Roma, incidente Corso Francia: chiesto giudizio immediato per Pietro Genovese

Lazio

Il Procuratore aggiunto Nunzia D'Elia e il sostituto Roberto Felici hanno depositato la richiesta di giudizio immediato cautelare per il ventenne che la notte del 21 dicembre scorso ha investito e ucciso le sedicenni Gaia e Camilla 

I pm di Roma hanno chiesto il giudizio immediato per Pietro Genovese, il giovane di 20 anni che ha investito e ucciso, la notte tra il 21 e il 22 dicembre scorso, le sedicenni Gaia e Camilla su Corso Francia. Oggi il Procuratore aggiunto Nunzia D'Elia e il sostituto Roberto Felici hanno depositato la richiesta di giudizio immediato cautelare che porta il procedimento direttamente in aula saltando la fase dell'udienza preliminare. Attualmente agli arresti domiciliari, Pietro Genovese, figlio del regista Paolo, è accusato di omicidio stradale plurimo.

L’incidente

Le due giovani, Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann, la notte dell'incidente si trovavano in corso Francia, nella zona di Ponte Milvio, quando, dopo la mezzanotte, sono state investite da un suv, guidato dal ventenne, mentre attraversavano la strada. Il ragazzo si è fermato subito dopo lo schianto e ha atteso l’arrivo dei soccorsi. Genovese era stato a una cena e poi si era messo alla guida, diretto a una festa.

Roma: I più letti