Coronavirus, nel Lazio 2642 positivi. A Roma hotel ospita pazienti contagiati

Lazio

Lo hanno annunciato ‎l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, e Marco Elefanti, dg del Gemelli. La struttura accoglierà i pazienti post acuti a bassa intensità di cura. In regione si contano 162 decessi e 291 guarigioni

Il nuovo liveblog con gli aggiornamenti a Roma

Sono in totale 2642 i casi accertati di coronavirus nel Lazio. A fornire il dato è la Regione, comunicando che dall'inizio dell'emergenza si registrano anche 162 decessi e 291 guarigioni.
L'hotel Marriott di Roma, che si trova a poche centinaia di metri dall'ospedale Covid 'Columbus', sarà utilizzato per l'emergenza coronavirus. Ospiterà i pazienti post acuti a bassa intensità di cura. Grazie a un accordo tra Federalberghi e regione Lazio anche altri hotel aderiranno all'iniziativa. Nel frattempo, il cardinale Angelo De Donatis è risultato positivo al coronavirus ed è stato ricoverato al Policlinico Gemelli, questo quanto reso noto dal Vicariato. I vescovi ausiliari di Roma, che si erano riuniti venerdì scorso con il cardinale per il consiglio episcopale, sono entrati in quarantena. Anche a Roma alle 12 si è svolta l'iniziativa promossa dall'Anci (FOTO) con il minuto di silenzio e le bandiere a mezz'asta. (DIRETTA)

19:49 - Sette suore positive in un monastero del Reatino

Sette suore del Monastero di Santa Filippa Mareri sono risultate positive al coronavirus. Lo ha comunicato l’Asl di Rieti spiegando che nel tardo pomeriggio di oggi i risultati dei tamponi sono stati formalizzati al sindaco di Petrella Salto (Rieti). ”Le sette religiose risultate positive - informa l'Azienda sanitaria reatina -, nelle prossime ore verranno trasferite, grazie ad alcune ambulanze di biocontenimento, presso l'Istituto di S. Lucia a Rieti, da ieri sede Covid Hospital. Le cinque religiose risultate negative, resteranno presso il Monastero in sorveglianza domiciliare. Gli operatori dell'Isp hanno avviato le indagini epidemiologiche per la verifica di eventuali casi sospetti”.

19:46 - Domani a Contigliano camper per test sierologici

A partire da domani un camper, con un'equipe di specialisti dell’Istituto Spallanzani e dell'Ordine dei medici di Roma, sarà presente nella zona rossa istituita nel comune di Contigliano (Rieti) "per eseguire i primi test sierologici rivolti alla popolazione a rischio". "Gli specialisti, volontari specializzati e addestrati per andare nel cuore dei focolai - riferisce la Asl reatina - , garantiranno uno screening epidemiologico accurato, al fine di individuare eventuali casi sospetti. Parallelamente, gli operatori dell'Unità Valutativa e di Controllo della Asl di Rieti, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, di Roma e Rieti e gli uomini dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma dei Carabinieri proseguiranno i controlli e le verifiche su tutte le 77 case di riposo e le RSA della provincia”.

18:23 - Nel Lazio 2642 positivi

I casi positivi nel Lazio sono in totale 2642, 1127 sono i ricoverati e 173 i pazienti in terapia intensiva. In isolamento domiciliare si trovano 1342 persone, 162 sono le persone decedute e i guariti 291. Il totale dei casi esaminati è 3095. E' quanto si apprende dalla Regione Lazio. Oltre 33mila i tamponi eseguiti.

18:04 - Nel Lazio 24 guariti in un giorno

Aumentano i guariti, 24 in 24 ore, 181 invece i nuovi casi e 12 i decessi. Trend in decremento nel Lazio che per la prima volta scende sotto il 6%. Inoltre in 8.985 escono da quarantena. "A marzo non è mai stata superata la soglia d'allerta sui casi di accesso al pronto soccorso e il monitoraggio conferma l'efficacia delle misure messe in atto, ora forte azione territoriale", dice l'assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. Dati che, con estrema cautela, potrebbe far supporre un possibile contenimento della fase critica.
"Oggi registriamo un dato di 181 casi di positività e un trend in decrescita per la prima volta al 6%. Non bisogna però abbassare la guardia. In continua crescita il numero dei guariti che sale di 24 unità nelle ultime 24h, uno ogni ora, arrivando a 291 totali - spiega D'Amato - Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 8.985 e i decessi nelle ultime 24h sono stati 12. Un monitoraggio costante conferma l'efficacia delle misure messe in atto. Nell'intero mese di marzo non è mai stata superata la soglia d'allerta sui casi attesi in Pronto soccorso. La rete dell'emergenza sta funzionando".

