Roma, aggredisce la compagna incinta e la minaccia di morte: arrestato

Lazio

I carabinieri hanno ammanettato e trasferito nel carcere di Regina Coeli un 29enne disoccupato e con precedenti, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali ai danni della convivente 28enne. La vittima è stata portata all’ospedale San Giovanni Addolorata 

I carabinieri della stazione Roma San Giovanni hanno arrestato nella Capitale un 29enne dell'Afghanistan, disoccupato e con precedenti, poiché accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della convivente 28enne romena incinta. L’uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La donna è stata trasferita al pronto soccorso dell’ospedale cittadino “San Giovanni Addolorata”.

La violenza e l’arresto

Nell'abitazione della coppia, dopo una lite scaturita per futili motivi, l'uomo aveva avrebbe aggredito la donna, in gravidanza, colpendola con pugni e schiaffi. Le avrebbe poi stretto le mani al collo e sulla bocca, minacciandola di ucciderla. I carabinieri sono intervenuti per bloccare l'uomo e fornire i primi soccorsi alla vittima.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24