Roma, 32enne aggredito dopo il veglione di Capodanno: due arresti

Lazio

Un 27enne e un 33enne, dopo una lite scoppiata in un locale di via Arenula, a Trastevere, hanno atteso il giovane all'esterno per assalirlo

Due fratelli di 27 e 33 anni, cittadini albanesi incensurati, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione piazza Farnese, a Roma, con l'accusa di lesioni personali aggravate. I due, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, avrebbero aggredito un 32enne (residente nella provincia di Reggio Emilia) la notte di Capodanno, dopo una lite scoppiata in un locale di via Arenula, a Trastevere.

L’aggressione

Sedati gli animi all'interno del locale, la situazione sembrava rientrata nella norma. Ma intorno alle 6 del mattino del primo gennaio i due fratelli hanno atteso che il 32enne uscisse dalla festa e lo hanno aggredito in strada a calci e pugni. La violenta colluttazione è stata segnalata da alcuni passanti al 112. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno fermato tutti i soggetti interessati. Dopo aver ascoltato alcuni testimoni, i militari sono riusciti a ricostruire l'accaduto.

I ricoveri in ospedale

Il 32enne è stato portato in ospedale per una frattura delle ossa del naso e una serie di contusioni al corpo: la prognosi è di 25 giorni. Gli autori del pestaggio sono invece stati condotti all'ospedale Santo Spirito, a Roma. Il 33enne è stato dimesso dopo una consulenza maxillofacciale, mentre il 27enne ha ottenuto una prognosi di 8 giorni.

Roma: I più letti