17:00 - Continua la sanificazione delle strade di Roma

Un nuovo ciclo di sanificazioni con autobotti è inoltre in corso sulle oltre 650 strade di Roma su cui insistono farmacie e sedi Asl, le aree esterne alle 53 fermate della metropolitana A e B, le Consolari (Aurelia, Cassia, Flaminia, Salaria, Tiburtina, Casilina, Appia, Nomentana e Prenestina), le piazze storiche del Centro monumentale e le principali grandi direttrici viarie (come Tuscolana, Ardeatina, Laurentina, Cristoforo Colombo, Ostiense-Magliana, Pisana, Boccea, Trionfale). Le operazioni, coordinate da Ama d'intesa con Roma Capitale, vengono programmate di giorno in giorno con 15 autobotti della Municipalizzata capitolina per l'Ambiente e del Servizio Giardini, una per municipio, affiancate per la prima volta, da oggi, anche da 2 mezzi della Questura di Roma. Tutte le attività di lavaggio vengono svolte su itinerari prestabiliti inerenti siti sensibili e/o tuttora particolarmente frequentati e/o oggetto di transito massivo, attraversabili da grossi mezzi dotati di cisterna.

16:33 - Garante Infanzia Lazio: "Farmaci pediatrici a domicilio"

Il Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Regione Lazio Jacopo Marzetti e il presidente di Federfarma Roma, l'associazione dei titolari di farmacia di Roma e provincia, Vittorio Contarina hanno sottoscritto ieri un protocollo d'intesa, per garantire la consegna di farmaci pediatrici e di prodotti per l'infanzia (pannolini, latte in polvere, omogeneizzati, ecc.) a domicilio. Il servizio è rivolto a tutte quelle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia. "Sono molto soddisfatto di questa intesa - ha affermato Marzetti - che ci permette di assicurare assistenza sanitaria, continuità terapeutica e diritto alla salute dei minori. Diamo così un altro piccolo aiuto alle famiglie in difficoltà".  

15:14 - Nel Lazio spesa a domicilio per fasce più deboli

Nel Lazio verrà attivato un servizio gratuito per la consegna a domicilio della spesa riservato alle fasce più deboli o maggiormente esposte all’emergenza, da persone non autosufficienti agli anziani, da coloro cui è sconsigliato per patologie pregresse a chi è impegnato nei servizi di emergenza. L’iniziativa, frutto di un accordo tra la Regione, i Comuni, il Terzo settore, le associazioni di categoria di Commercio e Distribuzione e le catene dei supermercati, coinvolge a oggi 67 organizzazioni e 854 punti vendita di tutto il Lazio e vedrà impegnati numerosi volontari, che si adopereranno per consegnare la spesa.

14:55 - 12 nuovi positivi nel Reatino

Sono 12 i nuovi positivi al coronovirus in provincia di Rieti, per un totale di 239 casi accertati. È quanto emerge dal bollettino diffuso dall’Asl, dove si sottolinea che i nuovi contagi sono collegati ai cluster delle case di riposo di Contigliano. Tre i nuovi decessi presso l'ospedale de' Lellis di Rieti sono 3, che sommati a quelli dei giorni scorsi portano il totale a 7. Le vittime, di 46, 70 e 80 anni, “erano tutte affette da gravi patologie pregresse”, si legge. Al momento, “risultano in sorveglianza domiciliare 311 soggetti: di questi, 281 sono asintomatici, mentre 30 sono sintomatici e pertanto sottoposti al test Covid-19. 26 i soggetti usciti dalla sorveglianza domiciliare". Infine, proseguono le indagini epidemiologiche del Servizio di igiene pubblica della Asl di Rieti "necessarie alla valutazione e verifica di eventuali casi sospetti, sul territorio, nelle 77 Case di riposo e nelle Rsa della provincia di Rieti”.

