Roma, scoperta boutique del falso al Pigneto: due denunce

Lazio

All'interno dell'appartamento sono stati trovati, esposti ordinatamente, capi e accessori di marche molto note, tutti confezionati con tanto di etichetta e di 'certificato di garanzia'

Scoperta una 'boutique del falso' in un appartamento nel quartiere Pigneto a Roma, dove sono stati sequestrati oltre 1.500 articoli contraffatti recanti griffe di case dell'alta moda. A individuare l'abitazione sono stati i finanzieri del terzo nucleo operativo metropolitano di Roma, che hanno denunciato due persone all'Autorità Giudiziaria della Capitale. I militari sono stati insospettiti dal continuo andirivieni di persone dall'appartamento, da cui le persone uscivano con confezioni riportanti i segni distintivi di firme del settore dell'abbigliamento.

La perquisizione

Dopo aver monitorato la situazione per alcuni giorni, i finanzieri hanno deciso di perquisire l'appartamento, al cui interno sono stati trovati, esposti ordinatamente, capi e accessori di marche molto note - tra cui Chanel, Gucci", Hermes, Louis Vuitton, Nike, Adidas, Colmar, K Way, Ciesse Piumini, Napapijri, Woolrich e Stone Island -, tutti confezionati, con tanto di etichetta e di 'certificato di garanzia'. A gestire la 'boutique' era un cittadino senegalese già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato, che ora dovrà rispondere dei reati di ricettazione e detenzione per la vendita di merce contraffatta. Il proprietario dell'appartamento, sottoposto a sequestro preventivo convalidato dal gip, è stato segnalato all'Autorità Giudiziaria.

Roma: I più letti