Coronavirus, Spallanzani: "17 casi, tutti legati a focolai del Nord"

Lazio

A oggi sono stati valutati 248 pazienti. Di questi, 203, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Quarantacinque sono le persone tuttora ricoverate. Buone le condizioni del dipendente Rai

All'ospedale Spallanzani "sono ricoverati 17 casi positivi al Coronavirus, compresa la coppia cinese ormai negativizzata. Tutti i casi positivi al momento presentano un link epidemiologico con le aree del Nord del Paese". Emerge dal bollettino medico diffuso dal nosocomio giornalmente in merito all'emergenza Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE). "Tutti i ricoverati sono in condizioni cliniche che non destano preoccupazioni ad eccezione di due che presentano una polmonite interstiziale bilaterale in terapia antivirale e che necessitano di supporto respiratorio", prosegue il bollettino. 

Le condizioni del dipendente Rai

È stato anche precisato che il dipendente Rai risultato positivo al Covid19 è in buone condizioni e anche lui ha un link epidemiologico con zone del Veneto dove si era recato per lavoro. Non è un nuovo caso, ma era già inserito nel bollettino di ieri.

Le altre persone ricoverate

Nel bollettino viene spiegato che rimane ricoverato l'agente di polizia, "il cui nucleo familiare, residente a Fiumicino e composto da tre persone, continua a essere sottoposto a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl competente". Sono inoltre tuttora ricoverati un giornalista, due allievi vigile del fuoco del'87/mo corso, una donna residente a Fiuggi, una donna della provincia di Cremona, una di Sassari, una persona rientrata dall'Iran, una di rientro da Zanzibar con link epidemiologico di Bergamo e un uomo di Castel Madama con link epidemiologico con il nord Italia. 

A oggi valutati 248 pazienti

Allo Spallanzani sono stati valutati, ad oggi, 248 pazienti. Di questi, 203, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Quarantacinque sono i pazienti tuttora ricoverati. "È un bollettino che non desta preoccupazione - ha spiegato il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia -, non c'è ancora un iper afflusso ma noi ci stiamo organizzando per accogliere tutte le persone che sono sintomatologiche e che hanno un link epidemiologico. Per loro siamo in condizioni di fare la diagnosi e dare la terapia".

I test legati ai casi di Tor Vergata e Pomezia

"Non saranno tutti sottoposti a test, ma solo i sintomatici. Al momento la gran parte di quelli effettuati sono negativi. Aspettiamo i risultati degli ultimi", ha sottolineato Vaia in merito alle 98 persone richiamate perché si trovavano al pronto soccorso di Tor Vergata quando c'era il poliziotto contagiato da Coronavirus. Per quanto riguarda i test effettuati su alunni e personale della scuola di Pomezia, frequentata da uno dei figli dell'agente di polizia, Vaia ha precisato che sono "risultati negativi. Se fossero positivi ve ne daremmo contezza", ha aggiunto.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24