14:43 - Raggi: "Non abbassiamo la guardia"

"Non abbiamo ancora sconfitto il coronavirus. Dobbiamo continuare a stringere i denti per raggiungere l'obiettivo. Purtroppo c'è ancora strada da fare". Lo scrive su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi, dopo aver ricevuto "molte segnalazioni di violazioni delle misure imposte dal governo per fermare il contagio. C’è chi, sulla base degli ultimi dati e complice la bella giornata, esce come se nulla fosse immaginando che sia passata l’emergenza”, aggiunge la sindaca. “Non è così. Dobbiamo ancora resistere per poter poi tornare alla normalità. Non vanifichiamo gli sforzi e i sacrifici di queste settimane con una leggerezza che può costarci cara. Le nostre forze dell'ordine e della Polizia Capitolina stanno eseguendo controlli a tappeto sul territorio ma serve la collaborazione di tutti noi. I romani hanno dimostrato un grandissimo senso civico: siamo stati tra i più scrupolosi in Italia nel rispetto delle misure di sicurezza. È grazie all'impegno della maggior parte dei nostri concittadini che il contagio è ancora sotto controllo”.

14:24 - Dall’8 marzo 331mila controlli della polizia locale a Roma

Sono 331mila i controlli eseguiti dalla polizia locale di Roma Capitale dall’8 al 30 marzo per verificare il rispetto delle restrizioni volute dal governo contro la diffusione del coronavirus. In questo periodo, sono stati 540 gli illeciti riscontrati. Solo ieri, gli agenti hanno svolto circa 15 mila controlli, con 8 illeciti contestati, per inosservanza delle disposizioni che limitano gli spostamenti: oltre 6000 le verifiche che hanno riguardato i veicoli in circolazione e più di 1600 quelle relative alle attività commerciali. Oltre 4500 le persone controllate. Il restante degli accertamenti ha interessato i parchi e le ville storiche. I livelli di guardia resteranno alti e i controlli proseguiranno.

13:13 - D'Amato: "Basta sbarchi delle navi da crociera"

"Bisogna smetterla con questi sbarchi dei crocieristi, non è accettabile - ha dichiarato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato -. Le persone devono tornare nei loro Paesi. Devono andare via, e punto, dalle crociere non devono arrivare. Daremo assistenza sulle navi - ha aggiunto - come già abbiamo fatto, facciamo i corridoi sanitari, ma non possono farli scendere dalle navi, portarli a Roma senza sapere quando se ne vanno. Queste persone devono scendere quando hanno già una carta d'imbarco e il piano di volo".

13:09 - Spallanzani: "208 pazienti positivi ricoverati"

"I pazienti Covid 19 positivi sono in totale 208. Di questi, 24 necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici. I dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 161". È quanto si evidenzia nel bollettino di oggi dello Spallanzani di Roma. "Nell'ambito del progetto regionale ospedale-territorio, coordinato dall'istituto Spallanzani, in collaborazione con l'Ordine dei Medici di Roma e con Confcooperative, d'intesa con la direzione della Asl Roma 5 e con il sindaco di Nerola, continua il Programma di monitoraggio della popolazione del comune, sede di un focolaio di Covid 19", prosegue il bollettino.

13:03 - Nel Lazio kit per monitoraggio a casa

Kit per il monitoraggio di chi è in isolamento domiciliare. Lo ha predisposto la Regione Lazio. Grazie ai kit i pazienti potranno anche 'parlare' con i medici e dare misurazioni in automatico tra cui l'ossigenazione del sangue che insieme alla temperatura è uno degli elementi di alert. Nei kit, tra l'altro, ci sono un saturimetro e un termometro e i dati, via web, vengono inviati ai medici di riferimento. I primi 500 saranno consegnati in settimana.

