere un dato con realismo: abbiamo sempre parlato del porto come il più grande porto turistico del Mediterraneo. Abbiamo preso atto, obtorto collo e di punto in bianco, che questo primato oggi non ha valore, essendo cessate perentoriamente le attività turistiche. Quel valore è cessato senza prospettiva di ripresa. Non c'è una temporaneità, 'reggiamo cinque mesi e poi si riparte'. Andiamo incontro a mesi che se non saranno peggiori, comunque non consentiranno una programmazione". Così l'assessore regionale ai Trasporti della Regione Lazio Mauro Alessandri, in audizione in commissione regionale. "Abbiamo davanti una serie di incognite, ma abbiamo anche il dovere di non stare fermi in questa fase - ha aggiunto - e spingere sulla chiusura dei nodi infrastrutturali e di stringere le maglie con la collaborazione con il Mit: la ministra De Micheli stessa ha centrato tra i temi strategici il porto di Civitavecchia". Dunque quello che si può fare adesso è, secondo Alessandri, "completare le infrastrutture che ne garantiscano la raggiungibilità: parlo dell'ultimo tratto della Orte-Civitavecchia, per cui ci sono 470 milioni stanziati e va solo definita la progettazione esecutiva e fare la gara. E poi terminare il collegamento su ferro per riagganciarlo ai nodi delle Ferrovie, per permettere alle merci e, quando sarà, ai passeggeri di defluire dal porto in modo più attrezzato. Sono i temi strategici che se chiusi. Questo può darci una idea della ripresa. Poi c'è il dato della sopravvivenza - ha concluso Alessandri - E' determinante passare al vaglio ogni suggerimento o proposta che arrivi dal sistema delle imprese, del lavoro, dai player industriali che vivono nel porto perché abbiamo una esigenza di sopravvivenza. E' la base su cui innestare la ripartenza".

11:32 - Acli Roma, arrivate 3mila richieste d'aiuto

"Ripartire dal lavoro dignitoso": è l'appello delle Acli di Roma, in vista della Festa dei Lavoratori. Per far fronte alla crisi legata all'emergenza sanitaria "le Acli di Roma hanno attivato una serie di iniziative tra cui un servizio di segretariato sociale telefonico che ha già intercettato oltre 3000 richieste di aiuto da parte di persone in difficoltà per la perdita di lavoro a causa dell'emergenza Covid-19, che ha maggiormente acuito situazioni già precarie e fragili, escluse dalle forme di sostegno attivate. Di queste 1500 sono assistite attraverso la consegna di pacchi alimentari, circa 1000 accompagnati in percorsi di esigibilità dei diritti per ottenere contributi e sostegno in questa situazione drammatica, e altre 500 sostenute anche grazie a un lavoro di rete con organizzazioni sociali del territorio". "Quella di quest'anno non è una giornata che ha il suono della Festa - afferma Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia - infatti, sentiamo forte il grido di dolore di chi il lavoro l'ha perso a causa di questa emergenza, avendo sempre fatto i conti con il precariato e le basse tutele e ora si trova fuori delle misure di sostegno previste, di chi invece un'occupazione non l'ha mai avuta, e che in questa occasione la vede come un lontano miraggio. Ma pensiamo anche ai lavoratori autonomi e agli artigiani che a causa del coronavirus rischiano di non poter più alzare la saracinesca delle proprie attività, tutte persone che si trovavano a galleggiare in una quotidianità problematica e che adesso rischiano seriamente di affondare. Un grido e un disagio - aggiunge Borzì - al quale non possiamo essere sordi e che ci chiama a fare la nostra parte".

11:08 - L'assessore regionale Alessandri: "Bus di rinforzo a disposizione per criticità"

"Nella scorsa seduta sono state perfezionate alcune visioni come la disponibilità di creare delle 'macchine calde' che possano essere a disposizione di rinforzo sulle linee che la prova pratica dimostrerà essere in sofferenza". Così l'assessore ai Trasporti della Regione Lazio Mauro Alessandri in audizione in commissione regionale. "Questo vale sia per vettori più semplici da integrare, cioè quelli su gomma - ha aggiunto - ma anche su ferro: c'è la disponibilità di Trenitalia. Se si ravvedono difficoltà nella prova del modello abbiamo dunque strumenti di flessibilità. Noi - ha spiegato infatti Alessandri - stiamo parlando di un modello ma il confronto reale con la realtà lo avremo dal 4. Oggi non possiamo che immaginare come organizzarci, ma dobbiamo essere pronti a sanare alcune inefficienze o integrare alcune corse o mettere a disposizione altri mezzi". Sui mezzi, ha ribadito l'assessore, "ci sarà il distanziamento tra le persone e l'obbligo di indossare i dpi, anche generici per l'utenza, non certo per i lavoratori. Ma è un tema che dobbiamo declinare: sono regole che non inventiamo noi ma provengono da un quadro nazionale, perfezionando le casistiche per cui alcuni fenomeni eccezionali possano verificarsi. Dobbiamo dare regole su capienza, disposizioni, autisti, differenziazione delle entrate. Ma come ogni modello, dovrà affrontare fasi eccezionali, in cui ci sarà un eventuale sovraccarico".