12:53 - Accordo con Federalberghi, dopo Marriott altri hotel disponibili

Dopo il Marriott, grazie ad un accordo con Federalberghi, altri hotel a Roma e nel Lazio saranno messi a disposizione del sistema sanitario. L'hotel Marriott sarà operativo già da domani e disponibile per il trasferimento di pazienti positivi in osservazione e i sintomatici che non possono fare la quarantena a casa. Due alberghi, oltre al Marriott, già sono operativi, per un totale di 130 posti già occupati: uno è la 'Casa San Bernardo' in zona Laurentina, l'altro è 'Villa Primavera' a Ipogeo degli Ottavi.
"Non è un tema di posti, perché la rete è attrezzata e forte-  ha spiegato l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato -. È un passaggio in più: oggi la sfida si vince non solo sull'ospedale ma anche sul territorio. Arriveremo alla situazione per cui la persona che ha anche solo un sintomo e che non ha fatto il tampone, o che deve fare il tampone, sarà monitorata dentro a queste strutture. Oggi è il Marriott, domani saranno altre strutture grazie a un accordo con Federalberghi".

12:39 - Rieti, Santa Lucia e Alcim diventano centri Covid

"L'Istituto Santa Lucia di Rieti e la Struttura Alcim di Contigliano, ieri pomeriggio sono stati formalmente destinati a centri Covid per positivi e positivi asintomatici. La gestione socio sanitaria è curata dall'Azienda Sanitaria Locale di Rieti che fornisce equipe multidisciplinari, formate da medici, infermieri e operatori socio sanitari, attrezzature, presidi, il vitto, attraverso fornitori aziendali e il servizio lavanderia". È quanto rende noto l'Azienda sanitaria di Rieti a proposito dell'emergenza Coronavirus in corso in tre case di riposo del Reatino dove si sono registrati, fino a ieri, 148 contagi tra i degenti e il personale sanitario.

12:09 - All'hotel Marriott 165 posti a disposizione

Il Marriott, ha spiegato il dg della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli, Marco Elefanti, durante un punto stampa ai piedi dell'hotel, mette a disposizione 162 posti "per pazienti con patologie respiratorie gravi, che richiedono periodi di assistenza prolungati in regime di tipo ospedaliero e assistenziale. Questo consentirà dimissioni anticipate mediante questa assistenza più leggera e intermedia. Qui sarà garantita comunque una assistenza infermieristica di base - ha aggiunto il dirigente - e un sistema di telemonitoraggio con una centrale operativa, da noi, gestita dai nostri pneumologi".
"Saranno monitorati la saturazione, la temperatura e la pressione, e si solleciteranno nel paziente anche piccole mobilità locali per capire la risposta in termini di capacità respiratorie.‎ Il personale medico farà due accessi giornalieri, che potrà comunque intervenire. E' molto vicino al Columbus e al Gemelli, cosa che aiuta - ha sottolineato -. I servizi di catering e pulizia saranno garantita dal Marriott, dando il massimo di tutela. Riguardo ai costi c'è un accordo con la Regione. Noi abbiamo un rapporto diretto con l'hotel, e la Regione riconoscerà a noi una tariffa a giornata di assistenza per coprire tutti i costi. L'ordine di grandezza è attorno ai 100-110 euro a paziente al giorno - ha concluso Elefanti - poi ci sono gli oneri per effettuare i tamponi, che sono a parte".

11:13 - L'hotel Marriott ospiterà pazienti post acuti a bassa intensità di cura

L'hotel Marriott di Roma, che si trova a poche centinaia di metri dall'ospedale Covid 'Columbus', sarà utilizzato per l'emergenza coronavirus. Lo hanno annunciato questa mattina ‎l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, e Marco Elefanti, dg del Gemelli. Ospiterà i pazienti post acuti a bassa intensità di cura. Saranno assistiti anche in telesorveglianza.

11:11 - Annullata l'inaugurazione dell'Anno giudiziario tributario

È stata annullata la cerimonia di inaugurazione dell'Anno giudiziario tributario, prevista per il prossimo 16 aprile. L'evento si sarebbe dovuto tenere nell'Aula magna della Corte di Cassazione.

11:09 - Bandiera a mezz'asta al Quirinale, stasera tricolore al Torrino

Bandiera a mezz'asta questa mattina anche al Quirinale. Stamattina un gruppo di corazzieri ha provveduto collocare a mezz'asta, in segno di lutto, la bandiera italiana che si trova sul balcone della piazza del Quirinale. In serata, invece, grazie all'Acea, il Torrino sarà illuminato di bianco, rosso e verde dal tramonto all'alba e fino alla fine dell'emergenza. Il Torrino, simbolo del Quirinale, è il punto più alto del palazzo che fu dei papi: è un belvedere fatto realizzare dall'architetto Ottaviano Mascarino nel corso di uno dei primi ampliamenti dell'edificio, su incarico di papa Gregorio XIII. Proprio sul Torrino sono issate le tre bandiere istituzionali, ovvero il Tricolore, la bandiera dell'Unione europea e lo stendardo presidenziale.