10:17 - A Fiumicino Smart Helmet termoscanner portatile

Debutta all'aeroporto di Fiumicino, primo scalo in Europa, lo "Smart Helmet", una sorta di termoscanner portatile: un elmetto con uno schermo a specchio, che si indossa sulla testa, in grado di permettere agli addetti aeroportuali autorizzati di controllare e misurare, a distanza, la temperatura corporea di passeggeri ed operatori aeroportuali. 

10:09 - Virginia Raggi: "Con extra spazio dehors aiutiamo economia"

"Concediamo più spazi esterni a bar, ristoranti e librerie, per consentire alle attività di ripartire e garantire maggiori distanze di sicurezza alle persone che torneranno gradualmente a vivere la città". Così in un comunicato la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Autorizzare superfici maggiori per gli arredi esterni significa velocizzare la ripartenza di un comparto prezioso per l'economia capitolina. Per tutto il 2020 ci saranno procedure rapide e criteri semplificati sia per le richieste che per i rilasci dei permessi, per poter ottimizzare al meglio questa nuova opportunità ed essere concretamente al fianco di chi lavora.

10:08 - Assessore Roma: "Su dehors risposta a crac settore"

"Una misura straordinaria per un'emergenza senza precedenti. Abbiamo analizzato attentamente l'impatto economico sulle attività cittadine per mettere in campo misure concrete in risposta alla crisi". Così in una nota l'assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, Carlo Cafarotti. "Rispetto al comparto alloggi e ristorazione, ad esempio parliamo di una perdita che si aggira tra i -2,4 e -2,8 miliardi. Evidente che bisogna accompagnare questi settori in fase di ripartenza non solo attraverso lo sgravio della tassazione del suolo pubblico, ma anche liberandoli dai forti vincoli che, in situazione ordinaria, limitano l'iniziativa imprenditoriale. Aree più ampie per l'esercizio delle attività commerciali compensano la limitazione degli spazi fruibili all'interno dei locali, al fine di contenere i contagi tramite il distanziamento fisico".

9:17 - Virginia Raggi: "Per tavolini outdoor ampliamenti fino al 35%"

"Abbiamo deciso di concedere spazi esterni più ampi per bar, ristoranti e librerie di Roma. Quando potranno riaprire, avranno più spazio a disposizione per accogliere i clienti garantendo il distanziamento necessario. Stiamo lavorando per ampliare fino al 35% la concessione di suolo pubblico per gli esercizi commerciali". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Lo scopo è anche quello di compensare la riduzione delle superfici utilizzabili all'interno dei locali. Per tutto il 2020, ci saranno procedure rapide e criteri semplificati sia per le richieste sia per i rilasci dei permessi e le tipologie d'arredo esterno consentite saranno maggiori rispetto al passato. Ricordo che abbiamo già messo in campo la sospensione del canone per la stessa occupazione di spazi e aree pubbliche. Sono misure straordinaria per favorire la ripartenza di questo settore, fondamentale per la nostra economia".

7:22 - Da Roma Capitale materiale medico allo Spallanzani

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, oggi si recherà all'ospedale Spallanzani per donare un ventilatore polmonare, altro materiale sanitario e presidi di protezione al personale impegnato nella lotta contro il Coronavirus. "Roma Capitale è grata ai tanti operatori che, da circa due mesi, combattono in prima linea contro il Coronavirus", dichiara la sindaca. "Con questo gesto vogliamo dimostrare la nostra vicinanza prima di tutto alle tante famiglie che stanno soffrendo e, in secondo luogo, ai medici e agli infermieri che li assistono", ha concluso.

7:16 - Fase 2, a Roma monopattini in sharing: fino a 16mila mezzi

Allo scopo di incentivare i sistemi di mobilità condivisa, anche in previsione della riapertura delle attività cittadine, la giunta capitolina ha approvato le nuove linee guida per lo svolgimento dei servizi di sharing a flusso libero mediante monopattini, prevalentemente elettrici. Tutti gli operatori interessati a fornire il servizio dovranno rispettare standard minimi, come il limite di mezzi e le aree di attività, e regole sulla circolazione e la sosta simili a quelle già previste per le biciclette. Gli operatori del servizio saranno tenuti inoltre a comunicare i dati in tempo reale a Roma Capitale. Il progetto prevede una fase sperimentale di due anni. "Grazie a questa sperimentazione, avremo uno strumento in più per incentivare la mobilità integrata e sostenibile, da sempre una delle nostre priorità e oggi più che mai importante per facilitare gli spostamenti in città. Abbiamo fissato un quadro di regole chiaro che ci consentirà di offrire un servizio sicuro, utile in particolare per le distanze più brevi. Apriamo il mercato agli operatori interessati a investire su Roma", dichiara la sindaca, Virginia Raggi. "Diversi operatori sono pronti a presentare le loro offerte non appena sarà pubblicato l'avviso per le manifestazioni d'interesse. Il nostro obiettivo è far sì che i cittadini possano disporre di alternative valide all'auto privata. Per questo stiamo predisponendo anche un piano straordinario per realizzare in tempi rapidi nuove piste ciclabili, dove potranno circolare anche i monopattini", aggiunge l'assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese. Per ciascun operatore la flotta dovrà essere composta da un minimo di 750 a un massimo di mille mezzi. Su tutto il territorio capitolino sarà consentito un numero massimo di 16.000 monopattini. Ciascun mezzo dovrà essere localizzato in tempo reale e gli operatori dovranno garantire anche la copertura assicurativa per l'uso dei dispositivi.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24