10:25 – Raggi: “Raccolta fondi per imprese in difficoltà”

"Un aiuto concreto a commercianti, piccoli imprenditori e artigiani di Roma che si trovano in pesanti difficoltà e rischiano di chiudere per sempre, lasciando a casa anche tantissimi lavoratori. Aiutiamo chi è in difficoltà con la raccolta di fondi #RomaRiapre destinata a tutte quelle piccole attività che rappresentano il tessuto economico fondamentale della città", ha scritto sui social la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Per aiutare – spiega Raggi – chi è in difficoltà per il coronavirus a ripartire quando cesserà l'emergenza. Chiediamo a cittadini, grandi imprenditori o aziende di dare un contributo che servirà a finanziare la riapertura di piccole imprese e negozi di Roma, o ad avviare nuove attività. Molte di queste persone rischiano di diventare vittime dell'usura: per questo avranno bisogno di un aiuto per ripianare eventuali debiti e ripartire, contando su tutto il sostegno possibile da parte delle Istituzioni e della collettività. Siamo una comunità - conclude la sindaca - Sono sicura che tutti daranno una bellissima prova di generosità e ci aiuteranno a ricostruire l'economia cittadina". Sulla sua pagina Raggi fornisce le coordinate bancarie per partecipare alla raccolta fondi.

8:16 – In quarantena i vescovi ausiliari di Roma

I vescovi ausiliari di Roma sono entrati in regime di quarantena dopo il riscontro della positività al Covid 19 del vicario di Roma, il cardinale Angelo De Donatis, resa nota con un comunicato dello stesso Vicariato. Lo apprende l'ANSA. I vescovi ausiliari della Capitale si erano riuniti infatti venerdì scorso con il Vicario per il consiglio episcopale. I vescovi ausiliari sono quattro, uno per ogni settore della città: Nord, Ovest, Sud, Est.

8:10 - Positivo il cardinale vicario di Roma

Il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Roma, la diocesi del Papa, "dopo la manifestazione di alcuni sintomi, è stato sottoposto al tampone per il Covid-19, è risultato positivo ed è stato ricoverato al Policlinico Universitario Fondazione Agostino Gemelli", ha reso noto il Vicariato spiegando che il cardinale "ha la febbre, ma le sue condizioni generali sono buone, ed ha iniziato una terapia antivirale. I suoi più stretti collaboratori sono in autoisolamento in via preventiva". "Sto vivendo anche io questa prova, sono sereno e fiducioso – ha invece dichiarato il cardinale De Donatis – Mi affido al Signore e al sostegno della preghiera di tutti voi, carissimi fedeli della Chiesa di Roma! Vivo questo momento come un'occasione che la Provvidenza mi dona per condividere le sofferenze di tanti fratelli e sorelle. Offro la mia preghiera per loro, per tutta la comunità diocesana e per gli abitanti della città di Roma!".

8:01 - Contigliano diventa zona rossa

Da ieri sera Contigliano è diventata zona rossa (FOTO), la terza nel Lazio dopo Fondi e Nerola. "Tenuto conto dell'incidenza dei casi positivi relativi al cluster della casa di riposo di Contigliano Alcim - scrivono in un comunicato congiunto il vicepresidente e l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Daniele Leodori e Alessio D'Amato - dove, su 87 persone 71 sono risultate positive e di queste 63 risultano residenti nel Comune reatino e che di 32 operatori sanitari 21 risultano positivi e di questi 13 residenti a Contigliano; considerata, inoltre, l'esigenza di contenere la diffusione del virus e sentito il dipartimento tecnico scientifico della Protezione civile, il Prefetto e il Sindaco, è stata firmata l'ordinanza per limitare la mobilità con il divieto di allontanamento dal territorio del comune da parte di tutte le persone presenti per consentire un'approfondita indagine epidemiologica al fine di garantire il contenimento dell'epidemia". L'ordinanza avrà effetto fino all'11 aprile.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24